Alessandria: “I giorni del coraggio e dell’orgoglio” sul sito della Fondazione Solidal

Riceviamo e pubblichiamo
“I giorni del coraggio e dell’orgoglio” è il libro scritto da una comunità che ha affrontato in prima persona i giorni della pandemia. Il libro è scaricabile con offerta libera sul sito della Fondazione Solidal.

Il libro scritto da una comunità per raccontare ‘I giorni del coraggio e dell’orgoglio’, quando l’emergenza della pandemia ci ha costretti a toccare con mano le conseguenze di una tragedia che non ci saremmo mai immaginati di vivere, ma anche a scoprire la forza della solidarietà che ci ha aiutati a superarla.

Il racconto di un ospedale che ha cambiato pelle. Il sacrificio di un medico in prima linea. La cronista che vede il coraggio negli occhi dei soccorritori. Quella foto, pubblicata sul giornale, che testimonia gli ultimi momenti di vita di un paziente. Vivere da sola e al rientro a casa, dopo una giornata di lavoro, vedere dalla finestra la città vuota, con le ambulanze che passano, e sentirsi fortunata. Gli infermieri, angeli senza ali. Dalla tragedia, una buona occasione per cambiare. La normalità persa, come può essere l’appuntamento con il barbiere con cui si parla ovviamente di calcio. I volontari che portano farmaci. La scuola al tempo del covid.
L’ebook adesso è pronto. In 92 pagine, contiene i contributi di medici, infermieri, pazienti dell’ospedale di Alessandria, giornalisti, docenti e studenti. Sono ‘Racconti di dolore e di speranza‘, come recita il sottotitolo, in molti casi testimonianze dirette, che ci consentiranno di riavvolgere il nastro degli ultimi quattro mesi della nostra vita, quella segnata dal covid-19.
Il libro è scaricabile a offerta libera(tramite carte o Paypal) dal sito della fondazione SolidAl (www.fondazionesolidal.it), e rappresenta un altro passo lungo la strada che ha portato alla riscoperta del senso di appartenenza a una comunità e dell’orgoglio di essere italiani e, nella fattispecie, alessandrini.

Non si spiegano diversamente la generosità manifestata nei momenti più difficili della pandemia, il coraggio e la speranza quasi palpabili, così come il pensare per una volta a fare squadra.
L’iniziativa, promossa dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria e dal suo braccio operativo e solidale, rientra tra quelle che hanno consentito, grazie ai versamenti di migliaia di persone, di raccogliere oltre un milione di euro a sostegno degli ospedali del territorio e avrà lo stesso obiettivo.
L’idea – sottolinea il presidente della Fondazione Cral Luciano Marianoè nata nell’aprile scorso, nei giorni più cupi dell’emergenza sanitaria, con un duplice obiettivo: raccogliere in un unico progetto editoriale le storie vissute da chi ha combattuto il coronavirus in prima persona: personale sanitario, pazienti, parenti e amici di pazienti, volontari ma anche giornalisti che hanno riportato fedelmente la cronaca della pandemia con inchieste e resoconti. In secondo luogo, proseguire la raccolta fondi per continuare a sostenere i nostri ospedali, finanziare la ricerca e contribuire a combattere l’emergenza economica che ha colpito numerose famiglie residenti in provincia di Alessandria. La partecipazione al progetto da parte degli autori è stata entusiasta; mi auguro che, con altrettanto entusiasmo, i lettori si accostino a questo volume animati dall’interesse e dal desiderio di essere ancora vicini a chi continua a combattere questo oscuro nemico”.
Abbiamo lanciato la campagna #fermiamoloinsieme – aggiunge il presidente di SolidAl Antonio Maconid’intesa con il presidente Mariano, inconsapevoli dell’enorme risultato che sarebbe arrivato. Una cosa era certa: da sole, le fondazioni non avrebbero potuto dare la risposta adeguata per questa emergenza così fuori dal normale”. Considerazione che vale ancora oggi.

Alessandria. Ebook solidale: il racconto di medici, infermieri, giornalisti, studenti e pazienti

Riceviamo e pubblichiamo
Nei prossimi giorni la Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria e la Fondazione SolidAL metteranno a disposizione l’ebook “I giorni del coraggio e dell’orgoglio”. L’ebook  sarà scaricabile ad offerta.

Il racconto di un ospedale che ha cambiato pelle. Il sacrificio di un medico in prima linea. La cronista che vede il coraggio negli occhi dei soccorritori. Quella foto, pubblicata sul giornale, che testimonia gli ultimi momenti di vita di un paziente. Vivere da sola e al rientro a casa, dopo una giornata di lavoro, vedere dalla finestra la città vuota, con le ambulanze che passano, e sentirsi fortunata. Gli infermieri, angeli senza ali. Dalla tragedia, una buona occasione per cambiare. La normalità persa, come può essere l’appuntamento con il barbiere con cui si parla ovviamente di calcio. I volontari che portano farmaci. La scuola al tempo del covid.

Sono 27, in tutto, i contributi che si potranno leggere sull’ebook ‘I giorni del coraggio e dell’orgoglio’, il libro che sarà pubblicato sul sito della Fondazione SolidAl e che raccoglierà quei ‘Racconti di dolore e di speranza’ (così recita il sottotitolo) che ci consentiranno di riavvolgere il nastro degli ultimi tre mesi della nostra vita, quella segnata dal covid-19. Lo potremo in un certo senso riascoltare grazie ai racconti di medici, infermieri, pazienti dell’ospedale di Alessandria, giornalisti e  studenti.
L’ebook sarà scaricabile a offerta. Indipendentemente dal risultato economico che si potrà raggiungere, l’iniziativa è un altro passo lungo la strada che ha portato alla riscoperta del senso di appartenenza a una comunità e dell’orgoglio di essere italiani e, nella fattispecie, alessandrini. Non si spiegano diversamente la generosità manifestata nei momenti più difficili della pandemia, il coraggio e la speranza che si toccavano virtualmente con mano, così come il pensare per una volta a fare squadra.

Concetti sintetizzati nel titolo: rappresentano un bene prezioso da conservare che, si spera, potrà servire anche per i mesi e gli anni che verranno.
Il libro, che conterrà anche fotografie che riassumono, come solo le immagini possono fare, il senso del difficile periodo dell’emergenza, sarà disponibile nelle prossime settimane.
Un’emergenza che la provincia si è lasciata alle spalle anche grazie agli alessandrini che hanno aderito all’invito della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria e contribuito, con i loro versamenti, a raccogliere oltre un milione per le strutture sanitarie del territorio. Invito che vale anche per questa iniziativa.

Alessandria: testimonial del territorio per l’appello sull’emergenza Covid #fermiamoloinsieme

Riceviamo e pubblichiamo
I testimonial del territorio rilanciano l’appello della Fondazione Solidal e Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria per l’emergenza Covid: #fermiamoloinsieme. 

Antonella Clerici, Gad Lerner, Simone Barbato, Mario Giordano: sono alcuni dei PHOTO-2020-03-11-10-03-14testimonial fortemente legati al territorio che hanno sostenuto e aderito alla campagna di raccolta fondi #fermiamoloinsieme e #doniamodacasa avviata dalla Fondazione Solidal e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria per l’emergenza Covid.
Il legame con il territorio che le due Fondazioni hanno da sempre come mission emerge inoltre nel binomio cultura e solidarietà attraverso l’appello forte per per contrastare il virus, che può essere debellato solo rimanendo a casa: #fermiamoloinsieme e #doniamodacasa perché solo antonella clericiinsieme e uniti si può contrastare questo virus che ha sconvolto così prepotentemente le nostre vite in questo ultimo periodo.
La Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria e la Fondazione Solidal in questa campagna mettono quindi a disposizione una serie di filmati di promozione di tutto il territorio, (realizzati dal videomaker Matteo Forcherio in collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria e il Comune di Alessandria) per conoscerlo meglio in questo tempo forzato a casa.
Dai castelli delle colline del Monferrato ai musei della Città di Alessandria, un viaggio simone barbatovirtuale per conoscere ed apprezzare le bellezze del nostro territorio, piccole perle di storia e arte.
I filmati sono disponibili sul sito della Fondazione Solidal www.fondazionesolidal.it e saranno veicolati sulla pagina Facebook della Fondazione Solidal Onlus https://www.facebook.com/SolidalOnlus/
L’appello è già stato accolto da oltre milleduecento donatori, che hanno scelto di donare con fiducia alle Fondazioni del territorio provinciale per sostenere gli operatori che in questo momento sono in prima linea contro il Covid, consentendo di arrivare a raccogliere oltre gad lernersettecentomila euro.
Di questi già trecentomila sono stati trasferiti agli ospedali della provincia di Alessandria per l’acquisto di materiale utile alla cura dei pazienti e ai dispositivi di protezione per gli operatori sanitari: sei letti di rianimazione, un tavolo operatorio e cento caschi CPAP per i pazienti ricoverati, oltre a sedicimila mascherine FFP3, un milione di guanti monouso in nitrile, diecimila camici di protezione, mille visiere protettive e settantamila mascherine chirurgiche come dispositivi di protezione per gli operatori sanitari.
Ma la raccolta continua, perché il materiale va costantemente utilizzato e ciascun mario giordanodonatore può fare la propria parte da casa, donando e aiutando il proprio ospedale attraverso un bonifico intestato a
PRO ASL-AO AL UNITI CONTRO COVID-19
IBAN IT52 S 05034 10408 000000005537
oppure sul sito della Fondazione SolidAl attraverso il circuito PayPal