Riceviamo e pubblichiamo
L’artista spagnolo ha firmato una linea per il noto brand streetwear. “Pop Flowers by Felipe Cardeña” è la nuova linea di felpe e di T-shirt.

Il controverso artista spagnolo Felipe Cardeña, famoso per aver vissuto come mimo di strada a Cuba e come artista “sans papier” in molti paesi del mondo, firma una linea di moda per Spazzuk, noto brand streetwear.

La visionaria linea Capsule Collection ‘Pop Flowers by Felipe Cardeña’ è la nuova linea di felpe e di T-shirt il cui filo conduttore è costituito dalla presenza di un folto pattern floreale e di elementi eterogenei (foglie, farfalle, pesci, uccelli), tutti appartenenti al mondo naturale.
Forme varie ed estremamente gioiose, allegre e colorate, tipico dei lavori dell’artista di origine spagnola.
Il potere magico della natura è infatti rappresentato dai fiori, psichedelici e coloratissimi, che sembrano sbalzarci, come per un’azione magico-rituale, in un tempo altro, onirico, fantastico, incantato. 
Al centro della composizione creata dall’artista appositamente per Spazzuk, è sempre presente l’immagine di un personaggio fortemente iconico.

T-shirt “Jesus Smile” 
Sul lato frontale delle T-shirt, compare una classica raffigurazione di Gesù Cristo, il quale, però, anziché offrire ai fedeli l’ostia consacrata – immagine del corpo stesso del Redentore, offerto in sacrificio per la salvezza dell’umanità –, dona invece un’emoticon con la classica icona dello “smile”, a simboleggiare un presente dove tutto è iper-semplificato ed esteriorizzato, ridotto a puro slogan, a emoticon, a gioco infantile ridotto a regola del mondo, dove i valori tradizionali sono stati sostituiti con comportamenti etici e virtù più apparenti che reali. 

Felpa “Flower Lion”  
Nella felpa, al centro del pattern floreale di Felipe compare invece un leone stilizzato, simbolo di forza e determinazione, che contrasta aspramente con la raggiante giocosità dello sfondo, rendendo così l’immagine insieme allegra e sottilmente minacciosa, delicata e forte nello stesso tempo, marcatamente maschile ma anche prepotentemente femminile, riducendo le distanze tra i modelli imposti dalla società e tra gli stereotipi di genere. 
Pop Flowers è acquistabile sul sito Spazzuk.com
Spazzuk
 
Spazzuk è un brand streetwear nato per chi vuole qualcosa di diverso dalla moda. È una visione, un mondo dove artisti, attivisti, propagatori di messaggi artistici lavorano, in modo inclusivo e sperimentale. È una visione nata su principi quali sostenibilità, responsabilità, etica, attenzione al pianeta e ai suoi abitanti. Spazzuk è libertà, prima di tutto di genere. 

Felipe Cardeña 
La biografia di Felipe Cardeña è controversa, e in questo risiede già una parte importante della sua poetica: l’idea che, nell’era della comunicazione virtuale e dell’identità sfuggente e fluida di internet, anche l’identità stessa dell’individuo, e la sua verità profonda, siano da mettere in discussione, e che dietro la maschera che ci siamo costruiti nel mondo, ormai sempre più legato alla dimensione virtuale, possa celarsi altro da ciò che appare. Nato, secondo le biografie ufficiali, a Balaguer (Spagna) nel 1979, Cardeña ha vissuto come mimo di strada a Cuba e come artista “sans papier” in molti paesi europei ed extraeuropei, rappresentando, come performer, scene tratte dall’iconografia classica e rinascimentale. Dal 2007 ha dato il via al progetto “Power Flower”, con grandi – a volte anche monumentali – composizioni coloratissime e strabordanti di collages dall’effetto eccentrico ed esagerato, a base soprattutto floreale, che toccano i temi del sacro, delle diverse identità culturali, della contaminazione tra natura umana e forme naturali. Artista “apolide” per eccellenza, è stato invitato a esporre alla Biennale di Venezia in tre diversi padiglioni nazionali: Padiglione Italia, Padiglione della Repubblica di Cuba e – come invito alla pace e alla cooperazione tra i popoli – in quello della Repubblica Arabo-siriana devastata dalla guerra.

Il “volto” pubblico della sua opera è spesso rappresentato da gruppi di ragazzi (la Felipe Cardeña Crew) che ne realizzano collettivamente i lavori e le installazioni, come in una sorta di laboratorio transnazionale permanente, come progetto pubblico di arte condivisa e collettiva: l’arte, secondo Felipe, non deve infatti essere appannaggio di un solo individuo, ma gioco, libertà, laboratorio pubblico ed esperienza di creatività partecipata. Il suo stile floreale, fortemente riconoscibile e coloratissimo, di chiara matrice neopop, sul quale si innestano caratteri tratti dalla storia dell’arte e dalla cultura di massa e riferimenti alle più diverse religioni e identità culturali, è divenuto ormai iconico, un vero e proprio “marchio di fabbrica” del suo lavoro.