Riceviamo e pubblichiamo
Il progetto  è stato realizzato sulla stazione spaziale (ISS) da Samantha Cristoforetti.

Lo scorso 15 gennaio 2021, è stata pubblicata l’intervista da parte della NASA (live on nasa.gov) sui risultati ottenuti dagli esperimenti del progetto “Nanoparticles and Osteoporosis”  completati sulla stazione spaziale sperimentale (ISS) dall’astronauta italiana Samantha Cristoforetti nel 2015.

Samantha Cristofaretti

Il progetto finanziato dall’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) è stato coordinato dalla professoressa Livia Visai dell’Università di Pavia coadiuvata dalle professoresse Angela Maria Rizzo  (Università di Milano), Giuseppina Rea e Barbara Pascucci (CNR di Roma) e dai collaboratori Francesco Cristofaro e Giuseppe Pani.
Il progetto “Nanoparticles and Osteoporosis” mediante esperimenti in vitro condotti in microgravità, ha studiato gli effetti della somministrazione di specifiche nanoparticelle come contromisura per l‘osteoporosi utilizzando cellule staminali umane.
L’azienda Kayser è stato il partner industriale che ha fornito l’hardware per l’esperimento sulla ISS.
Leggi l’intervista completa: https://www.nasa.gov/mission_pages/station/research/news/nato-research-results/