di Novellus Apicio
Oggi, per le rubrica Arte Culinaria, torniamo a proporvi una ricetta collegata con il “Piatto del Buon Ricordo”. La ricetta che vi presentiamo oggi è quella del Ristorante Selvatico di Rivanazzano Terme, in provincia di Pavia: Malfatti del Selvatico.

Il Ristorante Selvatico di Rivanazzano Terme, in provincia di Pavia, aderente all’Unione dei Ristoranti del Buon Ricordo, propone specialità del territorio: tra queste la ricetta abbinata al Piatto del Buon Ricordo, i Malfatti del Selvatico.
Andiamo a scoprirla

Malfatti del Selvatico
Ingredienti per 6 persone
1 kg di borragine (o di spinaci)
300 g di pane grattugiato
500 g di farina
400 g di grana padano
300 g di ricotta 100 g di burro
5 uova
2 rametti di maggiorana
1 spicchio d’aglio
sale
1 pizzico di noce moscata 

Preparazione
Scottare la borragine (o gli spinaci) in acqua salata, raffreddarla e frullarla. Far sciogliere in un tegame il burro, profumare con la maggiorana, unire il passato di borragine e lasciare insaporire.
Nello stesso tegame unire il pane grattato, mescolare in modo da ottenere un impasto ben amalgamato. Versare il tutto sulla spianatoia completare con la farina, il grana, le uova la noce moscata, controllare il sale. Impastare.
Dividere in pezzi e uno alla volta, con le palme delle mani infarinate, dare la forma di bastoncini di 3 cm. Allinearli in un vassoio ricoperto da una salvietta leggermente infarinata.
Gettare i malfatti in acqua bollente salata, ritirarli con il ragno quando affiorano in superficie.
Versare i malfatti nei piatti individuali, spolverare con il formaggio grana e servire.

Ristorante Selvatico di Piera Spalla
Il ristorante si trova all’interno dell’Hotel Selvatico. A seguirlo è la proprietaria Piera Spalla, cuoca dell’Alleanza Slow Food, che si occupa in prima persona della sua gestione, ad iniziare dalla scelta delle materie prime che servono alla preparazione dei piatti legati alla tradizione e all’identità di Rivanazzano. Una particolare attenzione è posta ai prodotti locali che, visto il territorio, sono ripartiti tra prodotti di pianura, montagna e acqua e vanno a comporre la Carta del giorno messa a punto dalla signora Piera con la figlia Michela. La ricca cantina del ristorante è affidata all’altra figlia Francesca che, con il marito Sergio, consiglia i migliori abbinamenti con le pietanze. D’inverno si possono gustare i famosi salami cuciti e i formaggi di alpeggio, nonché castagne, zucche e molti altri prodotti del territorio di piccole aziende locali. Al Menu del territorio si affianca anche un Menu vegetariano.
Chef: Piera Spalla, Michela Spalla 
Rivanazzano Terme (Pavia)
Via Silvio Pellico, 19
Tel. 0383944720