Riceviamo e pubblichiamo
«Che c'è?» mi domanda Eva con un occhio aperto e l'altro chiuso. «Un sogno assurdo.» «Tutta la tua vita è assurda, Frana.». “La sua ragazza”, il libro di Serena Maffia che tratta il tema dell'omossessualità femminile con sorprendente audacia.

Nell’eros la chiave. Un romanzo umoristico, a tratti riflessivo e che raggiunge anche toni lirici, che parla d’amore in maniera schietta e moderna e che lascia gli occhi colmi di colore. Questo è “La sua ragazza” (edizioni Book Road), il romanzo di Serena Maffia, che tratta il tema dell’omossessualità femminile con sorprendente audacia.
La sua ragazza” racconta del rapporto di amicizia tra Frana, protagonista del romanzo, e Roscio che conosce per caso durante una delle sue disavventure. Si seguono le vicende della protagonista che si intrecciano a quelle del suo “antagonista”/ amico “dal pelo rosso” detto Roscio che le annebbia la vista di rosso e anche di blu Sempre per caso incontra Anna, fidanzata del Roscio, per la quale perde la testa.

Tra situazioni paradossali e divertenti,  “La sua ragazza” affronta il tema del triangolo amoroso e della sessualità rivisitando in chiave moderna il tema classico del Narciso e “traducendo” in arte le emozioni. Frana è una ragazza omosessuale che vive la sua esistenza con passione e amicizia, contornata dai suoi amici e guidata dal suo amore per l’arte e per i miti: Narciso è il suo mentore. Serena Maffia ci strega con le sue parole trascinandoci dalla prima all’ultima pagina dei suoi romanzo come se bevessimo un bicchier d’acqua tutto d’un sorso.
È una buona idea ispirarsi troppo a un mito greco?
In particolare a quello di Narciso?
Frana è convinta di sì, ma si renderà presto conto di sbagliare di grosso.

SERENA MAFFIA
Già collaboratrice per Medusa Film, Rai e Gazzetta dello Sport, è autrice di una trentina di libri tra cui: “Sveva va veloce”, “Le passioni di Ginevra”, “I filgi di asac”, “Meglio grande” e “Le passioni di Ginevra”. “Serena Maffia è una strega” disse Alberto Bevilacqua di lei.