Martedì Rai: l’invenzione della stampa, la battaglia di Maratona e “Mistero sul Tamigi”

Riceviamo e pubblichiamo
Domani, martedì 13 aprile, tra i programmi Rai: a “Passato e Presente” si parlerà di Gutenberg e dell’invenzione della stampa. Alessandro Barbero e la battaglia di Maratona a “La bussola e la clessidra”. In prima visione "The Limehouse Golem - Mistero sul Tamigi".

A “Passato e Presente” l’invenzione della stampa:  la storia di Gutenberg 
L’invenzione della stampa a caratteri mobili è attribuita a un’intuizione dell’orafo di Magonza Johannes Gutenberg, verso la metà del XV secolo. A “Passato e Presente”, in onda martedì 13 aprile alle 13.15 su Rai3 e alle 20.30 su Rai Storia Paolo Mieli ne parla con il professor Alessandro Barbero. Fino a Gutenberg, la realizzazione dei libri era opera del lavoro meticoloso degli amanuensi, che copiavano i testi parola per parola. La precisione del risultato non sempre era garantita, inoltre la lavorazione era lenta e i costi troppo elevati. Sperimentando una lega di piombo, stagno e antimonio, Gutenberg forgia caratteri singoli che, combinati su una tavola a formare i testi desiderati, possono essere riutilizzati all’infinito, fornendo per ogni pagina il numero di copie desiderato. Con questa tecnica, economica e veloce, Gutenberg inizia a stampare i primi donati e i primi calendari, poi, finalmente, nel 1455, la Bibbia. È il primo libro stampato in Occidente e apre la strada alla diffusione della cultura anche fuori dai castelli e dai monasteri. Innescando una progressiva democratizzazione del pensiero, l’invenzione della stampa segna una tappa fondamentale nel passaggio dal Medioevo all’Età Moderna.

La bussola e la clessidra: la battaglia di Maratona 
Torna “La Bussola e la clessidra”, la serie Rai Cultura con il professor Alessandro Barbero che risponde ai quesiti e alle curiosità dei telespettatori su una serie di documentari dedicati alle grandi battaglie della storia, da Maratona ad Azincourt, dall’assedio di Vienna alla disfatta di Sedan, da Gettysburg a Stalingrado. Nel primo appuntamento, in onda in prima visione martedì 13 aprile alle 21.10 su Rai Storia, si torna all’estate del 490 a.C., e alla piana di Maratona. La prima invasione persiana della Grecia si infrange contro il coraggio e la tenacia degli opliti ateniesi. Con un esercito frettolosamente mobilitato, le forze di Atene ed un manipolo di opliti di Platea, in un solo pomeriggio, mettono in fuga il più numeroso esercito persiano, distruggendo il sogno del re Dario I di sottomettere le città-stato greche.

In prima visione: “The Limehouse Golem – Mistero sul Tamigi. Thriller in costume con Bill Nighy, Olivia Cooke e Douglas Booth
Rai4
(canale 21 del digitale terrestre) rimane nei territori del mistero e del fantastico, martedì 13 aprile alle 21.20, con un altro film in prima visione, il thriller in costume “The Limehouse Golem – Mistero sul Tamigi”. 1880, Londra: il quartiere di Limehouse è scosso da una serie di terrificanti delitti che la comunità del posto attribuisce al Golem, una creatura del folklore ebraico. Per far chiarezza sui fatti, Scotland Yard convoca il veterano ispettore Kildare, ma il dubbio che ci si trovi alle prese con le gesta di un serial killer soprannaturale si fa sempre più insistente.Tratto romanzo di Peter Ackroyd “La leggenda del mostro di Limehouse”, il film porta la firma di Juan Carlos Medina, regista della serie fanta-horror “A Discovery of Witches – Il manoscritto delle streghe”, e ha tra gli interpreti Bill Nighy, Olivia Cooke e Douglas Booth.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: