Bollo auto 2022: tutto quello che c’è da sapere secondo automobile.it

Riceviamo e pubblichiamo. 

Una delle tasse meno amate dagli automobilisti, ma che deve essere regolarmente versata ogni anno a prescindere dall’utilizzo effettivo della vettura, è il bollo auto. Rispetto al 2021 con l’anno nuovo sono previste alcune novità.

Scopriamole insieme ad automobile.it, sito di annunci di auto usate, nuove, Km 0 e a noleggio, che per l’occasione ci offre una mini guida sul bollo auto 2022

Le novità di quest’anno

Negli scorsi mesi si era parlato di una possibile abolizione di questa tassa, ma dal governo centrale non è arrivato alcun orientamento in tal senso. Inoltre, è stato respinto anche un emendamento con il quale veniva chiesta l’abolizione del superbolloL’unica novità riguarda la rottamazione delle cartelle esattoriali per il bollo auto non pagato relativo al periodo 2000 – 2010 con importi non superiori ai 5.000 euro. Già dallo scorso mese di novembre questi debiti sono stati cancellati automaticamente. 

Proroga bollo auto per Covid: cosa è successo nella fase di emergenza

Complice le difficoltà economiche derivanti dalla pandemia da COVID-19 negli scorsi anni, i vari governi hanno adottato misure a tutela degli automobilisti. Con specifico riferimento al bollo auto i vari decreti emanati avevano disposto il rinvio del pagamento, mentre alcune regioni avevano addirittura previsto misure specifiche come il rimborso dell’importo per taxi, NCC e autobus turistici dato il periodo di lockdown e l’impossibilità di circolare liberamente sul territorio.

Pagamento bollo auto 2022 

Questo tributo è di competenza regionalee il pagamento segue regole diverse a seconda che si tratti del primo versamento o di un rinnovo, poiché in questo secondo caso la corresponsione dell’importo è prevista secondo un calendario prestabilito e può essere effettuata entro l’ultimo giorno del mese successivo a quello di scadenza del bollo precedente. 

Come pagare il bollo auto

Sono numerose le possibilità offerte per pagare il bollo auto 2022. Si potrà infatti effettuare questa operazione comodamente da casa tramite i servizi di home banking, oppure recarsi in tabaccheria o ancora presso uno sportello ACI. 

Ecco tutte le modalità per pagare il bollo auto 2022: 

  • Home Banking 
  • punti vendita Sisal e Lottomatica
  • Poste Italiane (online o tramite gli uffici postali)
  • domiciliazione bancaria con sconto 15% (valida solo per alcune regioni)
  • presso gli sportelli ATM abilitati
  • sul sito dell’ACI mediante il servizio pagoBollo
  • da IO, l’app dei servizi pubblici
  • tramite Satispay
  • sul sito dell’Agenzia delle Entrate
  • Presso le Agenzie di pratiche auto, tramite il sistema PagoPa

Per la verifica del pagamento bollo auto degli anni precedenti ci si può collegarei al sito internet dell’Agenzia delle Entrate oppure accedere al portale dell’ACI.

Per fare il calcolo del bollo auto in anticipo si deve prendere come riferimento non solo la potenza del veicolo espressa in kilowatt, ma anche la classe ambientale di appartenenza. Queste informazioni sono recuperabili nel libretto di circolazione: alla voce P.2 è espressa la potenza in Kilowatt, mentre alla voce V.9 è indicata la classe ambientale

Quando scade il bollo auto 2022

Ecco uno specchietto riepilogativo delle scadenze bollo auto 2022:

  • bollo scaduto a dicembre 2021: pagamento dall’1 al 31 gennaio 2022;
  • bollo scaduto a gennaio 2022: pagamento dall’1 al 28 febbraio 2022;
  • bollo scaduto ad aprile 2022: pagamento dall’1 maggio al 31 maggio 2022;
  • bollo scaduto a maggio 2022: pagamento dall’1 giugno al 30 giugno 2022;
  • bollo scaduto a luglio 2022: pagamento dall’1 agosto all’1 settembre 2022;
  • bollo scaduto a agosto 2022: pagamento dall’1 al 30 settembre 2022;
  • bollo scaduto a settembre 2022: pagamento dall’1 al 31 ottobre 2022;
  • bollo scaduto a dicembre 2022: pagamento dall’1 al 31 gennaio 2023.

Gli automobilisti lombardi e piemontesi, invece, dovranno effettuare il  pagamento del bollo auto entro l’ultimo giorno del mese successivo a quello di immatricolazione. 

Esenzione bollo auto, quando è prevista?

Chi usufruisce della Legge 104, ed ha acquistato un veicolo nuovo con le agevolazioni previste, non sarà soggetto al pagamento del bollo. Analogamente chi acquista una vettura elettrica potrà godere di una esenzione per i primi 5 anni, mentre le auto storiche con almeno 30 anni non saranno soggette al pagamento del bollo auto. 

Bollo auto non pagato: le conseguenze

La procedura prevede l’invio all’automobilista moroso di una cartella esattoriale con l’importo richiesto maggiorato di sanzioni ed interessi. In caso si ignori anche questa richiesta verrà applicato il fermo amministrativo con tutte le problematiche pratiche che questo comporta sino ad arrivare alla cancellazione d’ufficio del veicolo dagli archivi del Pubblico registro automobilistico nella Regione di appartenenza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: