rubrica a cura di Fabrizio Capra
Online il video del brano di Ermal Meta “Un milione di cose da dirti”. Una Vita Piena” è il secondo singolo dei Mosaico. Si dice che la notte porti consiglio, Cronico la racconta nel suo nuovo singolo. Nuovo singolo degli EkynoxX con una delle più interessanti violiniste in Italia " H.E.R.".

ERMAL META
È online il video ufficiale di “Un milione di cose da dirti”, brano con cui Ermal Meta è in gara al 71° Festival di Sanremo. Il video, diretto da Tiziano Russo, è visibile al seguente link.  Il brano è anche disponibile in digitale (link) ed è contenuto nel nuovo album di inediti “Tribù Urbana”, in uscita venerdì 12 marzo. “Un milione di cose da dirti” (testo di Ermal Meta, musica di Ermal Meta e Roberto Cardelli) è una canzone d’amore, una «semplicissima canzone d’amore», dal sound essenziale, pochi accordi per raccontare qualcosa di personale ma capace di risuonare anche a livello universale. Nella serata di mercoledì 3 marzo, con la sua prima esibizione di “Un milione di cose da dirti” sul palco dell’Ariston, Ermal Meta si è aggiudicato la prima posizione nella classifica provvisoria del Festival data dalla votazione della Giuria Demoscopica. “Tribù Urbana” (pubblicato su etichetta Mescal e distribuito da Sony Music), arriva a tre anni di distanza dall’ultimo album in studio, “Non Abbiamo Armi”, e, nei suoi undici brani, evidenzia l’altissimo livello di scrittura dell’artista, sia quando dà voce ai sentimenti, sia quando racconta il mondo attraverso storie di vita, guardando negli occhi uno ad uno i componenti della Tribù Urbana, con suoni e parole che diventano i colori distintivi di questo nuovo progetto di Ermal Meta. Progetto grafico di Paolo De Francesco. Foto di Emilio Tini.

MOSAICO
Una Vita Piena” è il secondo singolo dei Mosaico. Nel brano si celebra la vita a 360 gradi che va vissuta al limite, senza rimpianti e al massimo delle proprie possibilità, perché non ce ne sono altre. Un forte grido da parte dei quattro giovanissimi ragazzi che credono ardentemente nella  musica come motore vitale e nel vivere la vita in tutte le sue sfaccettature. Questa canzone cerca di dare voce a chi non vuole smettere di sognare, da piccolo come da grande, perché chiunque dovrebbe sentirsi libero di volere una Vita Piena. I Mosaico sono una giovane band italiana composta da Simone (voce), Alfredo (chitarra), Alex (basso), Matteo (batteria), tutti tra i 21 e 22 anni.

CRONICO
Qualcuno dice che la notte porti consiglio. Altri, invece, preferiscono viverla, mettendo da parte le parole e lasciando spazio alle emozioni. Col calare delle tenebre, tutto prende forma; perfino l’amore, “liquido” per definizione, ma incapace di sfuggire alla magia che il crepuscolo porta con sé. “Notte” è questo e molto altro ancora. Descriverla con una canzone? Difficile. Ambizioso. Sicuramente nobile. Cronico ci ha provato con il suo nuovo singolo. Cresciuto a Maranise (Provincia di Catanzaro), inizia ad appassionarsi alla musica all’età di 14 anni. Il suo percorso artistico inizia nel 2001, con la partecipazione al Festival di Napoli, dove si classifica al secondo posto. Inizia così ad approfondire la musica e la scrittura e nel 2006 comincia il suo percorso di cantante e autore in una band. Nel 2016 conclude gli studi al “Politecnico Scientia et ars” di Vibo Valentia, laureandosi in canto moderno.

EKYNOXX
Nuovo singolo degli EkynoxX con una delle più interessanti violiniste in Italia “H.E.R.” ed è subito successo nelle Radio. Achilles’ Dream (Il Sogno di Achille) è una track proiettata verso il futuro, con melodie sognanti che trasportano l’ascoltatore verso altri mondi (da molti già paragonata alle produzioni di Claudio Simonetti e JeanMichel Jarre). Questo nuovo brano degli EkynoxX (terzo estratto dall’Album “Gravità Zero”), si avvale di un’importante performance: quella della violinista H.E.R., un artista poliedrica già nota per le sue collaborazioni con Franco Battiato, Morrissey, Lucio Dalla, Teresa DeSio… L’ultima sua conquista è stato il Premio Amnesty 2021, non prima di aver vinto anche il Concorso di Musicultura 2020. Con il suo featuring in Achilles’ Dream, l’elettronica si sposa con i suoni analogici del violino, creando un’atmosfera ancora più suggestiva e questa volta tangibile, ossia meno rarefatta dell’originale. Il violino di H.E.R. in questa nuova versione de “Il Sogno di Achille”, è quasi una voce narrante, come un filo di Arianna che accompagna il pubblico nell’esplorazione di emozioni profonde che scaturiscono dall’ascolto del brano.