Appunti Musicali… in breve: BardoMagno, Federico Fashion Style, Paper Walls e Brunacci

rubrica a cura di Fabrizio Capra
“Cerveza y LatifondoI BardoMagno lanciano il nuovo tormentone dell’estate. Federico Fashion Style in radio e in tutti gli store digitali con il nuovo singolo “Io sono pazzesco”. “Giuda” il nuovo singolo dei Paper Walls. “Quel che è”, il nuovo singolo di Brunacci fuori il 18 giugno.

BARDOMAGNO
Cerveza y Latifondo“. I BardoMagno lanciano il nuovo tormentone dell’estate,  in streaming e digital download! Il nuovissimo singolo dell’irriverente folk-metal band BardoMagno, progetto musicale di Feudalesimo e Libertà, uscito oggi venerdì 18 giugno 2021. La band ha reso disponibile su YouTube il video ufficiale. Stanchi delle solite vacanze? Se non avete già in programma voli per Ibiza o Mykonos potete sempre valutare l’idea di unirvi alla missione dei BardoMagno e di sperimentare una nuova accattivante e alternativa vacanza partendo alla conquista del Nuovo Mondo per una buona causa: portare nelle terre inesplorate cerveza y latifondo! I BardoMagno lanciano il tormentone dell’estate proponendo il primo reggaeton feudale esistente al mondo (sia il nuovo che il vecchio, si intende), tra balli particolarmente snodati e qualche chilo di piombo. Un gruppo di conquistadores decide di andare in vacanza e di partire alla conquista del Nuovo Mondo, tediati e annoiati dalla routine della loro vita. Alla volta di Veracruz, a bordo dei loro velieri Nina Pinta e Sea Watch, una volta approdati, incontreranno Montezuma, perfido padrone della discoteca. Dopo aver rubato la donna all’Azteco e aver combattuto  una battaglia a suon di rap, i BardoMagno convertiranno l’eretico Montezuma in un prode monaco e tutta la sua schiera di senza Dio finalmente seguirà le leggi dell’Imperatore. Con “Cerveza y Latifondo” i BardoMagno allargano i confini del loro sound: le tipiche sonorità medieval folk pop Made in Aquisgrana vengono ora declinate in chiave prettamente reggaeton, dai toni sì possenti ma decisamente ballabili. Non mancano quindi i flauti, le cornamuse e i bouzouki del Gran Calippo d’Oriente (Maurizio Cardullo), le entusiasmanti ritmiche di Fra’ Casso da Montalcino (Edoardo Sala) e la voce, questa volta briosa e gioviale di Abdul il Bardo (Valerio Storch a.k.a Mohammed Abdul) insieme alla sua inseparabile chitarra. Special guest Don Alemanno con il suo flow da far invidia ai migliori rapper di Caracas.

FEDERICO FASHION STYLE
Federico Fashion Style in radio e in tutti gli store digitali dal 18 giugno il nuovo singolo “Io sono pazzesco“. Dai toni leggeri e irriverenti, Federico Lauri, in arte Federico Fashion Style, canta questo nuovo brano con cui descrive se stesso, un personaggio eccentrico che si muove tra la moda e la musica, esplodendo in un inno alla vita e alla fiducia in se stessi, così che ogni persona guardandosi allo specchio possa dire “Io sono pazzesco“. Il brano da oggi 18 giugno è in radio e disponibile in tutti i digital store, prodotto da Gianni Testa per Joseba Publishing e scritto dallo stesso Federico in collaborazione con Davide De Blasio e Angelo Martini. Parlando del brano le espressioni di Federico sono: “Pazzesco per me è come dire “ciao” o “sto bene”. Tutto il mondo è pazzesco, le donne sono pazzesche, io sono pazzesco. È sinonimo di bellezza, di femminilità in virtù delle donne, è l’equivalente di star bene. Per me essere pazzesco è vita”. Il videoclip, girato a Cinecittà World e nell’incantevole paradiso di QC Terme di Roma, è una produzione di Joseba Publishing per la regia di Valerio Matteu e coreografie di Gianluca Lanzillotta. Con la partecipazione straordinaria della bellissima e giovanissima influencer Aurora Celli, famosa TikToker con oltre 2 milioni di followers. Il brano sarà la sigla del nuovo programma di Federico “Beauty Bus” in onda dal 30 agosto su Discovery Real Time.

foto Monica Mancini

PAPER WALLS
Giuda” è il nuovo singolo dei Paper Walls da oggi in radio e in digitale e il video. Brano pungente che si spoglia di ogni diplomazia, ma che lancia altresì un messaggio molto positivo, quello di non cadere mai nel tranello della viltà. «“Giuda”, dal titolo emblematico e dal testo metaforico, è un brano che gioca con il parallelismo tra la figura storica del traditore e la libertà di scelta di snaturare la propria personalità, dopo essere stati feriti, indossando così le vesti del carnefice – racconta l’autrice Sonia Belvedere – una lotta interiore che spesso ci vede protagonisti in svariati momenti della vita ma che, come citano le parole del ritornello: “Non mi prenderai mai, tu non mi porterai giù con te”, non deve risolversi con l’abbandono dei propri princìpi, ma sempre con l’innalzamento del proprio animo da tutte le becere provocazioni che ognuno incontra nel proprio percorso di vita». “Giuda” è anche video per la regia di Manuel Guaglianone che dice: «Una doppia personalità: il bene e il male, il buono e il cattivo, la vittima e il carnefice. Protagonisti di questa storia sono due personalità opposte, in contrasto tra loro che riflettono la lotta interiore che spesso si verifica dopo essere stati feriti o dopo una grande delusione. Trovare, alla fine, il giusto equilibrio rimanendo sé stessi senza cedere alle provocazioni che la vita pone dinanzi a noi». Qui il video: https://youtu.be/nM-jqlDRry0 I Paper Walls nascono nel 2010,  e sono Sonia Belvedere (cantante e autrice), Nicola Renigaldo (chitarrista e compositore) e Angelo Pipoli (batterista).

BRUNACCI
È uscito oggi 18 giugno “Quel che è”, il nuovo singolo di Brunacci. Brano malinconico e tormentato, “Quel che è” racconta di un momento di crisi interiore vissuto dall’artista, in cui tutto si è fatto confuso, compreso il sentimento più semplice e chiaro che c’è: l’amore. «Il brano nasce da un momento confuso della mia vita – spiega lo stesso Brunacci – in cui non sapevo più a che cosa dare ascolto, tutte le mie emozioni nel brano mi opprimono e opprimono anche la cosa più sincera e semplice, l’amore, che non ha bisogno di retropensieri e dubbi ma è “solamente” quel che è». Brunacci è il personaggio che racchiude in tutto e per tutto l’anima di Paolo Brunacci: ragazzo di 19 anni aretino, l’amico con cui fumare una sigaretta, con cui dividere una bottiglia di vino; Brunacci è semplicemente l’immagine di sé stesso raccontata tra le corde di una chitarra. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: