Riceviamo e pubblichiamo
Da stasera, giovedì 17 dicembre, un nuovo programma prodotto da Rai per il Sociale con Piero Angela. Cari ragazzi, il nuovo secolo che stiamo vivendo è vostro..” ha detto Piero Angela rivolgendosi ai ragazzi.
foto Massimo D’Angelo

Da stasera, 17 dicembre, il giovedì in seconda serata su Rai Premium (canale 25 del digitale terrestre), andrà in onda  Prepararsi al futuro, il nuovo programma di Piero Angela prodotto da Rai per il Sociale. Quattro puntate che affronteranno grandi temi, dal problema demografico allo sviluppo tecnologico passando per il clima, come spiega Piero Angela: “Prepararsi al Futuro è un programma molto particolare nasce da un’idea che avevo avuto qualche tempo fa, e cioè quella di far incontrare gli studenti con grandi personaggi di ogni campo: scienziati, economisti, storici, demografi, tecnologi, filosofi. E aprire un dialogo sui grandi temi del mondo moderno, soprattutto pensando al futuro”.
Un dialogo intergenerazionale per capire “dove siamo” e per decidere meglio, con la guida di un gruppo di esperti, dove andare come singoli e come Paese.
L’idea di Piero Angela si è potuta realizzare grazie al supporto di Francesco Profumo e della Fondazione per la Scuola della Compagnia di San Paolo, di cui è Presidente, del Politecnico di Torino e dell’Ufficio Scolastico Regionale del Piemonte. Insieme hanno organizzato, nell’Aula Magna dell’ateneo torinese, un ciclo di incontri tra 400 ragazzi del Politecnico e delle scuole superiori con gli esperti indicati da Angela. 

L’Ambiente e la Sostenibilità sono il filo rosso di questa prima serie di Prepararsi al Futuro e sono anche i temi cardine della nuova Direzione Rai per il Sociale e di Rai Premium che con questo programma continua un percorso di evoluzione e di arricchimento, portando sullo schermo tematiche volte a creare una “nuova cultura” e una maggiore consapevolezza sui temi della sostenibilità.
Roberta Enni, Direttore Rai Gold: “Saranno i nostri figli a Prepararci al Futuro. Rai Premium con questo programma vuole proprio offrire un momento di televisione che figli e genitori possano condividere e che, ci auguriamo, suggerisca un confronto ed uno scambio intergenerazionale”.
 “Con Prepararsi al Futuro – spiega Giovanni Parapini, Direttore Rai per il Sociale – la Rai prosegue nel suo compito di alfabetizzare il Paese, una icona del servizio pubblico coniuga esperienza al servizio delle nuove generazioni. Questo senso di responsabilità onora il progetto di Rai Premium e di Rai per il Sociale”. 
Piero Angela, parlando di Prepararsi al Futuro, si rivolge ai ragazzi: “Cari ragazzi, il nuovo secolo che stiamo vivendo è vostro. Nel 2050, un anno che sembra così lontano, voi sarete dei giovani 40/50enni. Nel 2090, che sembra lontanissimo, avrete meno dell’età che ho io oggi.
Sarà un secolo pieno di cambiamenti e sinceramente mi spiace di non poter vedere tutto quello che succederà: grandi problemi, certo, ma anche grandi innovazioni e tante opportunità. Molti di voi diventeranno classi dirigenti di domani. E mi auguro (e ve lo auguro sinceramente) che avrete la saggezza di guidare uno sviluppo equilibrato e sostenibile. Per questa ragione è importante essere informati e motivati. In questo senso il Prepararsi al Futuro vuole essere un piccolo manuale di sopravvivenza. La conoscenza è infatti il miglior strumento per valutare e decidere. Quindi: buon viaggio!
”.

Ai timori di trovarsi di fronte a un programma troppo “impegnato” Piero Angela risponde: “Non vi spaventate perché comunque sono racconti fatti in modo chiaro e divulgativo! Prepararsi al Futuro non è solo per chi studia, ma è per tutti, per tutti coloro che vogliono capire che cosa sta succedendo e che tipo di mondo ci attende con i suoi problemi, ma anche con le sue opportunità. Vi aspettiamo su Rai Premium!”.
I temi affrontati nelle quattro puntate saranno: clima ed energia, genetica e alimentazione, sviluppi dell’informatica, tra ricerca e intrattenimento, e intelligenza artificiale, economia globale e problema demografico, lavoro e welfare.

LE PUNTATE
Prima puntata. Energia e Biologia
 
Nicola Armaroli, direttore del Consiglio Nazionale delle Ricerche, guida in una riflessione sulla transizione energetica, necessaria e indispensabile per salvaguardare il pianeta in cui viviamo. Il tempo della transizione è trent’anni, cioè il periodo lavorativo della generazione che ci guiderà nel futuro. In questo periodo sarà necessario convertire il nostro sistema energetico verso tecnologie sostenibili, come le geotermiche e l’energia solare. Il mondo attuale presenta ancora vistosi squilibri nella sua distribuzione di cibo tra paesi ricchi e paesi poveri. La professoressa Paola Bonfante dell’Università di Torino illustrerà i meccanismi della produzione agricola ripercorrendo le tappe del passato e guardando alle direttive future.
Seconda puntata. Videogiochi e Intelligenza artificiale
L’industria dei Videogiochi genera un fatturato mondiale al di sopra di ogni aspettativa. La sua produzione richiede competenze interdisciplinari e si applica a diversi settori della comunicazione. Vediamo insieme a Marco Mazzaglia del Politecnico di Torino quali sono gli aspetti più interessanti legati a quella che si può definire la disciplina più ludica del nostro tempo. Roberto Cingolani, fisico e ricercatore di Leonardo, è un attento osservatore dell’intelligenza artificiale e delle sue ripercussioni sulla vita reale. Insieme a Piero Angela mostra gli aspetti nascosti della tecnologia, invitando a riflettere sui possibili risvolti delle sue applicazioni, nel presente e nel futuro.
Terza puntata. Geopolitica e Demografia
Gli equilibri tra le grandi potenze economiche e politiche nel mondo sono spiegati con maestria e vivacità dal politologo Paolo Magri, dell’Ispi di Milano, in un viaggio attraverso la storia per condurci alla comprensione dell’attualità, con chiare metafore dei meccanismi che guidano il mondo. Nell’ultimo secolo abbiamo assistito al raddoppio della popolazione per ben due volte. Questo risultato può considerarsi un successo per la specie umana, ma porta con sé squilibri e problematiche che la generazione futura dovrà affrontare. Insieme al demografo Antonio Golini e a Piero Angela possiamo proiettarci verso il 2100, per analizzare le prospettive economiche e sociali che si presenteranno, dalle emigrazioni alle ripercussioni sul welfare.
Quarta puntata. Economia e Lavoro
L’esperto Pietro Terna, dell’Università di Torino, sarà l’ospite di questa puntata dedicata ai percorsi dell’economia ed alla direzione che sarà necessario intraprendere per un sistema economico compatibile con le esigenze del pianeta. L’economia dovrà considerare tutti gli aspetti della produzione e dell’impiego delle risorse, per tendere ad un equilibrio nella distribuzione della ricchezza in futuro. Il nostro sistema pensionistico e di sostegno alle famiglie e ai lavoratori viene analizzato, in questa puntata, da Tito Boeri, economista dell’Università Bocconi. Il futuro è un delicato equilibrio in mano alla generazione dei giovani, che dovranno avere le competenze e la saggezza di guidare le scelte politiche e sociali dei prossimi anni.
Prepararsi al Futuro è una produzione Rai per il Sociale ideata e condotta da Piero Angela.
Consulenza di Piero Bianucci. Autori: Elisabetta Bernardi, Caterina Mannacio e Lucia Sirocchi. Regia di Lorella Galvan.