Riceviamo e pubblichiamo
Zucchero canta “Con le mani sbucci/Le cipolle/Me le sento addosso/Sulla pelle” e ora, grazie a una intuizione di Diletta Tonatto le cipolle diventano valide alleate per una crema per mani fuori dall’ordinario: Cry me not.         
È nella creatività che troviamo rifugio in questi mesi, sperimentando, immaginando e tornando ad elementi con cui raccontare questo momento di passaggio. 
Quello che conoscevamo non è più attuale, ed il futuro, con le sue nuove norme, è ancora sfocato; ma se ci soffermiamo a sentire, gli embrioni del futuro sono già qui.
Così, con l'immaginazione, possiamo pescare dal passato creando un mondo nuovo in cui una cipolla è bella, profumata e petalosa come un fiore meraviglioso.
Perché se puoi immaginarlo, può esistere”.
Diletta Tonatto

Per la prima volta un ortaggio, tra i più ingiuriati in termini di odore, diventa il protagonista di una fragranza. Si chiama Cry me not la crema per mani che non piangono più con peonie e cipolle rosse di Diletta Tonatto, naso e direttrice artistica di Tonatto Profumi, maison torinese di alta profumeria artigianale.
Una crema decisamente fuori dall’ordinario che infrange gli schemi tradizionali immaginando un nuovo mondo in cui le corazze delle cipolle sono petali, da accarezzare lievi, delicati e fragranti come un fiore meraviglioso.

Eterna, intatta, pura, parafrasando Neruda, per lei sgorga l’unica lacrima senza pena.
Nobilitare il comune e vederne la sua bellezza, oltre all’utilità. É questo l’intento di Diletta Tonatto che, con l’amica Adele Chiabodo (in arte @adellinaa), fotografa e influencer torinese, ha trasformato una crema mani in una storia di inclusione e bellezza. Dai giochi transformer del figlio di Diletta nasce “peonion”, che fa divertire e affascina con l’idea del superpotere del comune e guida il naso torinese nella creazione di Cry me not.
Onion in a perfume, scent has no limits!
In vendita su www.tonatto.com