Martedì Rai: Dante e l’invenzione dell’inferno, Carmelo Bene e i “Divini Canti”

Riceviamo e pubblichiamo
Domani, martedì 23 marzo, tra i programmi Rai: “Dante e l’invenzione dell’inferno” con l’introduzione del professor Barbero ad “a.C.d.C.”. Carmelo Bene e la Lectura Dantis.

“a.C.d.C.”: Dante e l’invenzione dell’inferno
Da più di 700 anni, l’Inferno di Dante rappresenta nel pensiero comune occidentale e non solo l’immagine più fedele dell’Aldilà. Un “luogo” ricostruito da “Dante e l’invenzione dell’inferno”, in onda martedì 23 marzo alle 21.10 su Rai Storia per il ciclo “a.C.d.C.” con l’introduzione del professor Alessandro Barbero. Le pagine del Sommo Poeta, composte nel 1300, hanno influenzato profondamente l’arte e la psicanalisi, ridefinendo i concetti di peccato e redenzione. Attraverso la selezione di alcuni degli episodi più conosciuti e cruenti del poema, il documentario evidenzia il punto di contatto tra il racconto dantesco e le opere d’arte di celebri artisti. Alcuni tra i massimi esperti, inoltre, aiuteranno a capire l’importanza che l’idea di inferno dantesco ha avuto nel mondo dell’arte e nella creazione di un nuovo immaginario: un viaggio attraverso la storia dell’arte grazie ad alcune delle pagine più scioccanti della lettura mondiale, scritte dal padre della lingua italiana.

“Divini canti” di Carmelo Bene: Lectura Dantis e altri incantamenti
Sette degli otto canti della Divina Commedia di Dante Alighieri recitati nel 1981, nel primo anniversario della Strage di Bologna nella città emiliana, dalla sommità della Torre degli Asinelli, reinterpretati da Carmelo Bene nel 1997: un omaggio che rivive nel docufilm di Felice Cappa “Carmelo Bene in Divini canti, lectura Dantis e altri incantamenti” in onda martedì 23 marzo alle 18.15 su Rai5. Il doc, accompagnato dalla lettura dei commenti all’evento di Bene da parte della figlia Salomè, fa rivivere il momento in cui, durante la registrazione dei “Canti orfici” a Napoli, l’attore decise di immortalare in video le letture che costituirono il suo tributo ai feriti della strage di Bologna, performance della quale non esistono registrazioni ufficiali. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: