Riceviamo e pubblichiamo
Domani, sabato 21 novembre, sui canali Rai Alberto Angela ci porta a Brescia; Linea Verde Tour nella Food Valley italiana mentre a “Passato e Presente” si parla delle vie del cinema, da Hollywood a via Veneto a Roma.

Passaggio a Nord Ovest con Alberto Angela: da Brescia alle bambole di pezza di Nagoro
Fa tappa a BresciaPassaggio a nord ovest”, in onda sabato 21 novembre, alle 11.25, su Rai1. Alberto Angela guiderà il pubblico alla scoperta della città di origini celtiche, poi dominata dai Longobardi, tanto da diventarne una delle capitali del loro regno militare. Nel Museo di Santa Giulia sono conservati veri capolavori come la statua in bronzo della Vittoria Alata, alta quasi due metri, e la croce del re longobardo Desiderio. Si vola poi in Uzbekistan un’oasi lussureggiante circondata dal deserto. Un tempo era un importante centro lungo la Via della Seta che collegava l’Europa all’Asia. Gli splendidi minareti degli antichi palazzi di Samarcanda e di Bukara si stagliano ancora oggi contro un cielo reso arso dal sole rovente. Ma con il passare del tempo la vita nella “perla del deserto” è cambiata e il futuro è ricco di speranze e di interrogativi. Si torna in Europa al Forth Bridge, un ponte ferroviario sul Firth of Forth, sulla costa orientale della Scozia, a pochi chilometri da Edimburgo. Rappresenta una delle arterie di collegamento principali del paese. Da quando fu completato, nel 1890, il Forth Bridge è sempre stato considerato una meraviglia dell’era industriale al punto da essere stato dichiarato Patrimonio Unesco nel 2015. Si chiude nella remota località di Nagoro, in Giappone, qui un’intera popolazione ha lasciato le proprie abitazioni per trovare migliori sorti altrove. Tra le sue valli vi è rimasta ormai un’ultima abitante: la signora Ayano che, per non sentirsi sola, ha deciso di ripopolare l’intero borgo con bambole di pezza raffiguranti tutti i suoi vecchi concittadini.

“Linea Verde Tour” tra arte e cibo nella Food Valley
Arte, storia e prodotti enogastronomici della Food Valley sono i tesori dei cinque Comuni dell’Unione Pedemontana Parmense protagonisti di “Linea Verde Tour” in onda sabato 21 novembre, alle 15.00, su Rai1. Ancora un viaggio in compagnia di Federico Quaranta, Giulia Capocchi e Peppone Calabrese. In questa puntata, partendo dai sapori inimitabili del Parmigiano Reggiano si arriverà all’arte pura della Fondazione Magnani Rocca, una delle più importanti istituzioni culturali in Italia per l’eccezionale collezione e la rilevanza delle mostre, e del Museo Renato Brozzi, che accoglie la produzione dell’artista testimonianza del suo intenso legame con Traversetolo. Si attraverseranno territori dove si producono cibi ad altissima qualità e dove il cibo stesso è protagonista. Nei Musei del Cibo si potrà vivere un’esperienza unica e irripetibile. Percorrere questa parte della Food Valley sarà un emozionante itinerario tra natura, bellezze architettoniche e prodotti enogastronomici. Ci sarà tempo anche per riposare e godersi un po’ di relax nel parco secolare  delle Terme di Monticelli

“Passato e Presente” da Hollywood a via Veneto: la stagione del cinema
Il 27 gennaio 1949 si sposano a Roma il grande divo hollywoodiano Tyrone Power e la starlette della Metro Goldwin Mayer Linda Christian. Le nozze sono il primo grande evento mondano in una Italia appena uscita dal difficile periodo del dopoguerra e diventano subito il “matrimonio del secolo”. Nello stesso tempo inaugurano la stagione della cosiddetta “Hollywood sul Tevere”. Lo raccontano il professor Ermanno Taviani e Paolo Mieli nell’appuntamento con “Passato e Presente”, in onda sabato 21 novembre alle 20.30 su Rai Storia. Grazie anche alle agevolazioni fiscali previste dalla Legge Andreotti, per tutti gli anni Cinquanta centinaia di troupe americane sbarcano in Italia per girare i loro film a Cinecittà, diventata uno dei più attrezzati centri per la produzione cinematografica. Sono gli anni d’oro del divismo e dei paparazzi, di via Veneto e della Dolce vita, immortalata per sempre da Federico Fellini. Roma diventa capitale glamour, centro della vita mondana e anche il nostro cinema produce divi di calibro internazionale, come Gina Lollobrigida o Sophia Loren. Con il miracolo economico e lo sviluppo poderoso dei media, il divismo trova anche altri canali per esprimersi, come la televisione, l’editoria rosa e i fotoromanzi, la musica leggera.