Giovedì Rai: don Giovanni Bosco e Alonso de Ojeda

Riceviamo e pubblichiamo
Domani, 1° aprile, giovedì, tra i programmi Rai: a “Passato e Presente” si parla di don Giovanni Bosco. La puntata della serie “Conquistadores” è dedicata a Alonso de Ojeda.

Passato e Presente: don Giovanni Bosco
Quello che oggi conosciamo come San Giovanni Bosco è stato un sacerdote che ha dedicato la vita all’assistenza e all’educazione dei ragazzi, soprattutto i più poveri, che inizialmente raduna nel suo primo oratorio, a Valdocco, nella periferia di Torino. A “Passato e Presente”, il programma di Rai Cultura in onda giovedì 1° aprile alle 13.15 su Rai3 e alle 20.30 su Rai Storia, Paolo Mieli e la professoressa Mariachiara Giorda approfondiscono la figura di don Bosco e il contesto storico in cui il sacerdote ha operato. Don Bosco è vissuto negli anni centrali del 1800, un periodo di profonde trasformazioni politiche e sociali che portano all’unità d’Italia e alla fine del potere temporale della Chiesa. Il sacerdote offre la sua diplomazia a Pio IX per ricucire i rapporti tra Stato e Chiesa e per ottenere il riconoscimento del suo ordine religioso: la società dei Salesiani che si espande in Italia per poi esportare il modello pedagogico nel mondo, in primo luogo in sud America.

Conquistadores: il piccolo capitano
Gli uomini di Cristoforo Colombo rimasti sull’isola di Hispaniola a guardia del forte Natividad non riescono a resistere all’avidità e si scontrano con gli indios che vivono su quelle terre. Lo racconta l’episodio della serie “Conquistadores”, in onda giovedì 1° aprile alle 22.10 su Rai Storia, per il ciclo “a.C.d.C.”, con l’introduzione del professor Alessandro Barbero. L’Ammiraglio vuole tenere un profilo basso, ma la Regina ha sete di vedere finalmente il tanto agognato oro ed entra in scena un nuovo artefice della Conquista: Alonso de Ojeda, il demonio dagli occhi azzurri. Insieme a Juan de la Cosa si spingeranno oltre l’isola di Hispaniola per verificare se la scoperta di Colombo corrispondeva effettivamente alle terre di Gengis Khan. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: