rubrica a cura della Redazione
Oggi vi proponiamo due idee da segnare sul calendario che si svolgono nello stesso periodo e in due provincie confinanti: “Nel segno del giglio” nel Parco della Reggia di Colorno, in provincia di Parma, e, per i più piccoli, l’Assalto al Castello nel Parco delle Fiabe del Castello di Gropparello, in provincia di Piacenza. I duo luoghi distano circa 80 km uno dall’altro.
COLORNO: IL PARCO DELLA REGGIA NEL SEGNO DEL GIGLIO
quando: dal 24 Aprile al 26 Aprile 2020
dove: Parco della Reggia – Colorno (Pr)
orario: dalle 10,00 alle 19,00
costo: intero 8,00 euro – ridotto (universitari muniti di tesserino e gruppi minimo 15 persone)  6,00 euro – gratuito under 14 anni, portatori di handicap e accompagnatore
informazioni: ARTOUR s.c.r.l - Tel. 0521313300 - info@artourparma.it
sito: www.nelsegnodelgiglio.it
Colorno2.sintesi: torna nella sua data storica “Nel segno del giglio”, 27ª Mostra mercato del giardinaggio di qualità. Maltempo a parte, la scorsa ventiseiesima edizione ha convinto espositori e pubblico. L’attenta selezione qualitativa dei primi è stata molto favorevolmente valutata dai secondi. Un preciso segnale di soddisfazione, infatti, è stato offerto dal volume degli acquisti. A dimostrazione che chi ha sfidato il maltempo lo ha fatto perché attendeva proprio la manifestazione di Colorno per effettuare gli acquisti di stagione. “Giudichiamo nettamente positivo questo rilancio della manifestazione”, affermano i responsabili Danilo, Barbara e Cristina di Artour: ci eravamo proposti di ricondurre la mostra di Colorno a livelli qualitativi molto alti e di imprimerle una decisa connotazione culturale, al di là di quella mercantile”. Il nuovo spirito è stato colto e apprezzato da pubblico e vivaisti, confermando che la strada della qualificazione è quella giusta. Nel 2020 Parma è Capitale Italiana della Cultura e “Nel Segno del Giglio” parteciperà a questa festa corale con proprie proposte e iniziative. “Cultura è anche cultura del verde, confronto, approfondimento, quindi l’occasione perfetta per valorizzare la Reggia e il suo magnifico Parco. Ne stiamo già discutendo con gli Enti territoriali e stiamo già coinvolgendo gli espositori. L’obiettivo 2020 è dunque quello di rendere la manifestazione un evento di punta nel fitto calendario delle mostre mercato italiane riservate al giardinaggio di qualità”. Esattamente come l’aveva pensata 26 anni fa il suo ideatore, Ippolito Pizzetti. Consentito l’ingresso ai cani.
(fonte Studio Esseci)
GROPPARELLO: ALL’ASSALTO DEL CASTELLO 
quando: 25 e 26 aprile 2020
dove: Castello di Gropparello - Via Roma 84 – Gropparello (PC)
costo:  22,50 euro per gli adulti e di 18,50 euro per i bambini, comprende anche la visita al Castello e il percorso del Parco delle Fiabe.
informazioni: Tel. 0523855814  - info@castellodigropparello.com
sito: www.castellodigropparello.it - www.castellodigropparelloeventi.it
Castello di Gropparello - Parco delle Fiabe (9)sintesi: all’assalto di Gropparello, un’incredibile impresa per piccoli cavalieri a difesa del castello sulle colline piacentine. Da secoli, nel Castello di Gropparello (PC) regna la pace. L’atmosfera di serenità si trasforma addirittura in un clima di entusiasmo, quando, nel maniero sulle colline piacentine, la magia della festa del borgo accende la gioia e la voglia del popolo di mostrare alla corte e al villaggio il frutto del lavoro di un anno di fatiche e le abilità nelle più svariate discipline. Tra i personaggi giunti ai piedi della rocca circondata dal Parco delle Fiabe, c’è anche un potentissimo e misterioso mago, che convince il Re ad accogliere un gruppo di pellegrini bisognosi di protezione, i quali ricambieranno l’ospitalità grazie alla loro maestria nella lavorazione di ferro e cuoio, per fornire armi all’esercito. Nel corso della festa, con il pretesto di un apprezzamento troppo spinto nei confronti di una dama, nel villaggio scoppia però la lite tra due giovani: è solo una scusa per poter impugnare le spade e sfidarsi in un duello, che presto degenera in un Assalto al Castello, durante il quale la donna contesa viene fatta prigioniera. Fortunatamente, il coraggio degli stranieri in visita consente di mettere in piedi un giovanissimo esercito di audaci difensori composto anche dai piccoli cavalieri medievali arruolati sul posto. È l’inizio di due giornate indimenticabili, che  conquisteranno il cuore dei bambini con un’esplosione di divertenti attività, tra tornei ed esercitazioni di tiro con l’arco. Nell’affascinante scenario della meticolosa ricostruzione di un villaggio e di un accampamento medievale, si potrà provare a lavorare il cuoio e il ferro, lavorare selci e ammirare l’abilità del maestro falconiere nell’addestramento del suo fedele rapace. Per il pranzo, è possibile prenotare un tavolo alla Taverna conmenù Festivo primavera, acquistare Cestini o panini al Loco Tipico di Ristoro oppure fare un picnic libero sui prati o, al costo di un euro a persona, sotto il Padiglione delle Rose attrezzato con tavoli e panche.
(fonte Ella Digital)