Rubrica a cura di Fabrizio Capra
Niccolò Battisti torna in radio con il nuovo singolo "Destino" già in tutti gli store digitali. Francesco Bianconi: è uscito oggi “Il mondo nuovo” primo inedito estratto da “Forever”. Clark P.: "Non va di moda", tutta la sensualità dell’R’n’B nel nuovo singolo dell’artista torinese. Delga: esce il nuovo singolo "Sotto i portici".

NICCOLÒ BATTISTI
Dopo i singoli di successo “Bacco, perbacco e Venere” e “Il vuoto“, in tutti gli store digitali e in radio il nuovo singolo di Niccolò Battisti, “Destino“, brano prodotto e scritto dallo stesso cantautore ed arrangiato da Mimmo Sessa e Matteo Caretto. Link lyric video “Destino”. Niccolò: “Più che un semplice monologo, è un vero e proprio dialogo con il fato. La rappresentazione in musica di un uomo che cerca di stanare il proprio destino, speranzoso di sventare l’inevitabile imprevisto, nell’infinita ricerca di un possibile segnale dal futuro“. Questo singolo segna un altro passo avanti per il talentuoso artista romano, ancora una volta prodotto da Gianni Testa per Joseba Publishing.

FRANCESCO BIANCONI
È uscito oggi, mercoledì 5 maggio, “Il mondo nuovo” uno dei brani inediti contenuti in “Forever” in Technicolor l’opera completa del primo progetto solista di Francesco Bianconi che verrà pubblicato il 28 maggio in doppio vinile e su tutte le piattaforme digitali, per BMG. Il brano esce oggi sulle piattaforme digitali e su youtube con un video ideato da Bianconi insieme ad Andrea Rabuffetti e disponibile al seguente link. “Il Mondo Nuovo è una canzone prodotta da Amedeo Pace, suonata da me, Thomas Bartlett, Enrico Gabrielli, e dal Balanescu Quartet – racconta Francesco Bianconi – È un pezzo strano, sinuoso e misterioso, che forse non avevo capito subito neanche io. La musica è nata velocemente durante una sessione di composizione a casa mia con Angelo Trabace. Il testo l’ho scritto invece in una stanzetta che avevo preso in affitto per un mese in Via Pola  rivolgendomi a una cosiddetta “office space rental agency”, perché mi stavano ristrutturando lo studio e non avevo altri posti dove poter lavorare in pace. In quel luogo asettico e nuovo di zecca, entravo la mattina alle otto e mezzo e uscivo la sera alle sette. Seduto alla scrivania di plastica immacolata, dalla vetrata guardavo il palazzo di fronte e una piccola porzione di strada: niente di più anonimo e antiromantico. Forse è stata proprio l’assenza di panorama e di stimolazione esterna che mi ha spinto a guardarmi dentro. Chissà. Guardavo dalla finestra ma vedevo me, guardavo e vedevo che il mondo non c’era. Sentivo sempre più chiaramente che dovevo cambiare io per primo, prima che cambiasse lui per davvero.” Forever” in Technicolor  racchiude “Forever”, il debutto solista uscito ad ottobre 2020, e alcuni brani inediti che, come ha dichiarato Bianconi, “sono ormai abbastanza forti da reggere all’urto dei tempi.” Prodotto da Amedeo Pace (Blonde Redhead) e con la collaborazione con artisti come  Rufus Wainwright, Eleanor Friedberger, Kazu Makino Hindi Zahra, tutto il disco è statoregistrato e mixato da Tim Oliver ai Real World Sudios di Bath e masterizzato da Heba Kadry a New York. Francesco Bianconi tornerà finalmente dal vivo con FOREVER LIVE, un nuovo tour estivo che  partirà il 17 giugno con una data zero a Sant’Agata Bolognese e proseguirà il 19 Luglio a Fiesole  per l’ Estate Fiesolana e il 4 agosto alla Cavea dell’Auditorium Parco della Musica di Roma. Il tour è organizzato da  Ponderosa Music & Art e a breve verranno annunciate altre date del calendario in continuo aggiornamento. Dall’11 maggio sarà inoltre disponibile per Rizzoli Lizard – Atlante delle casa maledette di Francesco Bianconi, con le Illustrazioni di Paolo Bacilieri. Un romanzo in cui possiamo rifletterci come in uno specchio, un libro che parla di chi eravamo, di chi siamo e di chi potremmo diventare domani, quando il mondo si riaprirà e noi torneremo a viverlo (in libreria e già disponibile in preorder sui principali store online). 

CLARK P.
È uscito oggi su tutte le piattaforme digitali Non va di moda, il nuovo singolo di Clark P., splendida voce R’n’B nota soprattutto per l’affiliazione alla storica  Blocco Recordz di Emis Killa, per il quale è stato autore di diversi brani e corista in diversi tour nazionali. Fra i suoi lavori, Claudio Placanica (vero nome dell’artista torinese) vanta featuring con esponenti del mondo hip hop fra i quali Lazza, Bassi Maestro, Canesecco, Sick Luke, Duke Montana e molti altri. Da questa esperienza e da tante altre importanti opportunità, fra cui Sanremo Giovani, The Voice of Italy, Clark P. definisce il suo stile rendendolo unico, con una tecnica certosina che lascia intravedere tutta la sua passione per la musica. Il nuovo brano, pubblicato da indipendente e prodotto dallo stesso artista, rappresenta il primo assaggio di un nuovo Ep. Influenzato dalle sonorità dell’urban pop internazionale, mescolate al fascino delle atmosfere ‘80s e al puro R’n’B delle sue corde, in Non va di moda Clark P. racconta la storia di una coppia alle prese con le problematiche di ogni giorno. Nel loro quotidiano, però, entrambi riescono a trovare una nuovo equilibrio, lontano dai social e dagli schemi odierni, ricercando la bellezza in cose che ormai non vanno di moda, come suggerisce il titolo del brano. “Come una foto sul comò e non sui social, la nostra storia è come un corto di Almodovar, non va di moda, non va di moda”.

DELGA
Delga: esce il nuovo singolo “Sotto i portici“. Disponibile su tutti gli store digitali il singolo d’esordio della giovane promessa di Django Dischi. “Sotto i portici” è il singolo d’esordio di Antonio Michelangelo Del Gaudio in arte Delga, bolognese, classe ’99, nuova giovane scommessa della scuderia Django Dischi. Dopo un breve periodo alla guida della alternative rock band Venice Downtown, Delga si avvicina alla cultura hip hop e inizia a scrivere le sue prime canzoni. I primi demo “Lividi” e “Dinamite RK2” tracciano la strada verso lo stile di Delga, un fresco meltin’ pot fra rap, indie, pop e canzone d’autore. Il video che accompagna “Sotto i portici” – con la regia di Bronis – vede Delga costruire e trascinare in giro per la città felsinea una vasca da bagno, metafora della comfort zone in cui ognuno di noi si rifugia. Solo però provando a liberarsi da quella che in realtà è una gabbia potremo riscoprire il reale senso della vita e di noi stessi. “Sotto i Portici è il luogo dove scorre il flusso della vita; sta a noi decidere se lasciarci trasportare rimanendo a guardarlo, oppure agire per cambiarne la direzione” (Delga)