Giovedì Rai: Maria Teresa d’Asburgo e la città fortificata di Aigues-Mortes

Riceviamo e pubblichiamo
Domani, giovedì 17 dicembre tra i vari programmi Rai segnaliamo due appuntamenti con il professore Alessandro Barbero: per “a.C.d.C.” si parlerà di Maria Teresa d’Asburgo e a seguire “Aigues Mortes e le crociate del Re Santo”, la città e il suo fondatore Luigi IX.

Il professor Barbero e “a.C.d.C.”: Maria Teresa, la “suocera d’Europa”
Maria Teresa D’Asburgo
. Una donna sul trono di una delle più antiche dinastie europee. Sovrana e madre di sedici figli, al centro della storia politica europea. A lei è dedicato il nuovo appuntamento con “a.C.d.C.”, in onda in prima visione giovedì 17 dicembre alle 21.10 su Rai Storia.  All’età di 23 anni Maria Teresa d’Asburgo eredita la corona d’Austria: suo padre Carlo VI, reggente del Sacro Romano Impero, ha introdotto la ‘Prammatica Sanzione’, che stabilisce – in mancanza di un erede maschio – il diritto di successione anche alla prima figlia femmina dell’imperatore. In quarant’anni di regno Maria Teresa d’Austria si dimostra una figura politica d’eccezione: sovrana illuminata e riformatrice, diplomatica scaltra e preparata. Con l’introduzione del professor Alessandro Barbero, ad “a.C.d.C.” la biografia di una delle creatrici dello Stato Moderno, di una sovrana determinata, ma anche di una donna appassionata e sensibile, alla luce della corrispondenza recentemente scoperta con la sua dama di compagnia Contessa Enzenberg.

Aigues Mortes e le crociate del Re Santo, la città di Luigi IX
La storia della città fortificata di Aigues-Mortes e del suo fondatore, Re Luigi IX, detto il Santo, che ne fece il punto di partenza per la settima e l’ottava crociata. La racconta “Aigues Mortes e le crociate del Re Santo”, in onda giovedì 17 dicembre alle 22.10 su Rai Storia, con l’introduzione del professor Alessandro Barbero. Al centro del documentario, la nascita e lo sviluppo del primo porto del Regno di Francia, situato nel sud, in Occitania, viste anche attraverso l’ausilio di immagini aeree che ne colgono l’incredibile importanza strategica.  

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: