Riceviamo e pubblichiamo
Una maratona online ideata dalla Lavanderia a Vaporeche si chiude con il Gala della Fondazione Egri per la Danza in diretta streaming dalla Casa del Teatro Ragazzi e Giovani.
Lavanderia a vapore 2020 – ph Fabio Melotti

A più di un anno dall’inizio dell’epidemia di Covid19, anche quest’anno in Italia la Giornata Unesco per la danza, in programma giovedì 29 aprile, potrà essere celebrata “simbolicamente” ma senza eventi in presenza.
Appuntamento ricorrente per i progetti della Lavanderia a Vapore – che dal 2018 dedica a questa occasione la traiettoria “Danzare la memoria – Ripensare la storia” -, per il 2021 la Casa della Danza di Collegno (Torino) ha ideato una maratona online (dalle ore 14 alle ore 18.30) per approfondire i temi, tra teoria e pratica, che ogni giorno artisti e operatori affrontano nella creazione contemporanea. La giornata si conclude alle ore 21con il Gala, a cura della Fondazione Egri per la Danza, in una nuova versione digitale aperta a tutti, in diretta streaming dalla Casa del Teatro Ragazzi e Giovani di Torino.
Per la Lavanderia a Vapore – dichiara Matteo Negrin, direttore di Piemonte dal Vivo – la giornata Unesco della Danza rappresenta da anni un appuntamento importante, in cui i cittadini si incontrano in piazza grazie al progetto collettivo di danza ‘Danzare la memoria, ripensare la storia’. Per il secondo anno questo non è possibile, ma grazie al digitale vogliamo provare a mantenere viva questa relazione, in attesa di poterla celebrare nuovamente”.
Il punto di partenza è una domanda molto semplice ma altrettanto efficace: che cosa è successo quest’anno?
La maratona, in diretta sulla pagina Facebook di Lavanderia a Vapore, proverà a rispondere a questo interrogativo, esplorando geometrie diverse
: talk, pratiche, video, conversazioni con anche l’interazione del pubblico online, a partire da parole chiave individuate insieme agli artisti e ai progetti che la Lavanderia accoglie. Questo per rilanciare anche sul futuro e sulle traiettorie che la Casa della Danza sta portando avanti quale realtà flessibile, dinamica, aperta, in dialogo costante con la cittadinanza.
La moderazione è affidata a Stefania di Paolo, curatrice della piattaforma digitale TalkwithDance con cui la Lavanderia a Vapore ha condiviso la curatela della giornata.

ELEGIA IN SITU ph Clara Mammana

Dopo una breve introduzione di Matteo Negrin, direttore della Fondazione Piemonte dal Vivo, insieme a Franca Fubini, psicologa ed esperta della pratica del social dreaming, e Antonella Usai, danzatrice e coreografa del TRA – tavolo della ricerca artistica, la parola passa ad alcuni degli artisti associati di Lavanderia a Vapore, grazie a contributi video pensati per questa occasione. I contenuti di Silvia Gribaudi, Salvo Lombardo, Enrico Tacconi e Ginevra Panzetti, Daniele Ninarello sono il pre-testo per immergersi poi nel social dreaming, pratica di condivisione dei sogni, guidata da Franca Fubini ed Elena Giannotti, che utilizza le libere associazioni per generare nuovi pensieri.
A seguire, un talk raccoglie simbolicamente tutti gli spunti emersi e ne trae una riflessione con le diverse voci dello spettacolo dal vivo: un teatro, i lavoratori, un organismo di produzione e Lavanderia a Vapore come centro di residenza.
Dalle ore 16.30 circa si susseguono pratiche per tutti, intorno ad alcune parole chiave come “libertà” proposta dalla comunità di ricerca del progetto Dance Well, in questa occasione guidata da Elena Cavallo, Emanuele Enria e Gaia Giovine Proietti; “cura”, proposta dalla comunità di ricerca del progetto DAP – Dance Agency Project, guidata da Antonella Usai e Francesca Cola; e ancora “bellezza”, con Doriana Crema.
Queste pratiche vogliono offrire al pubblico un’esperienza plurale di conoscenza e contatto che si origina dal corpo, nella speranza di poterle nuovamente condividere in presenza. Obiettivo è mettere in relazione la danza con i contesti della società civile, costituita da cittadini ma anche imprese e mondo della scuola, realtàcoinvolte nei diversi progetti che la Lavanderia sta sperimentando.

BTT1 – Roberto Poli

Alle 21, sempre in diretta streaming sulla pagina Facebook di Lavanderia a Vapore, la programmazione riparte con il GALA per la GIORNATA MONDIALE della DANZA, nell’ambito della stagione IPUNTIDANZA20/21 organizzato dalla Fondazione Egri per la danza in collaborazione con la Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani Onlus. Raphael Bianco direttore artistico della Compagnia EgriBiancoDanza così si esprime sul valore di questa giornata: “la consuetudine di celebrare questa giornata dedicata alla danza è stata da sempre fortemente voluta dalla nostra Presidente Susanna Egri. Sono felice di perpetuarla nel tempo, ed oggi più che mai, in questo momento di profonda incertezza ma allo stesso tempo di desiderio di ritornare sulle scene. Ho voluto con me gli artisti e le compagnie di danza professionali   del nostro territorio che investono risorse e vivono di danza, che stanno subendo la difficilissima clausura di questi mesi. Siamo insieme a condividere questa giornata e questo non può che darci gioia ed essere di buon auspicio per una nuova rinascita e nuove opportunità di vivere la danza”.
Il Gala della Danza, appuntamento ormai entrato nella tradizione della Casa del Teatro, passa anche attraverso il racconto di una serie di collaborazioni che sono centrali per la Fondazione TRG – dichiara il Direttore Artistico Emiliano BronzinoIl rapporto sempre più stretto con Piemonte dal Vivo e Egri per la Danza, ma anche con gli altri soggetti che animano la scena della Danza Contemporanea Torinese. Per questo abbiamo aderito con entusiasmo alla manifestazione mettendo a disposizione i nostri spazi. Nella speranza che presto il pubblico possa tornare a frequentare le nostre sale in presenza”.
Come già in passato, tante le realtà artistiche che la Fondazione Egri per la danza, ha raccolto per questa celebrazione corale. La serata inizia con La Danza in 1 minuto, un contest consolidato dell’Associazione COORPI di video danza rivolto ad autori/autrici in grado di accettare la sfida nella creazione di opere di video danza innovative, coraggiose e di forte impatto cinematografico. Due i video che saranno presentati: WASTEPLANET diretto da Susanna della Sala, vincitrice del Premio speciale alla Produzione della VII edizione del contest La danza in 1 minuto e ANCHE MENO diretto da Valentina Corrado vincitrice della sezione video 1 minuto di SoloCoreografico 2021.

Lavanderia a vapore ph Fabio Melotti

A seguire il coreografo Paolo Mohovich presenta un estratto da Del portar la voce al cor / farinelli alla corte del re uno spettacolo su musiche barocche che  si ispira alla leggendaria figura e voce del castrato Farinelli e al suo personale rapporto con il Re Filippo V di Spagna e con la consorte Elisabetta Farnese una produzione Ekodance/Palcoscenico Danza/Fondazione TPE.
La Compagnia Zerogrammi sarà presente con ELEGÌA a small picture on lost things con la coreografia di Stefano Mazzotta. Nell’indagine intorno al topos dell’esilio, questa creazione racconta, oltre il suo significato geografico, la condizione morale che riguardi chiunque possa sentirsi estraneo al mondo in cui vive, collocandolo in uno stato di sospensione tra passato e futuro, speranza e nostalgia. Il desiderio che questa condizione reca in sé non è tanto il desiderio di un’eternità immobile quanto di genesi sempre nuove e di un luogo che resta, un luogo dove essa si anima di una rinascita che è materia viva, e aiuta a resistere, a durare, a cambiare.
A seguire il Balletto Teatro di Torino che porta un estratto da Kiss me hard before you go con la coreografia di Jose Reches, un duetto fluido e dinamico in cui i corpi dei danzatori viaggiano dentro ad una riflessione esistenziale che è in grado di muovere e mettere a nudo la  vulnerabilità dell’essere umano. Le relazioni tra i danzatori si contrappongono, in una narrazione lenta, densa e profonda, un susseguirsi di gesti e movimenti vorticosi e trainanti ma allo stesso tempo leggeri e coraggiosi. Questa coreografia ci parla di ciò che ci tiene attaccati alla vita, in un costante chiedersi quale sia la linea di confine tra ciò che è presente e ciò che è da lasciare andare.

APPARIZIONI – Foto Simone Vittonetto

Chiude la serata la Compagnia EgriBiancoDanza con Apparizione #5, uno dei sei quadri che compongono lo spettacolo Apparizioni. In questo balletto il coreografo Raphael Bianco sollecita la fantasia degli spettatori proponendo una riflessione su ciò che appare e scompare ai nostri occhi in forma concreta o impalpabile presentando una danza priva di narrazione ma profondamente intrisa di significati, in parte oscuri e misteriosi.
lavanderiaavapore.eu – facebook.com/lavanderiaavapore