Di notte tra i segreti del Castello di Padernello

Riceviamo e pubblichiamo
foto Virginio Gilberti
Il 20 giugno e l'11 luglio  2021, visite guidate in notturna per scoprire le storie magiche e misteriose che hanno animato il maniero quattrocentesco della Bassa Bresciana.

Ogni castello ha una vita segreta, che nasce dalle storie delle persone che l’hanno vissuto e dai luoghi affascinanti che rivelano il passato alla realtà presente. Una vita misteriosa ed intrigante, che diventa più palpabile quando il silenzio e le ombre avvolgono il cortile, le stanze, la torre, rendendo tutto più nitido, intimo e riconoscibile. Al Castello di Padernello, maestoso maniero quattrocentesco della Bassa Bresciana, tornato alla vita grazie ad un restauro che ha visto la comunità in prima linea, in alcune notti speciali dell’anno, il ponte levatoio scende sul fossato per dare il benvenuto ai fortunati visitatori pronti a cogliere l’anima più profonda e nascosta del castello.
Al seguito di una voce magica, saranno condotti nelle vite passate della cucina cinquecentesca, negli ambienti eleganti, i soffitti decorati e le suggestioni della scalinata settecentesca.

Scopriranno, inoltre, le sale che rivelano le opere d’arte del pittore Giacomo Ceruti, esposte in riproduzioni fotografiche ad altissima risoluzione, e avranno la sensazione di incontrare gli abitanti dell’antico maniero, dove si narra vaghi ancora l’anima di Biancamaria Martinengo, nota come la Dama Bianca. La giovane 13enne, che faceva parte della famiglia che per cinque secoli ha vissuto nel Castello di Padernello, in una notte d’estate, si sporse oltre le mura del maniero per seguire le scie luminose delle lucciole, cadendo tragicamente. La leggenda vuole che ogni 10 anni la Dama Bianca torni sullo scalone d’onore del castello vestita di bianco, portando in mano un libro d’oro contenente un segreto.
Le visite guidate in notturna alla scoperta della vita segreta del castello si svolgono domenica 20 giugno e domenica 11 luglio 2021 dalle ore 21.00 alle 22.30, al prezzo di 18 euro a persona. La prenotazione, sul sito internet del castello, è obbligatoria: solo 25 posti disponibili.
Gli eventi si svolgeranno rispettando normative e decreti in vigore nelle date in programma. È obbligatorio essere muniti di mascherina.

Orari di apertura del Castello di Padernello
Il Castello è visitabile (solo con guida e con prenotazione obbligatoria) nei giorni di:
Mercoledì, Giovedì e Venerdì alle ore 10:00 ed alle ore 15:00.
Sabato alle ore 10:30, 14:30, 15:30 e 16:30.
Domenica alle ore 10:30, 14:30, 15:00, 15:30, 16:00, 16:30, 17:00 e 17:30.
Chiusura il Lunedì e il Martedì.
Per informazioni e prenotazioni: Fondazione Castello di Padernello
Via Cavour, 1 Padernello
25022 Borgo san Giacomo (BS)
Tel. 030 9408766
E-mail: info@castellodipadernello.it 
Sito web: www.castellodipadernello.it

Il Castello di Padernello rinasce con la cultura e cerca nuovi soci

Riceviamo e pubblichiamo
Al via la campagna di tesseramento 2021 a sostegno della Fondazione Castello di Padernello, maniero della Bassa Bresciana fulcro di iniziative culturali, economiche e sociali.
foto Virginio Gilberti

Il Castello di Padernello, splendido maniero quattrocentesco della Bassa Bresciana si rivolge ai suoi soci, presenti e futuri, per continuare a portare avanti il suo progetto di rinascita culturale, economica e sociale. Ha preso il via, infatti, la campagna di tesseramento 2021 a sostegno della Fondazione Castello di Padernello, che dal 2006, grazie ad una grande opera di restauro e di recupero del maniero che rischiava l’abbandono e la cancellazione di 600 anni di storia, si occupa di rendere vivo questo luogo di generatività sociale, di iniziative culturali ed economia circolare. Sono tanti gli eventi che normalmente vengono organizzati tra le mura, gli spazi verdi del Castello e il suo borgo, tra mostre d’arte, iniziative per promuovere stili di vita sostenibili e le visite guidate tra le bellissime sale del maniero che racconta vicende e arti di diverse epoche storiche.

foto Virginio Gilberti

Tra gli ultimi progetti ci sono anche il recupero strutturale del borgo di Padernello, la creazione di un albergo diffuso e di botteghe artigiane intese come luoghi di formazione.
«Mi piacerebbe che quest’anno il rinnovo della tessera fosse un atto personale di grande affetto verso la nostra Fondazione – queste le parole del presidente Domenico Pedroni-, che fosse un momento di grande emozione per condividere un progetto che da 15 anni ha portato il Castello di Padernello ad essere un luogo di socialità e comunità. Un luogo promotore della cultura, delle arti e della storia. Per il 2021 vi chiediamo, se vi è possibile, di sottoscrivere il rinnovo della tessera con un contributo maggiore dei 10 euro previsti dal regolamento. Confido nella vostra generosità e sensibilità per superare questi momenti di difficoltà, per far sì che questo grande progetto di valorizzazione del nostro territorio, di restauro del castello e di avvio di un borgo artigiano che possa dare lavoro ai nostri giovani, possa continuare».

Fino al 31 marzo 2021, si può contribuire con il rinnovo o l’acquisto della tessera da socio sostenitore direttamente presso la segreteria della Fondazione, oppure tramite bonifico bancario o paypal.
Per informazioni sulla campagna di tesseramento 2021: www.castellodipadernello.it
Fondazione Castello di Padernello
Via Cavour, 1 Padernello – Borgo san Giacomo (BS)
tel. 0309408766 – E – mail: info@castellodipadernello.it – Sito web: www.castellodipadernello.it

Padernello (BS): stanotte sogno in un Castello

Riceviamo e pubblichiamo
foto Virginio Gilberti
Tra le opere d’arte e le affascinanti vicende del Castello di Padernello (BS), che organizza aperture serali del maniero quattrocentesco, il 3, il 17 e il 23 ottobre 2020.

Nella penombra suggestiva della notte, i contorni si fanno più nitidi, il silenzio lascia spazio a suoni inattesi e l’immaginazione rende tutto più trasparente, quasi reale.

È così che il viaggio nella storia del Castello di Padernello, imponente maniero quattrocentesco della Bassa Bresciana, si fa più affascinante ed esclusivo.
Grazie alle aperture serali – previste nei sabati 3 e 17 ottobre e venerdì 23 ottobre – l’antico e originale ponte levatoio del Castello scenderà sul fossato per aprire l’ingresso al suo intreccio di epoche, di opere d’arte e di personaggi storici, ai visitatori notturni che sceglieranno di compiere questa esperienza speciale.

A seguito di una guida, esploreranno, in due turni – il primo dalle 21.00 alle 22.00 e il secondo dalle 22.00 alle 23.00 –, le cucine databili tra il ‘400 e il ‘500, saliranno sulla scalinata settecentesca e si soffermeranno davanti ai soffitti affrescati e nelle sale del Ciclo di Padernello, riproduzioni fotografiche delle opere d’arte del pittore tardo barocco Giacomo Ceruti.

E poi resteranno ad ascoltare le storie e le vicende antiche del Castello di Padernello, sperando di non fare incontri fuori dall’ordinario, come quello con la Dama Bianca, anima errante del maniero tornato alla vita, la quale compare ogni 10 anni sullo scalone d’onore per mostrarsi vestita di bianco e custodire un intrigante segreto.
L’iniziativa è realizzata nello sviluppo del progetto di Cultura Sostenibile, bando della Fondazione Cariplo.
Le aperture serali sono al prezzo di 10 euro a persona (ridotto 8 euro), con prenotazione obbligatoria (i posti disponibili sono limitati).

Presentandosi in castello senza prenotazione non viene garantita la possibilità di partecipare all’iniziativa.
Fondazione Castello di Padernello
Via Cavour, 1 Padernello
25022 Borgo san Giacomo (BS)
Tel. 0309408766
E-mail: info@castellodipadernello.it
Sito web: www.castellodipadernello.it

Padernello a Tavola: tre cene itineranti tra i sapori rurali

Riceviamo e pubblichiamo
Il 15, il 24 e il 30 settembre 2020, al Castello di Padernello (BS) e nel borgo, si degustano i piatti della tradizione, sostenendo la raccolta fondi per valorizzare il maniero quattrocentesco rinato.

Padernello a Tavola triplica le sue esperienze tra i sapori rurali, con tre cene itineranti al Castello di Padernello, maniero quattrocentesco della Bassa Bresciana, e il suo caratteristico borgo.

La manifestazione – che coniuga cultura, piatti del territorio, condivisione e partecipazione – si svolgerà in tre appuntamenti serali, a partire dalle 20.00, coinvolgendo tre ristoranti di Padernello.
Si comincia il 15 settembre 2020 al Ristorante Cascina Bianca, il 24 settembre sarà la volta della Locanda del Vognot e il 30 settembre toccherà all’Osteria Aquila Rossa. L’accoglienza per tutti sarà sempre al Castello di Padernello, dove negli spazi della Dispensa saranno preparati gustosi stuzzichini, un aperitivo per poi recarsi al ristorante scelto in cui assaporare la cena a base di pietanze della tradizione bresciana. Tutte le cene saranno accompagnate dalla performance musicale di Fabrizio Baselli

Padernello a Tavola si colloca nell’ambito di un più vasto progetto di valorizzazione del borgo artigiano e rurale di Padernello, un borgo di comunità vivo e pulsante, in cui creare e sviluppare agricoltura di prossimità, piste ciclabili, piantumazione di alberi e altre specie vegetali. Un luogo di connessione ecologica, per formare una comunità più consapevole, più solidale, più partecipativa.
Inoltre Padernello a Tavola è un evento all’insegna della solidarietà. Un’occasione per sostenere il Castello di Padernello e votarlo sul sito dei Luoghi del Cuore del FAI, un progetto di  censimento del Fondo Ambiente Italiano dei luoghi italiani da non dimenticare, anzi da amare e valorizzare. Il Castello è infatti rinato dopo il suo restauro, dal 2006, grazie ad un accordo pubblico-privato e alle attività di valorizzazione della Fondazione Castello di Padernello, che ha evitato di cancellare 600 anni di storia.

Con Padernello a Tavola, inoltre, si dà direttamente un supporto concreto alla cultura, perché si sostiene la raccolta fondi a favore della Fondazione Castello di Padernello per continuare nell’attività culturale e di promozione del territorio.
Per informazioni e prenotazioni:
Fondazione Castello di Padernello
Via Cavour, 1 Padernello – Borgo San Giacomo (Bs)
Tel. 0309408766
E – mail: info@castellodipadernello.it   
Sito web: www.castellodipadernello.it 

Castello di Padernello: a spasso tra arte, storia e natura

Riceviamo e pubblichiamo
Si parte dal maniero della Bassa Bresciana per immergersi nella campagna, attraversare il Ponte San Vigilio dell’artista Giuliano Mauri e scoprire i resti del monastero benedettino.
foto di Virginio Gilberti

Passeggiate campestri e culturali per vivere e scoprire in movimento l’arte, la storia e la natura del Castello di Padernello, maniero quattrocentesco della Bassa Bresciana, e del suo territorio.
Sono organizzate tutti i giorni dal martedì al venerdì dalla Fondazione Castello di Padernello, che ha ideato un percorso stimolante per tutti coloro, grandi e piccoli dagli 8 anni in su, che vogliono vivere nuove esperienze all’aria aperta.

La passeggiata, di circa 4 km, dura un’ora e mezza e parte dal Castello per attraversare il bellissimo Ponte San Vigilio, opera d’arte in natura creata dall’artista Giuliano Mauri tessendo legno di castagno, e per seguire un sinuoso tragitto nella campagna. Un’occasione per osservare il borgo agricolo di Padernello e per conoscere, grazie al racconto coinvolgente della guida, i resti dell’antica cappella dedicata a San Vigilio dove, ancor prima del 1127, sorgeva un monastero benedettino femminile dedicato all’omonimo santo. Una visita diversa dal solito per camminare nella natura, rilassarsi e scoprire perle di storia del territorio.

L’evento si inserisce all’interno dell’ampio progetto di valorizzazione turistico-culturale “Sui passi di Giuliano Mauri”, realizzato con il sostegno di Regione Lombardia e del FESR (Fondo europeo di sviluppo regionale), e mette in relazione diversi operatori culturali – Fondazione Castello di Padernello, Polyedros srl e MillePontiViaggi di Chiari Tours s.r.l., in collaborazione con l’Associazione Giuliano Mauri, la Biblioteca Comunale Laudense ed il Parco delle Orobie Bergamasche – al fine di valorizzare il patrimonio paesaggistico e culturale della Lombardia promuovendo nuovi itinerari turistici.

La passeggiata fra arte, storia e natura si svolge dal martedì al venerdì dalle 10.00 alle 11.30 e dalle 16.30 alle 18.00, con prenotazione online obbligatoria su www.castellodipadernello.it
La  prenotazione deve pervenire con almeno 24 ora di anticipo.
Il prezzo del biglietto è di 10 euro, ridotto 5 euro.
Fondazione Castello di Padernello
Via Cavour, 1 Padernello
25022 Borgo san Giacomo (BS)
Tel. 0309408766
E - mail: info@castellodipadernello.it
Sito web: www.castellodipadernello.it

Padernello in Tavola: tappa finale take away nel Castello

Riceviamo e pubblichiamo
foto Virginio Gilberti
Il 28 giugno 2020, la cena tra i ristoranti del borgo con tappa finale nel Castello di Padernello (BS) diventa take away, per assaporare i piatti della tradizione bresciana a casa e contribuire al restauro del maniero quattrocentesco.

All’insegna della cultura, la condivisione e la partecipazione, la cena itinerante Padernello a Tavola, la più buona e gustosa di Brescia e Provincia, organizzata ogni anno tra il Castello di Padernello e il Borgo, per questa edizione si trasforma in Padernello in Tavola con piatti take away. Domenica 28 giugno 2020, dalle 17.30 alle 20.30, saranno infatti le prelibate ricette locali preparate dai ristoranti del borgo di Padernello ad arrivare nelle case, per essere assaporate come da tradizione.
Il ristorante La Dispensa preparerà un delizioso apri-cena, la Cascina Bianca un antipasto, la Locanda del Vegnot cucinerà un primo piatto, mentre l’Aquila Rossa un secondo piatto.
Completerà la cena un dolce della Locanda del Vegnot. Il tutto sarà inserito in un’apposita confezione, unitamente ad una bottiglia di vino, per ogni due persone e potrà essere ritirato al punto di distribuzione fissato presso l’ingresso della Dispensa. A sostegno dell’evento, per un massimo di 200 persone, è richiesto un contributo di 35 euro.

Essendo Padernello in Tavola anche un’iniziativa di solidarietà, tutti coloro che non potranno degustare la cena, possono comunque sostenere la Fondazione Castello di Padernello, che lavora per la valorizzazione e la vita del maniero quattrocentesco, il quale si può anche votare come “Luogo del Cuore” del FAI – Fondo Ambiente Italiano.
Con un versamento di almeno 10 euro alla Fondazione Castello di Padernello, presentando il coupon rilasciato dalla procedura online sul sito web del Castello di Padernello  – www.castellodipadernello.it – potrà essere ritirato, entro il 31 dicembre 2020, un originale prodotto artigianale creato dal maestro pellettiere Enrico Zotti. Un pezzo di alta artigianalità che valorizza il progetto delle scuole botteghe, inserito nell’iniziativa “Verso il Borgo” per fare di Padernello un vero borgo artigiano, un luogo in cui coniugare professione e formazione.

Le visite guidate al Castello di Padernello sono possibili solo su prenotazione dal martedì al venerdì alle ore 10:00 oppure alle ore 15:00. Sabato alle 14:30 – 15:30 – 16:30. Domenica alle 14:30 – 15:00 – 15:30 – 16:00 – 16:30 – 17:00 – 17:30.
I gruppi saranno composti da massimo 8 persone.
Fondazione Castello di Padernello
Via Cavour, 1 Padernello – 25022 Borgo san Giacomo (Bs)
Tel.0309408766 – E-mail: info@castellodipadernello.it – Sito web: www.castellodipadernello.it  

La vita segreta del Castello di Padernello

Riceviamo e pubblichiamo
foto Virginio Gilberti
Dal 7 marzo 2020, visite guidate in notturna per scoprire le storie magiche e misteriose che hanno animato il maniero quattrocentesco della Bassa Bresciana.

Ogni castello ha una vita segreta, che nasce dalle storie delle persone che l’hanno Castello di Padernello - Notturna - Foto di Virginio Gilberti (6)vissuto e dai luoghi affascinanti che rivelano il passato alla realtà presente.
Una vita misteriosa ed intrigante, che diventa più palpabile quando il silenzio e le ombre avvolgono il cortile, le stanze, la torre, rendendo tutto più nitido, intimo e riconoscibile.
Al Castello di Padernello, maestoso maniero quattrocentesco della Bassa Bresciana, tornato alla vita grazie ad un restauro che ha visto la comunità in prima linea, in alcune notti speciali dell’anno, il ponte levatoio scende sul fossato per dare il benvenuto ai fortunati visitatori pronti a cogliere l’anima più profonda e nascosta del castello.
Al seguito di una voce magica, saranno condotti nelle vite passate della cucina Castello di Padernello - Notturna - Foto di Virginio Gilberti (4)cinquecentesca, negli ambienti eleganti, i soffitti decorati e le suggestioni della scalinata settecentesca.
Scopriranno, inoltre, le sale che rivelano le opere d’arte del pittore Giacomo Ceruti, esposte in riproduzioni fotografiche ad altissima risoluzione, e avranno la sensazione di incontrare gli abitanti dell’antico maniero, dove si narra vaghi ancora l’anima di Biancamaria Martinengo, nota come la Dama Bianca.
La giovane 13enne, che faceva parte della famiglia che per cinque secoli ha vissuto nel Castello di Padernello, in una notte d’estate, si sporse oltre le mura del maniero per seguire le scie luminose delle lucciole, cadendo tragicamente.
La leggenda vuole ogni 10 anni la Dama Bianca torni sullo scalone d’onore del Castello di Padernello - Notturna - Foto di Virginio Gilberti (7)castello vestita di bianco, portando in mano un libro d’oro contenente un segreto.
Le visite guidate in notturna alla scoperta della vita segreta del castello si svolgono il 7 marzo, il 17 aprile, il 29 maggio, il 7 giugno, il 5 settembre e il 3 ottobre 2020, dalle ore 21.00 alle 22.30, al prezzo di 15 euro a persona (ridotto 12 euro).
La prenotazione è obbligatoria: i posti disponibili sono limitati.
L’iniziativa è realizzata con il contributo di Cultura Sostenibile, bando della Fondazione Cariplo.

Fondazione Castello di Padernello
Castello di Padernello - Notturna - Foto di Virginio Gilberti (5)Via Cavour, 1 Padernello - Borgo san Giacomo (BS) Tel.0309408766
E - mail: info@castellodipadernello.it  
Sito web: www.castellodipadernello.it
Orari di apertura del Castello di Padernello
dal Martedì al Venerdì: 9.00-12.00/14.30-17.30
Sabato: 14.30-17.30 
Domenica: 14.30-18.30
Ultimo ingresso un’ora prima della chiusura

Due castelli due eventi: la mostra su “Ubuntu” a Padernello e l’Ora della Terra a Petroia

rubrica a cura della Redazione
Due castelli altrettante occasioni: RP vi consiglia di annotarvi sull’agenda la mostra “Terra in Trance. Alla scoperta di Ubuntu” al Castello di Padernello (Bs) e l’Ora della terra, una notte a lume di candela al Castello di Petroia (Pg).
CASTELLO DI PADERNELLO (BS): UNA MOSTRA E IL CONCETTO DI UBUNTU
quando: dal 22 marzo al 31 luglio 2020. Inaugurazione 21 marzo 2020
dove: Castello di Padernello - Via Cavour, 1 Padernello - Borgo San Giacomo (BS)
orario: dal martedì al venerdì 9-12/14,30-17,30 | sabato pomeriggio 14,30-17,30 | domenica pomeriggio 14,30-18,30 
costo: visita guidata castello e mostra intero 7,00 euro ridotto 5,00 euro
informazioni: tel. 0309408766 - info@castellodipadernello.it
sito: www.castellodipadernello.it
unnamedsintesi: inaugura il 21 marzo 2020 nel maniero quattrocentesco della Bassa Bresciana l’esposizione “Terra in Trance. Alla scoperta di Ubuntu” ideata dal Collettivo FakeNews. È un desiderio di pace, una regola di vita basata sul rispetto dell’altro, nella consapevolezza che la propria realizzazione vada di pari passo con quella delle altre persone. Il concetto africano di ubuntu è al centro della mostra che si snoderà tra le sale del Castello di Padernello “Terre in Trance. Alla scoperta di Ubuntu” indaga, come in un viaggio, la filosofia di ubuntu, che come spiega Nelson Mandela “coglie il senso profondo dell’essere umano solo attraverso l’umanità degli altri”, aggiungendo “se concluderemo qualcosa al mondo sarà grazie al lavoro e alla realizzazione degli altri”. In sintesi: io sono perché noi siamo. In occasione dell’inaugurazione della mostra si presenterà al Castello di Padernello il famoso rapper afro-italiano Tommy Kuti. Il concerto è gratuito e aperto al pubblico e avrà inizio alle 20.00. Non mancheranno attività ed eventi collaterali. 
(fonte Ella Digital)
CASTELLO DI PETROIA (PG): SPEGNE LE LUCI PER L’ORA DELLA TERRA 
quando: sabato 28 marzo 2020
dove: Castello di Petroia – Loc. Petroia – Gubbio (Pg)
orari: 20,30
informazioni: Tel. 075920287 - E-mail: info@petroia.it
sito: http://www.petroia.it/
Castello di Petroia - Autunno (8)sintesi: il Castello millenario si illumina di stelle e candele, il Castello di Petroia (PG) spegne le luci per l’Ora della Terra, mobilitazione internazionale del WWF, in linea con le sue pratiche ecologiche per ridurre l’impatto sul pianeta. Tra le mura millenarie, i viali, i saloni antichi del Castello di Petroia (PG) il 28 marzo 2020 alle 20.30 si spengono le luci e si accendono i bagliori di torce e candele per l’Ora della Terra, la mobilitazione mondiale del WWF per sensibilizzare al risparmio energetico e alla riduzione dell’inquinamento luminoso. Nel maniero medievale che spicca da secoli su una collina tra Gubbio e Perugia, da cui si apre una vallata di boschi, pascoli e biodiversità, da anni si utilizzano solo fonti energetiche alternative e si coltivano pratiche ecologiche per ridurre l’impatto sulla salute del pianeta e sui cambiamenti climatici. Così, in occasione dell’Ora della Terra, gli ospiti del Castello potranno cenare a lume di candela, passeggiare sotto un cielo trapuntato di stelle e chiedere di illuminare la propria camera solo con i candelieri, nel silenzio donato dalla natura e dalla storia. Il ristorante del Castello di Petroia resterà aperto con menu alla carta anche per coloro che non soggiornano nel maniero.
(fonte Ella Digital)

Castello di Padernello: immersioni nell’arte di Giuliano Mauri, il carpentiere della natura

Riceviamo e pubblichiamo
Dall’8 marzo al 23 giugno 2020, il Castello di Padernello (BS) invita grandi e piccoli a vivere esperienze nelle opere d’arte in natura del creatore del Ponte San Vigilio, alla scoperta di nuovi itinerari turistici in Lombardia.

Ha costruito “scale, mulini, case, ponti, giostre, cattedrali, fiumi, isole, boschi, cieli”, come un “carpentiere” della natura, l’artista Giuliano Mauri, esponente del movimento “art in nature” profondamente legato al Castello di Padernello. Vicino a questo maniero Castello di Padernello - Giuliano Mauri - Ponte San Vigilio (4)quattrocentesco, situato nella Bassa Bresciana, ha realizzato la sua ultima straordinaria opera: il Ponte San Vigilio, che ha creato tessendo legno di castagno e che le stagioni vestono ogni volta di nuova poesia; si tratta di due ponti – inseriti nel bosco poco distante dal Castello – che recuperano idealmente il percorso di un’antica strada romana.
Per valorizzare il suo operato che, fra le altre cose, fa riflettere su quanto le azioni dell’uomo incidano sulla natura, il Castello di Padernello organizza una serie di eventi per grandi e piccoli, per “Vivere e sentire l’arte di Giuliano Mauri”.
Domenica 8 e 22 marzo 2020, alle 17.00, saranno i più piccoli i protagonisti della “Biografia d’artista a misura di bambino”. L’attrice Sara Manduci, nei panni di Giuliano Mauri, li condurrà nel suo mondo, a partire dai cartelloni pubblicitari dipinti per il cinema dello zio, attraverso le prime sperimentazioni con specchi e neon fino ad arrivare alle mostre d’arte personali e alle grandi sculture vegetali. Un percorso che fa anche riflettere sulla varietà del paesaggio lombardo, ricco di acqua, pianura, collina e montagna, gli ambienti in cui Mauri ha lavorato. Infine, i bambini riceveranno in omaggio un libricino illustrato da Nadia Sayed Ali, che racconta la vita dell’artista. La partecipazione, ideale per i bambini dai 6 ai 10 anni, è gratuita, con prenotazione Castello di Padernello - Giuliano Mauri - Ponte San Vigilio (3)consigliata.
Nei giorni 22 aprile e 19 maggio alle 18.00 ed il 23 giugno 2020 alle 18.30, sarà possibile fare un’esperienza sensoriale dell’opera d’arte di Giuliano Mauri nel bosco di Padernello, partecipando al “Momento meditativo al Ponte San Vigilio”. La psicomotricista e consulente olistica Maria Simona Provezza guiderà i partecipanti in una passeggiata silenziosa dal Castello di Padernello fino alle architetture naturali del ponte, per riscoprire sé stessi, attraverso la meditazione e la relazione armoniosa con i suoni e gli elementi della natura. Il costo dell’esperienza, con prenotazione obbligatoria, è di 5 euro.
L’esponente del movimento “art in nature” viene ricordato con una serie di iniziative che rientrano nell’ampio progetto di valorizzazione turistico-culturale “Sui passi di Visit Brescia - PadernelloGiuliano Mauri”, realizzato con il sostegno di Regione Lombardia e del FESR (Fondo europeo di sviluppo regionale).
Il progetto integra e mette in relazione diversi operatori culturali – Fondazione Castello di Padernello, Polyedros s.r.l. e MillePontiViaggi di Chiari Tours s.r.l, in collaborazione con l’Associazione Giuliano Mauri, la Biblioteca Comunale Laudense ed il Parco delle Orobie Bergamasche – al fine di valorizzare il patrimonio paesaggistico e culturale della Lombardia promuovendo nuovi itinerari turistici nei luoghi segnati dalle opere di Mauri, con percorsi tra il maniero quattrocentesco, i borghi del bresciano, il territorio di Lodi e Oltre il Colle, fino al lago d’Iseo e alla Franciacorta.

Per informazioni e prenotazioni:
Fondazione Castello di Padernello
Via Cavour, 1 Padernello – Borgo san Giacomo (BS)
Tel. 0309408766 – E – mail: info@castellodipadernello.it
Sito web: www.castellodipadernello.it

“Padernello Orto e Giardino”: tre domeniche di prodotti biologici nel cortile del maniero

Riceviamo e pubblichiamo
Domenica 1 marzo, 5 aprile e 3 maggio 2020, al Castello di Padernello (BS) la 2ª edizione dell’evento dedicato all’agricoltura biologica, alle piante e ai fiori autoctoni, all’orto sociale.

I migliori produttori biologici espressione di un’agricoltura di prossimità, senza pesticidi e lontana dalle logiche della produzione intensiva, sono protagonisti della tramonto_castello-di-padernello_bellezza_turismo_brescia_lombardia_invernoedizione della rassegna “Padernello Orto e Giardino”, che si tiene nel cortile del Castello di Padernello, elegante maniero che domina il paesaggio della Bassa Bresciana, domenica 1 marzo 2020 e nelle domeniche primaverili del 5 aprile e del 3 maggio, dalle 9.30 alle 18.00. Un’occasione per confrontarsi sui temi dell’agricoltura biologica, conoscere piante e colture autoctone, acquistare verdure dell’orto e fiori nel mercato vivaistico, ma anche per ritrovare quel senso di comunità e di socialità autentico tra le persone, che si può scoprire impegnandosi nella realizzazione di un orto sociale.

Castello-di-Padernello-Mercati-della-Terra-Foto-di-Virginio-Gilberti-3

foto Virginio Gilberti

Il Castello di Padernello, infatti, oltre ad essere un luogo d’arte, di storia e di cultura, è anche promotore di economia sociale (le stesse vicende che hanno portato al restauro del maniero quattrocentesco, recuperato dall’abbandono grazie ad una gestione pubblico-privata ne sono un esempio) e di economia circolare, in quanto mette in campo iniziative all’insegna della sostenibilità ambientale, dell’agricoltura ecologica, della valorizzazione del territorio al fine di creare lavoro e sviluppo.

Castello-di-Padernello-Mercati-della-Terra-Foto-di-Virginio-Gilberti-1

foto Virginio Gilberti

L’idea degli eventi di “Padernello Orto e Giardino” è di dare valore alle piante locali, alla biodiversità, per riavvicinare le persone alle radici e alla storia del luogo, al suo paesaggio agricolo, promuovendo un tipo di alimentazione in sintonia con l’ambiente e la salute.
Nella stessa ottica, ogni terza domenica del mese, il Castello di Padernello è lo scenario del  Mercato della Terra®  Slow Food. La partecipazione all’evento è anche lo spunto per visitare il bellissimo maniero e per scoprirne l’affascinante storia.

Orari di apertura del Castello di Padernello
dal Martedì al Venerdì: 9.00 - 12.00 / 14.30 - 17.30
Sabato: 14.30 - 17.30
Domenica: 14.30 - 18.30
Ultimo ingresso un’ora prima della chiusura.
Per informazioni e prenotazioni: Fondazione Castello di Padernello
Via Cavour, 1 Padernello
25022 Borgo san Giacomo (BS)
Tel. 030 9408766
E - mail: info@castellodipadernello.it
Sito web: www.castellodipadernello.it