Riceviamo e pubblichiamo
Le proposte di Pistì, tra crema al pistacchio e pesto, in occasione della Giornata Internazionale del pistacchio che si celebra domani, 26 febbraio.

Per festeggiare il 26 Febbraio, la ricorrenza della Giornata Internazionale del pistacchio, bisogna arrivare preparati: questa festa mondiale è stata istituita per far conoscere e informare sulle numerose proprietà di questi gustosi semi verdi, a cui è difficile resistere.
Mangiarli tutti i giorni fa molto bene alla salute. Infatti secondo due nuovi studi scientifici di ultima produzione e pubblicati dalla rivista americana Nutrition, consumare frutta secca favorisce la prevenzione dell’obesità, proprio perché i pistacchi rilasciano importanti antiossidanti e polifenoli durante la digestione. Gli antiossidanti e i polifenoli contenuti nei pistacchi possono essere identificati nei colori verde, giallo e purpureo presenti nel seme e nel guscio.
Le proposte di pistacchio di Pistì
Due le varianti proposte da Pistì: la crema e il pesto al pistacchio. Fino al 28, proprio per festeggiare la giornata internazionale del pistacchio, ci sarà il 15% di sconto su tutti i prodotti con il codice: pistacchio15.
La crema di pistacchio Pistì
Per la crema viene utilizzato il 45% del miglior pistacchio
. Un frutto che nasce a Bronte, alle pendici del maestoso Etna, affondando le proprie radici nella lava. Unico e dall’aroma inconfondibile, il pistacchio viene coltivato e lavorato nella meravigliosa e fertile terra siciliana, all’interno di quello che è il più grande laboratorio artigianale scavato nella lava. Il vasetto da 200 grammi è disponibile a 4,50 euro, una crema verde dal profumo avvolgente e dal sapore unico, pronta per essere assaporata direttamente al cucchiaio. La crema di pistacchio, contenuta in un vasetto dal look elegante e moderno, si presenta come un must che vuole essere protagonista dei momenti più dolci e golosi. Un vasetto dallo stile pulito ed elegante che mette in risalto l’inconfondibile colore verde smeraldo della crema; 200g di puro oro verde che racchiude tutta la tradizione di Bronte e la storia di un territorio che vanta la produzione di un pistacchio unico al mondo.

Il pesto di pistacchio Pistì
Per portare nella cucina la terra e le tradizioni dell’Etna, il pesto Pistì è ideale per condire la pasta e per piatti a base di carne. Il vasetto da 190 g (a 6 euro) può servire fino a 4-5 porzioni, disponibile anche in formato “petit” da 90 g (a 4 euro) o in vetro, per il formato “evolution” da 200 g (a 8 euro), per tutti i gusti ed esigente.
La Crema di pistacchio Pistì e il pesto di pistacchio Pistì sono distribuiti nel canale GDO e in Rinascente a Milano oppure online sul sito https://www.pisti.it/
Pistì
è un’azienda che dedica costante attenzione all’uso di materie prime di pregio e alla loro lavorazione, e che mette al primo posto il rispetto per l’ambiente prediligendo l’artigianalità, una ricerca costante e tanta creatività.
La nostra crema è un’eccellenza nel mercato di riferimento – commenta Nino Marino, AD di Pistì -. Un’accurata selezione delle materie prime, la genuinità e l’artigianalità fanno sì che venga apprezzata tanto non solo in Italia ma anche all’estero, considerata la mole di richieste che riceviamo da tutto il mondo”.
Pistì nasce a Bronte, ai piedi dell’Etna, una quindicina di anni fa. Nino Marino era un manager creativo proveniente dal settore alimentare, Vincenzo Longhitano invece era un abile dirigente cresciuto in una storica famiglia di produttori di Pistacchio. Nel 2000 i due giovani uniscono le loro forze per dare vita a una piccola produzione di alta pasticceria. Nello stesso anno, subito dopo il debutto al “Cibus” di Parma, le numerose richieste da parte della grande distribuzione rendono necessario l’acquisto di un’intera pasticceria nel centro di Bronte. Oggi Pistì è un punto di riferimento per il territorio di Bronte e, proprio grazie alla scelta di privilegiare uno standard qualitativo eccellente, impiega stabilmente 90 dipendenti fissi, che diventano 160 nei periodi di alta stagione.