Riceviamo e pubblichiamo
Domani, sabato 27 marzo, tra i vari programmi la Rai propone: “Bellitalia” ci porta in giro per la penisola. Appuntamento con Alberto Angela e “Passaggio a nord ovest”. “Linea Verde Life” fa tappa a Trapani. Valle d’Aosta: Courmayeur meta di “Lineabianca”. Corrado Augias ci racconta la Città eterna per la serie “Città Segrete”.

Procida, Siena, il Trentino e la Sicilia a “Bellitalia”
Procida
, capitale italiana della cultura nel 2022: un’isola amata da scrittori e artisti che racchiude suggestione, mito e un paesaggio di grande bellezza. Riparte da qui il viaggio di “Bellitalia”, la rubrica settimanale della Tgr dedicata a storie, cultura e paesaggi della penisola, in onda da sabato 27 marzo alle 11.00 su Rai3. Si prosegue, poi, alla scoperta di un luogo speciale di Siena: la libreria Piccolomini. Una biblioteca all’interno del Duomo destinata ad accogliere i libri di Papa Pio II Piccolomini. Un luogo privato che diventa un capolavoro d’arte con gli affreschi del Pinturicchio e di un suo allievo che farà strada: Raffaello. Tappa successiva in Trentino: una storia d’amore proibita, un castello medievale, misteri su un lago incantato. Ecco gli ingredienti giusti che rendono Castel Toblino uno dei luoghi più fotografati della regione. Dalla Sicilia, invece, una storia curiosa. Quella di Lorenzo Reina, un appassionato pastore che ha costruito, pietra su pietra, un teatro all’aperto a Santo Stefano Quisquina, in provincia di Agrigento. Dedicato alla costellazione di Andromeda, accoglie spettacoli che guardano alle radici più profonde dell’uomo. L’appuntamento si chiude con il fotografo Aurelio Amendola e la mostra che gli ha dedicato la sua città natale, Pistoia. Un artista dello scatto: con il suo obiettivo ha riletto Michelangelo e raccontato l’arte contemporanea da Andy Warhol a Burri.

“Passaggio a nord ovest” con Alberto Angela dai cieli italiani al borgo antico di Breslavia
Un volo a bordo del caccia più efficiente e veloce dell’aeronautica Militare Italiana, l’Eurofighter Typhoon, che viene utilizzato nelle operazioni di controllo e tutela degli spazi aerei italiani. Un’esperienza straordinaria vissuta da Alberto Angela nel 2011, esattamente 10 anni fa, e riproposta nel nuovo appuntamento con “Passaggio a nord ovest”, in onda sabato 27 marzo alle 11.25 su Rai1. In sommario anche un viaggio all’isola di Pasqua, una delle terre abitate più isolate del pianeta, per ripercorrere la sua storia a partire dalle origini. L’archeologo Nicolas Cauwe, che ha dedicato gran parte dei suoi studi all’isola di Pasqua, riesce a determinare l’origine polinesiana dei Rapa Nui, confrontando le statue in pietra presenti su tutta l’isola, i Moai, con quelle dell’arcipelago delle Isole Marchesi. La tappa successiva è il monte Athos, o repubblica monastica del Monte Athos, un territorio autonomo della Grecia continentale dove tremila monaci vivono lontani anni luce dal nostro presente. Il paesaggio di una bellezza unica è costellato da una serie di monasteri raggiungibili solo percorrendo strade sterrate. Infine, obiettivo su Breslavia, in Polonia, dove verso l’ora del tramonto un uomo con indosso un mantello e un cilindro si occupa di accendere a mano, uno a uno, i 103 lampioni a gas dell’antico borgo. La sua è una tradizione che dura da secoli e che, nonostante le grandi trasformazioni elettriche, continua a resistere incantando passanti e turisti.

“Linea Verde Life” fa tappa a Trapani con Marcello Masi e Daniela Ferolla
Situata all’estremità occidentale della Sicilia, è la città di Trapani la protagonista di “Linea Verde Life”, in onda sabato 27 marzo alle 12.25 su Rai1. Marcello Masi e Daniela Ferolla incontrano le associazioni che proteggono la natura della zona come un tesoro prezioso e le persone che arrivano da lontano e decidono di stabilirsi lì. E poi il maestro del corallo, Platimiro Fiorenza, inserito nel Registro delle Eredità Immateriali della Sicilia nell’elenco dei Tesori Umani Viventi tutelati dall’Unesco. E ancora, in primo piano, le saline di Trapani e Paceco con il lavoro di conservazione della Calendula Marittima, specie rara presente solo nella provincia di Trapani, San Vito Lo Capo, dal meraviglioso scenario cristallino, dove la tutela la costa è un dovere e Favignana, isola in provincia di Trapani, nelle cui acque ci sono praterie di posidonia, una pianta utilissima che viene monitorata e tutelata dall’Ispra. E ancora, con un passaggio all’aeroporto di Birgi, Marcello e Daniela raccontano che l’aeronautica militare opera 24 ore su 24 per la sicurezza del Paese e dei cittadini, garantendo il controllo dello spazio aereo e proteggendo con le altre Forze Armate gli interessi nazionali, anche all’estero. E non solo, con una simulazione di soccorso in elicottero, spiegano l’importanza dell’82° centro CSAR di Trapani. Ma Trapani è anche la provincia del buon cibo. Federica de Denaro spiega, passo dopo passo, una gustosissima ricetta che affonda le sue radici nella splendida Sicilia. Obiettivo infine sulla preparazione del cous cous e sul significato di questa tradizione culinaria per chi vive a San Vito Lo Capo.

“Lineabianca” è a Courmayeur, in Val d’Aosta  con Massimiliano Ossini e Giulia Capocchi
Tra le vette e i passi dell’amicizia, è Courmayeur, in Valle d’Aosta, la località del nuovo appuntamento con “Lineabianca”, con Massimiliano Ossini e Giulia Capocchi, in onda sabato 27 marzo, alle 14.00 su Rai1. Quota 3.934 metri sul livello del mare: sul Colle del Peuterey, nella straordinaria cornice del Monte Bianco, il tetto d’Europa, una spettacolare apertura di puntata con Ossini e Lino Zani. “Niente panico si continua a correre”: sul ghiacciaio del Monte Bianco, invece, ci sono Franz Rossi e Giovanni Storti, autori di un libro divenuto un cult, l’elogio dell’amicizia e della passione per la corsa. Il cane da salvataggio alpino per eccellenza, una storia affascinante di cui si trovano tracce dei precursori già ai tempi degli antichi Romani: in Val Veny, un allevatore racconta caratteristiche, indole e curiosità dei meravigliosi cani San Bernardo, razza simbolo delle Alpi. Le capre, inseparabili compagne di vita, e poi gli asini, i cani e tutto ciò che la tiene in contatto con la natura: a Nus, la curiosa storia di Marzia Verona, blogger e scrittrice, animata da una grande passione per gli animali. Un’affumicatura leggera con un battuto di erbe aromatiche, una lenta rosolatura allo spiedo su enormi bracieri, alimentati da fuoco di legna di alberi proveniente dall’alta Valle del Gran San Bernardo: a Saint-Oyen, la storia dello “jambon” italiano, il tipico prosciutto valdostano cotto alla brace. Una superficie di oltre 50.000 m2, oltre 150 alberi, tra questi meravigliosi esemplari monumentali come la maestosa sequoia gigante della California: a Châtillon, la prepotente bellezza del parco del Castello Gamba, insieme armonioso di viali, rocce levigate dal ghiacciaio, prati e boschi.­­

Le “Città Segrete” di Corrado Augias: Roma cristiana
Come cambiò la Città Eterna, come venne rivoluzionato l’impero, la sua struttura, la sua vita quotidiana, con l’arrivo del cristianesimo? E cosa restò del mondo antico dopo quella rivoluzione religiosa e culturale giunta da una remota provincia orientale dell’Impero? Nel nuovo appuntamento con “Città Segrete”, in onda sabato 27 marzo alle 21.45 su Rai3, Corrado Augias va alla scoperta della Roma cristiana. Un viaggio che parte dalla grandezza della Roma imperiale, passa attraverso la nascita e la vita di Gesù nella sua Gerusalemme, per arrivare all’espansione della religione cristiana e al suo arrivo nella Città Eterna. Augias accompagna il telespettatore non solo nei luoghi suggestivi e ricchi di fascino della Roma cristiana, ma tiene il filo del racconto immerso in uno studio virtuale, una sorta di grande “terrazza” affacciata sulla città, tra oggetti 3D e mappe virtuali. Dopo Milano e Roma, nei prossimi appuntamenti di “Città Segrete” – tra ricostruzioni, reportage e docu-fiction – Corrado Augias condurrà il pubblico alla scoperta delle piazze, i monumenti, le opere d’arte, i palazzi e gli enigmi di Palermo, Firenze e Napoli.