rubrica a cura di Fabrizio Capra
No Fang primo atto de “La Trilogia”. “Champagne” il nuovo singolo dell’iconico duo Sem&Stènn; Marchettini “Milano inferno” il nuovo singolo che anticipa l'album di esordio. “Veloci come in 500” il debut album degli Ananasnna.

NO FANG
I Atto Lo Scontro” è il titolo del nuovo EP della formazione pugliese No Fang, da venerdì 22 gennaio in tutte le piattaforme digitali e vinile limited edition pubblicato da Django Dischi. “Lo scontro” è il primo atto de “La Trilogia“, un concpet che prevede la pubblicazione di tre episodi/EP, a cui seguiranno “La Tregua” e “L’Assedio”. La raccolta narra di una “guerra” allegorica, una battaglia fisica e mentale, un conflitto senza tempo tra l’arte e l’apparenza, la cultura e l’ignoranza, l’intelligenza e la forza bruta. La trilogia guida l’ascoltatore attraverso le tre fasi della guerra. Il ritmo incalzante di questo “Scontro” tra differenti visioni del mondo si attenua in una “Tregua” apparente, un momento di riflessione e introspezione. Questa battaglia, combattuta con le armi dell’arte, raggiunge il suo culmine con un “Assedio” irriverente e festoso alle porte del potere. Il I Atto comprende cinque brani, tra cui un intro (prologo) come traccia d’apertura. Allo stesso modo il III Atto si chiuderà con un outro (epilogo). Il primo estratto de “Lo Scontro” è un brano intitolato Mére Funne (tradotto “mare profondo” in dialetto pugliese), dedicato ai viaggi della speranza dei numerosi migranti che tentano di attraversare il Mediterraneo in cerca di un futuro migliore. Il loro è un vero scontro con il pregiudizio e la xenofobia che attanagliano la mente di molti occidentali. I No Fang sono  Sentaur  (rap), Siel-One (rap), Brnà (rap, beat, scratch), Verso (rap, beat, basso, chitarra, piano) e Brisk (rap, beat e arrangiamenti).

SEM&STÈNN
Champagne” è il nuovo singolo dell’iconico duo Sem&Stènn che ci trasporta in un club avveniristico tra  provocazione e ironia. Il brano anticipa il primo disco in italiano di un progetto artistico unico nel nostro paese. Distribuzione Believe Digital, che I-D Vice ha definito “la resistenza queer della musica italiana”. Champagne è un pezzo uptempo electro pop ricco di influenze: urban, house e 70s, come fossimo in un club avveniristico. Il brano racconta il miraggio della vita sfarzosa come obiettivo di un interminabile ed estenuante sforzo per raggiungerla, l’essere extra, sempre sopra le righe, come mood perenne e l’importanza di esaltare la propria unicità senza compromessi. Questo singolo anticipa il concept album di prossima uscita, il primo disco completamente in italiano del duo. “Con Champagne ci siamo immaginati il momento in cui ce la potremo veramente scialare dopo tutto il lavoro e i sacrifici che abbiamo fatto in questi anni, tra disavventure, incontri del terzo tipo e incidenti di percorso. È la soundtrack di una festa wild senza fine con litri di champagne, invitati presi bene e outfit memorabili.” Sem&Stènn.

MARCHETTINI
Dopo “Luna”, che ha superato i 200 mila stream su Spotify ed è stata inserita in più di 2000 playlist (tra cui Indie Italia, Indie Triste e Scuola Indie su Spotify), Marchettini torna con un nuovo singolo, Milano Inferno, dal 22 gennaio su tutte le piattaforme digitali, distribuzione Believe. Il brano anticipa il primo album Odiarsi Male, in uscita il 19 febbraio 2021. Milano, città in cui Marchettini vive e dalla quale trae ispirazione creativa, torna a fare da sfondo alla musica del cantautore di NoLo. Dopo le atmosfere disincantate di “Luna”, ecco una disamina degli stati d’animo umani e di come questi influenzano le nostre azioni quotidiane: “la voglia di scappare con quella di restare”, “ormai non so più scegliere, se ridere o piangere”, si legge tra le righe del testo.
“Milano Inferno è una canzone scritta guardandosi allo specchio. Racconta gli stati d’animo che ognuno di noi attraversa nella propria vita. Dalla voglia di conquistare il mondo a quella di rimanere nel letto e spegnere tutto. Tutti vogliamo sempre e solo le “cose belle” ma servono davvero a farci stare meglio?”Marchettini. Testo: Stefano Marchettini e Simone Pavia. Produzione: Antonio Di Santo. Cover e Foto: Jacopo Murari

ANANASNNA
Veloci come in 500” è il debut album degli Ananasnna, la nuova band “simmetrica”del compositore Stefano Risso, nata da una sfida: uscito venerdì 22 gennaio 2021 per Auand Records in copia fisica e digitale. Il quintetto nasce dall’idea di Manuel Volpe (Studio Rubedo) di realizzare delle recording jam con musicisti che non avessero mai suonato insieme prima. Da un successivo spunto del compositore Stefano Risso deriva l’atipico ensemble selezionato per la registrazione:  due  batterie, due sax, un basso. Insieme all’album, arriva anche il primo videoclip ufficiale: registrato anch’esso durante la recording session, il video di “Peso a valle” è un montaggio di momenti rubati e presenta i musicisti in fase compositiva. Da una divertente “uscita” del fonico di presa diretta deriva il titolo-ossimoro “Veloci come in 500”, album d’esordio degli Ananasnna che racchiude otto brani strumentali inediti e un’improvvisazione collettiva a cavallo tra il calore Motown e l’eclettismo alla John Zorn. Veloci, ma senza fretta. L’album è stato registrato in 5 ore di presa diretta con i musicisti riuniti nella stessa stanza. Per superare la simmetria dell’ensemble e creare una tessitura di illusione acustica per l’ascoltatore, le composizioni sono state ideate con lo scopo di far suonare gli strumenti “doppi” sempre insieme, realizzando delle trame armoniche o timbriche più che delle vere parti solistiche: voci uguali che, inseguendosi melodicamente, contribuiscono a creare una tessitura armonica. L’album è uno scenario in movimento dove i sassofoni possono scegliere di agire in solo o come unicum mentre il dialogo continuo tra le due batterie scorre come un fiume sotterraneo di giochi poliritmici: strutture semplici ma con metriche differenti. Musica per ballare, insomma, ma anche per inciampare.