Sabato Rai: Bellitalia, Alberto Angela, Linea Verde Tour e Life, Passato e Presente

Riceviamo e pubblichiamo
Domani, sabato 3 aprile, tra i programmi Rai: “Bellitalia” ci porta alla scoperta delle bellezze della penisola. In viaggio con Alberto Angela e “Passaggio a nord ovest”. “Linea Verde Tour” torna e ci porta alla scoperta dell’Umbria. Gorizia la meta di “Linea Verde Life”. A “Passato e Presente” si parla del Santo Sepolcro.

Con Tgr Bellitalia alle Tremiti, a Venezia, a Firenze e alla scoperta di itinerari milanesi
Il viaggio di Tgr Bellitalia nella penisola alla scoperta di luoghi, storie, opere d’arte e paesaggi torna sabato 3 aprile alle 11 su Rai3. Questa settimana si parte dalle Tremiti che si rifanno il look. Tanti i progetti di restauro nell’arcipelago al largo delle coste pugliesi a partire dall’abbazia di santa Maria a Mare dell’isola di San Nicola, fulcro della storia e della cultura delle isole. Il viaggio prosegue poi tra abbazie e monasteri in Sardegna, sulle tracce dell’architettura romanica. Con la rubrica della Testata giornalistica Regionale si andrà poi Venezia per documentare, in esclusiva, i lavori di restauro della vetrata rinascimentale della basilica dei santi Giovanni e Paolo. Un’occasione per ammirare da vicino l’arte straordinaria dei maestri vetrai di Murano. Poi di corsa a Firenze: qui, 70 anni fa, è nato il made in Italy con la prima sfilata nella villa di Giovan Battista Giorgini, il nobile che fece dell’arte un palcoscenico ideale per la moda. Dal Lazio una storia curiosa: Vito Volterra, matematico e fondatore del Cnr, volle ad Ariccia un villino immerso in uno splendido giardino. Alla scoperta, infine, di itinerari pasquali a Milano. Dalla Passione della Via Crucis alla Resurrezione, il mistero più profondo della Cristianità visto con gli occhi dell’arte. Tutto questo a Tgr Bellitalia: la “cultura in viaggio“. 

In viaggio alla scoperta con “Passaggio a Nord Ovest” con Alberto Angela
Nuovo appuntamento sabato 3 aprile alle 11.25 su Rai1 con “Passaggio a Nord Ovest“, il programma condotto da Alberto Angela, che partirà anche questa settimana per una lunga esplorazione in continenti lontani, in remote epoche della storia e ci farà assistere a fenomeni naturali spettacolari. Come nasce una campana? Alberto Angela guiderà il pubblico all’interno dell’antica fonderia di campane di Agnone, in Molise, dove vengono create e realizzate le campane per le più prestigiose chiese del Mondo. Le campane sono lavorate a mano, ed è la mano dell’uomo che fabbrica i “modelli”. Nascono così quelli che sono considerati rarissimi capolavori dell’artigianato artistico ed è per questo che l’Unesco ha deciso di includere la fonderia di Agnone tra i siti Patrimonio dell’Umanità. E ancora: Baia, città persa nell’eruzione che distrusse Pompei, giace silenziosa inabissata nel golfo di Napoli. 2000 anni fa, Baia era luogo di diletto e meta di vacanza per la nobiltà romana, una località balneare di lusso costellata da splendide ville a picco sul mare, dove non vigevano le restrizioni e la morale presenti nella lontana Capitale dell’Impero. Oggi un gruppo di archeologi sta mappando i suoi resti e ci mostra come fosse l’aspetto di questa splendida città. Poi si andrà a Mumbai che con i suoi 18 milioni di abitanti è la più importante metropoli dell’India e la prima città al mondo per densità di popolazione. La sua stazione centrale, che risale all’’800, è situata in centro, vicino al porto. Questo imponente scalo ferroviario non collega solo il cuore di Mumbai alle periferie, ma anche a tutte le principali città indiane. Infine: ai piedi dell’Acropoli, nel cuore storico di Atene, vive e lavora Panagiotis, uno dei più celebri sarti del paese. La sua clientela non annovera personaggi alla moda, è formata esclusivamente da Pope, i sacerdoti della Chiesa Ortodossa. Si tratta di clienti molto esigenti e dai gusti decisamente raffinati.

Riparte “Linea Verde Tour”: alla scoperta degli antichi cammini dell’Umbria
Riprenderà sabato 3 aprile, alle 12, su Rai1, un nuovo viaggio di “Linea Verde Tour” alla scoperta della “grande bellezza” in Italia. Le prime 4 puntate avranno come protagonista la vocazione dell’Umbria per il turismo lento, i cammini e l’escursionismo per entrare nel “cuore verde d’Italia” in compagnia di Federico Quaranta e Peppone Calabrese. Insieme andranno alla ricerca di storie, luoghi, paesaggi e prodotti eccellenti della regione da raccontare. Dal borgo di Cesi, in provincia di Terni, Federico Quaranta andrà lungo il Cammino dei protomartiri francescani, per poi raggiungere Narni con il suggestivo Ponte di Augusto di età imperiale, più volte ritratto dai paesaggisti del Grand Tour, insieme all’antica città romana di Carsulae e ai tesori nascosti lungo la via Amerina, nata per collegare l’antica Veio all’attuale città di Amelia. Peppone, seguendo le proprie passioni, dopo una gita in ebike sulla ciclovia del Nera, una delle piste ciclabili più suggestive d’Italia, andrà a San Gemini per assaggiare uno degli street food più apprezzati al mondo. Ed infine cercherà di carpire i segreti dei grani antichi dell’Umbria, con i quali realizzare i gustosi manfricoli, la tradizionale pasta fatta in casa con acqua e farina. Non mancherà un suggerimento per la colazione pasquale con i gustosi prodotti della tradizione. 

“Linea Verde Life” alla scoperta di Gorizia
Linea Verde Lifesabato 3 aprile è ospite di Gorizia, una città apparentemente lontana dagli occhi degli italiani, eppure in nessun posto della nostra bella nazione il senso di appartenenza all’Italia è così forte come nei cittadini goriziani, una città di confine con la Slovenia. Ed è proprio questa vicinanza ad essere motore di attività, imprese e cultura senza dimenticare le tradizioni. In onda alle 12.15, su Rai1.

“Passato e Presente”:  il Santo Sepolcro
Gerusalemme, 326 d.C. L’imperatore Costantino decide di erigere un santuario per proteggere il Santo Sepolcro e onorare la Resurrezione di Cristo.  All’edificio viene data forma rotonda, secondo la tradizione romana per i mausolei imperiali. Comincia così la storia di uno dei luoghi sacri più importanti della cristianità, ripercorsa da Paolo Mieli e dal professor Franco Cardini a “Passato e Presente”, in onda sabato 3 aprile alle 20.30 su Rai Storia. Nel nome del figlio di Dio, viene realizzato un edificio imponente, sovrastato da una cupola maestosa che poggia su un colonnato interno. Al centro, la Santa Grotta, una piccola cella scavata nella roccia, che contiene un letto di pietra. La tomba e il suo valore simbolico saranno in seguito oggetto di attacchi e devastazioni. Gli arabi la distruggono quasi completamente, ma viene ricostruita dai Crociati e la struttura realizzata corrisponde oggi alla basilica del Santo Sepolcro propriamente detta. Il santuario, che comprende in origine una basilica a cinque navate e la rotonda dell’Anastasi, cioè della risurrezione, è frutto di rimaneggiamenti e nuove edificazioni. L’attuale complesso di edifici monumentali continua a essere oggetto di altissima venerazione da parte dei fedeli, che cercano nel luogo sacro il segno dell’evento che racchiude il senso ultimo del messaggio cristiano.   

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: