Riceviamo e pubblichiamo
Domani, martedì 30 marzo, tra i programmi Rai: per la serie “a.C.d.C.” Alessandro Barbero ci porta in un Medioevo da non credere. Omaggio a Enrico Vaime con due pezzi d’autore: "Incontro con Luigi Tenco" del 1966 e "Hai visto mai?" del 1973.

Medioevo da non credere:  un periodo davvero buio?
Il Medioevo. Un periodo su cui grava una serie di pregiudizi e falsità che il professor Alessandro Barbero sfata nel documentario “Medioevo da non credere”, ideato e scritto dallo stesso Barbero con Davide Savelli per la regia di Monica Taburchi, in onda martedì 30 marzo alle 21.10 su Rai Storia per “a.C.d.C.”. In primo piano, le storie di signori feudali e servi della gleba: come vivevano davvero, al di là dei luoghi comuni ai quali siamo abituali? Quali erano il ruolo e la funzione dei cavalieri? Come erano i castelli? Come funzionava l’università? Esisteva lo ius primae noctis? A queste e ad altre domande risponde “Medioevo da non credere” che si propone di superare i vecchi clichés del “periodo buio” e cercare di capire meglio cosa sia veramente successo in un millennio decisivo per la storia dell’Europa in cui viviamo oggi. “Il Medioevo – dice il professor Barbero, docente all’Università del Piemonte Orientale – è completamente diverso da quello che pensiamo. Anzi, è stato addirittura un po’ ‘calunniato’ come un periodo buio. E invece, è da lì che è partita la nostra modernità”. Il documentario è stato girato con l’aiuto di alcuni gruppi storici di rievocatori in alcuni luoghi medievali tra i meglio conservati in Italia, come il Ricetto Comunitario di Candelo e il Castello di Fènis e, inoltre, all’Armeria del Museo Reale di Torino e al Borgo Medioevale di Torino. Un luogo simbolo, quest’ultimo, di tutto il nostro “bizzarro” immaginario medioevale.

Omaggio a Enrico Vaime con due “pezzi d’autore”
Incontro con Luigi Tenco” del 1966 e “Hai visto mai?” del 1973: due “pezzi d’autore” firmati da Enrico Vaime che Rai Cultura propone martedì 30 marzo alle 12.45 su Rai Storia, per rendere omaggio al grande autore e conduttore appena scomparso. Il programma “Incontro con Luigi Tenco“, trasmesso il 23 ottobre 1966, è una delle prime prove da autore televisivo di Vaime che aveva vinto il concorso in Rai nel 1960, uscendone qualche anno dopo per rientrare come firma d’eccellenza. Condotto da Margherita Guzzinati e registrato alla Rai di Milano, “Incontro con Luigi Tenco” vede il cantautore genovese eseguire i brani della sua carriera in mezzo a un gruppo di ragazzi. Segue la riedizione dell’ottava puntata di “Hai visto mai?“, dell’8 maggio 1973, scritta da Vaime in coppia con Italo Terzoli e condotta da Lola Falana e Gino Bramieri, con il quale Vaime ha avuto collaborazioni anche teatrali e radiofoniche. Ospiti della puntata, Mina ed Elton John.