Riceviamo e pubblichiamo
Domani, mercoledì 31 marzo, tra i programmi Rai: Magia e scienza nel Rinascimento a “Passato e Presente”. Prima delle sei puntate di "Game of Games - Gioco Loco" che segna il ritorno in tv di Simona Ventura.

“Passato e Presente”: Magia e scienza nel Rinascimento
Con il Rinascimento l’uomo e la natura tornano al centro della riflessione filosofica. I filosofi naturali propongono un nuovo sguardo sulla realtà, cominciano a studiare le arti meccaniche che nel Medioevo erano considerate attività minori. Fioriscono studi e pubblicazioni di architettura, meccanica, idraulica, ottica, medicina. Le botteghe d’arte rinascimentali diventano laboratori in cui pittori e scultori studiano la prospettiva, la geometria descrittiva, le proporzioni del corpo umano. In questo contesto – che apre la strada alla rivoluzione scientifica del Cinquecento e Seicento – c’è anche un forte ritorno alla magia. La magia e la scienza nel Rinascimento sono al centro delle riflessioni del professor Lucio Villari e di Paolo Mieli a “Passato e Presente”, il programma di Rai Cultura in onda mercoledì 31 marzo alle 13.15 su Rai 3 e alle 20.30 su Rai Storia. Sono gli anni in cui l’astrologia si mescola e si confonde con l’astronomia, l’alchimia vede nascere i primi esperimenti di chimica. Lontani dalla magia demoniaca medievale, pensatori come Marsilio Ficino, Pico della Mirandola, Giordano Bruno o Tommaso Campanella, individuano nella figura del mago il sapiente che conosce i segreti della natura e li utilizza per addomesticarla. Quelli che oggi conosciamo come i padri della scienza moderna – Copernico, Galileo, Keplero, Newton – non sono immuni alle suggestioni magiche, ma la nascita del metodo scientifico porterà su una strada dove, al posto dei poteri segreti e taumaturgici del mago, subentrerà il rigore di una conoscenza che deve essere pubblica, condivisa e verificabile. 

Il ritorno di Simona Ventura con “Game of Games – Gioco Loco”: da mercoledì 31 marzo in prima serata il più innovativo dei game-show  in 6 puntate
Puro divertimento e grande impatto visivo. Sono questi gli ingredienti dello show che, per sei puntate, segna l’atteso ritorno di Simona Ventura in prima serata su Rai2. Il debutto di “Game of Games – Gioco loco” avverrà mercoledì 31 marzo all’insegna del sano divertimento in famiglia, oggi che il bisogno di leggerezza è più sentito che mai. L’ironia di Simona Ventura, l’energia e la gestualità che hanno saputo creare un modello di conduzione saranno la chiave per rendere il format più vicino che mai al pubblico italiano. “Game of Games – Gioco loco” è un format innovativo, partito nella stagione 2017/2018 sulla NBC con Ellen DeGeneres come padrona di casa. Un successo immediato che ha fruttato il titolo di miglior debutto dell’anno. Dagli Stati Uniti al Brasile, Australia e Thailandia, per poi arrivare in Europa dove lo show è già stato trasmesso in Germania, Spagna e Portogallo. La versione italiana, prodotta da Blu Yazmine per Rai2, vedrà giochi spettacolari studiati per mettere alla prova in ogni puntata 6 VIP affiancati da altrettanti concorrenti NIP. Scopo della sfida arrivare al gioco finale e portare a casa il montepremi in palio.  I 6 VIP che si sfideranno nella prima puntata sono: Raffaella Fico, Max Giusti, Elettra Lamborghini, Ignazio Moser, Massimiliano Rosolino e Nicola Ventola. Mentre nelle prossime puntate vedremo in gara anche Dj Angelo, Alex Belli, Fabrizio Biggio, Sofia Bruscoli, Marco Carta, Max Cavallari, Jody Cecchetto, Maddalena Corvaglia, Sara Croce, Omar Fantini, Peppe Iodice, Jonathan Kashanian, Enzo Miccio, Juliana Moreira, Franceska Pepe, Amaurys Perez, Gilles Rocca, Nicole Rossi, Gianluca Scintilla, Totò Schillaci, Ema Stokholma, The Show, Melita Toniolo e Debora Villa. Lo  studio di “Game of Games – Gioco loco” è pensato come un grande lunapark. Una scenografia ricca di luci, colori ed effetti speciali, in cui Simona Ventura, con il piglio che le conosciamo e la voglia di mettersi in gioco, guiderà le pazze sfide in un clima giocoso, conviviale e all’insegna della spensieratezza. In una cornice con musiche e atmosfera tipiche degli anni 90 il pubblico vedrà in azione vere e proprie macchine sceniche, degne dei migliori parchi divertimenti. E da lunapark saranno le reazioni dei concorrenti, costretti a “volare via”, letteralmente, oppure a precipitare in trabocchetti, botole o vasche, ogni volta che commetteranno un errore. Terminati i 6 round di giochi preliminari a eliminazione diretta, i quattro vincitori accedono alla semifinale. Solo l’unico “sopravvissuto” avrà l’opportunità di aggiudicarsi il montepremi della puntata, ma a patto di superare una temutissima sfida contro il tempo.