Riceviamo e pubblichiamo
Il Presepe Sommerso è visibile dal lungolago di Porto Ceresio per questa decima edizione, di giorno e notte. Si ricorda di rispettare le regole per il distanziamento sociale.

Il “Presepe Sommerso” torna a Porto Ceresio malgrado il Covid-19.
GODiving ha sistemato il Presepe Sommerso sul fondale del Lago di Lugano.
Sino all’Epifania sarà possibile ammirare la rappresentazione della Natività dal bellissimo lungolago pensile di Porto Ceresio (VA).
Il Presepe, infatti, è posizionato a pochi metri sotto la superficie ed è illuminato per essere visibile anche di notte.
Di solito le luci attirano nuvole di alborelle, gamberi e qualche persico, aggiungendo fascino all’installazione e rammentando ai visitatori l’importanza di curare e preservare i laghi prealpini.
L’intento ispiratore del Presepe Sommerso è proprio di sottolineare la sistematica e delicata relazione tra uomo e acqua dolce, un tema ricorrente negli eventi sociali e sportivi di GODiving (come l’annuale pulizia lacustre Blu Pulito).
Questa è la decima edizione dell’iniziativa, un poco sottotono a causa delle restrizioni derivanti dall’emergenza Covid-19.

Non ci sono stati il tradizionale viaggio in bicicletta della statua di Gesù Bambino da Busto Arsizio alle sponde del Lago di Lugano, l’abituale inaugurazione pubblica e la benedizione del parroco ceresino.
I volontari e i subacquei del gruppo subacqueo GODiving si sono limitati a sistemare le piattaforme, le statue, le pietre, la stella di terracotta che ricorda il socio Andrija prematuramente scomparso alcuni anni fa e i fari sommersi.
Il tutto seguendo stringenti protocolli di sicurezza e le indicazioni ricevute dal Comune di Porto Ceresio e dall’Autorità di Bacino Lacuale Ceresio, Piano e Ghirla.
GODiving (www.godiving.it) propone corsi di subacquea, snorkeling e apnea per bambini e adulti, immersioni guidate nei nostri laghi e al mare, come pure iniziative mirate ad aumentare la consapevolezza della fragilità dell’ecosistema delle acque dolci.