Riceviamo e pubblichiamo
Giovedì 21 gennaio l’Università di Padova incontra Corrado Augias  e prosegue nel percorso verso i suoi 800 anni. Con una dedica a Pietro Greco.

Un viaggio attraverso epoche, invenzioni e personaggi straordinari accompagnati da un’ospite d’eccezione: il giornalista, scrittore, autore e conduttore televisivo Corrado AugiasRivoluzionare il presente. Scienza e società tra passato e futuro, è il titolo dell’incontro promosso dall’Università di Padova e trasmesso in streaming sui suoi canali YouTube e Facebook che giovedì 21 gennaio alle ore 17 vedrà la partecipazione del rettore Rosario Rizzuto, della prorettrice alle relazioni culturali, sociali e di genere Annalisa Oboe e del filosofo della scienza Telmo Pievani in veste di moderatore.
Ulteriore tappa verso il grande traguardo dell’Ottocentenario dell’Ateneo nel 2022, questo dialogo a più voci permetterà di intrecciare suggestioni e considerazioni sul tumultuoso presente che stiamo attraversando con la narrazione delle parabole personali e professionali di alcuni grandi protagonisti del mondo scientifico e culturale del passato profondamente legati all’Ateneo patavino. Sul filo della narrazione tra le epoche, si alterneranno così le riflessioni al centro del Breviario per un confuso presente (Einaudi), l’ultimo libro di Corrado Augias, con i ritratti dei Medici rivoluzionari e delle trentuno protagoniste femminili di Raccontami di lei, le due più recenti pubblicazioni della PUP Padova University Press a cura della redazione del quotidiano multimediale online dell’Università “Il Bo Live”, al cui caporedattore Pietro Greco, recentemente scomparso, è dedicato l’incontro. 

Tra invenzioni e personaggi straordinari, innovazioni tecnico-scientifiche e trasformazioni socio-culturali, a partire dai tre volumi i protagonisti dell’incontro esploreranno momenti storici e temperie culturali invitando il pubblico a riflettere su quanto il futuro sia debitore del passato e quanto il presente si evolva sempre più velocemente. Prendendo spunto dai temi e dai problemi con cui ogni giorno siamo chiamati a confrontarci, l’analisi del Breviario per un confuso presente offrirà strumenti utili per un approccio più comprensibile e meno ansioso del futuro che ci aspetta, laddove gli esempi raccolti in Medici rivoluzionari e Raccontami di lei accompagneranno il pubblico lungo sette secoli di conquiste scientifiche, sociali e culturali di cui l’Ateneo padovano è stato protagonista e promotore insieme, raccontati fondendo lo stile narrativo più avvincente con una ricerca storica stringente e rigorosa.
Proprio perché siamo nel mezzo di una bufera, è ancora più importante avere consapevolezza e memoria del percorso che ci ha portato fin qui”, scrive Augias: un invito che l’Università di Padova raccoglie e sviluppa celebrando la storia secolare che la caratterizza e gli straordinari interpreti che hanno contribuito a scriverla, in perfetta coerenza con i valori di libertà e autonomia di pensiero espressi dal motto “Universa Universis Patavina Libertas” che da quasi otto secoli ne traccia il percorso.