E noi giovani? Protagonisti o comparse?

di Valerio Pisanelli 
Oggi ospitiamo Valerio Pisenalli detto il “Pisa” che ci descrive, in modo molto accurato,        come sono i giovani d’oggi. 

Noi giovani non siamo onesti. Ci barrichiamo dietro la nostra età per nascondere quanto in realtà siamo corrotti nell’animo e quanto ci sentiamo persi nel mondo degli adulti in cui stiamo entrando. A seconda di quando ci è più conveniente siamo troppo giovani per fare questo o troppo adulti per quello. Pretendiamo che gli adulti ci lascino liberi di sperimentare e testare questa nuova libertà che la maggiore età e, per alcuni, l’indipendenza economica comportano, ma allo stesso tempo abbiamo bisogno della mamma per qualsiasi questione seria.

Viviamo in una società in cui ostentiamo tutti un’apparente spavalderia, ma poi nell’intimità di casa non riusciamo a telefonare al ristorante per ordinare una pizza. Sia beato chi ha inventato le app per ordinare il cibo senza dover più chiamare!Come possiamo pretendere che gli adulti ci considerino in modo serio vedendo tutto ciò? Come possiamo arrabbiarci quando gli adulti non ci considerano seriamente se gli diamo costantemente questo spettacolo?

“Sono giovane, chissene frega del vero amore, del lavoro, voglio solo fare esperienze, divertirmi e diventare ricco sperando di svegliarmi un giorno con il conto in banca pieno. Voglio poter andare a letto con mille persone senza curarmi di perdere amicizie o occasioni lavorative a causa dei miei atteggiamenti, tanto ho tempo e posso risolvere tutto. Viva l’indipendenza! Non ho bisogno di nessuno se non di me stesso, sono io il mio capo, non mi interessa curarmi solo per piacere agli altri e non a me stesso, se a qualcuno non va bene il problema è suo, sarò io a cambiare giri” questo è cio che pensiamo quasi tutti, anche se alla fine ci contraddiciamo perche finiamo sempre per comportarci in maniera tale da essere accettati e piacere agli altri pur rischiando di perdere noi stessi.

Col passare degli anni però ci rendiamo conto di aver perso occasioni in favore di altre che ora ci sembrano sciocche, e rimpiangiamo di non essere andati a lavorare mentre i nostri amici si divertivano, anche se ci sembrava una cosa inconcepibile. Dal punto di vista sentimentale, invece, ci ritroviamo dopo anni a pensare a come sarebbe andata se non avessimo avuto così tanta paura di legarci seriamente a qualcuno perché pensavamo di avere tempo e altre occasioni. Spoiler: non ne abbiamo, o meglio ne abbiamo veramente poche e le sprecheremo tutte finché ci aggrapperemo a questo ragionamento. Il tempo non sistema le cose e non ci fa magicamente raggiungere i nostri sogni senza sforzi. Ci ritroviamo di conseguenza con poco rimasto, fingendo di esserne soddisfatti e felici mentre in realta ci stiamo solo accontenando.

Ci lamentiamo dell’aspetto fisico e delle condizioni salutari quando non sono altro che la conseguenza delle nostre scelte e regimi di vita passati. Critichiamo il comportamento altrui quando in primis non facciamo niente per cambiare il nostro e quindi roviniamo relazioni o amicizie perche – riflettiamo – in esse le nostre insicurezze. Sminuiamo chi sacrificandosi è riuscito a raggiungere obbiettivi perché dobbiamo mascherare una latente invidia nei loro confronti. È lo stesso meccanismo malato per cui ci lamentiamo del fatto che non ci si può fidare più di nessuno mentre siamo i primi a non essere fedeli. Parliamo ma non agiamo, proprio noi che invece su questioni ambientali o umanitarie siamo i primi a scendere in piazza.

Tutto cio non è per vendervi un corso online o farvi un discorso sul mindset – ma per confermarvi – che si raccoglie cio che si semina, bisogna prendere decisioni nel presente in base a come visualizzate il vostro futuro. Ogni cosa ha una reazione ed una conseguenza e questo vale sia per le cose belle che per quelle brutte. Non è da stupidi fermarsi a riflettere e chiedersi se è tutto ok o se è realmente giusto quello che stiamo facendo,basta veramente poco alla fine per essere felici.

Alla fine ciò che conta è essere soddisfatti delle proprie scelte e degli obbiettivi raggiunti. Si vive una volta sola, ma non per questo bisogna fare di tutto senza mai pensare alle conseguenze o pensando di essere indistruttibili.

Instagram: https://instagram.com/iam.pisa?igshid=YmMyMTA2M2Y=

Facebook: https://www.facebook.com/valerio.pisanelli.50

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: