Riceviamo e pubblichiamo
Oggi per la rubrica "Benessere Naturale" vi proponiamo un comunicato diffuso da Zeiss per la Giornata Mondiale del Diabete che si celebra il prossimo 14 novembre. Rapporto occhi e diabete: consigli sul come fare prevenzione.

Il 14 novembre 2020 si celebra la Giornata Mondiale del Diabete, un’occasione importante per mantenere alta l’attenzione su una malattia molto diffusa e che rappresenta una delle principali cause di cecità nel mondo. Gli ultimi dati ISTAT hanno stimato che in Italia (indagine ISTAT) le persone affette da diabete sono oltre 3 milioni, pari a circa il 5,3% dell’intera popolazione.

A livello mondiale, sono invece 415 milioni e secondo la World Diabetes Federation questo numero è destinato ad aumentare, arrivando a superare la soglia dei 640 milioni nel 2040.
ZEISS Vision Care, azienda da sempre punto di riferimento nell’ambito del benessere visivo, insieme al Dott. Franco Spedale, Direttore dell’Unità Operativa a funzione Dipartimentale dell’Oculistica dell’Ospedale di Chiari ASST Franciacorta, in occasione di questa giornata hanno deciso di chiarire quale sia il coinvolgimento dell’apparato visivo nel quadro generale di complicanze derivante dal diabete e soprattutto di elencare alcuni consigli su come prevenire le conseguenze di questa malattia.

Il diabete è tra le prime tre cause di cecità – conferma il Dott.Spedalesi stima che la retinopatia diabetica, ovveroun’importante complicanza del diabete causata principalmente da danni prolungati a carico dei piccoli vasi sanguigni della retina, provochicirca l’1,9% della disabilità visiva e il 2,6% della cecità”.
Come in qualsiasi branca della medicina, la prevenzione rappresenta il comportamento più adatto per scongiurare l’insorgenza o il peggioramento di alcune malattie, se non per evitare totalmente la comparsa di danni irreversibili.

I consigli sono principalmente quattro.
Tenere sotto controllo la glicemia: “Vista annebbiata, fastidio in caso di luce intensa, alterazione frequente della correzione visiva sono tutti sintomi di una variazione in atto della glicemia che influisce sul cristallino - spiega il Dott.Spedale - È importante tenersi monitorati e stare attenti ad ogni cambiamento che si avverte”.
Affidarsi a medici specialisti: una persona diabetica dovrebbe recarsi dall’oculista almeno una volta all'anno ed effettuare regolarmente un esame del fondo dell’occhio, soprattutto in ottica di prevenzione o diagnosi precoce di una retinopatia diabetica.
Avere un approccio scrupoloso: dietro ad una “semplice” esigenza di cambio occhiali per variazione del potere diottrico ci può essere un quadro più complesso derivante da diversi fattori, quali gli sbalzi di glicemia che influiscono sul cristallino e sulla vista. Variazioni frequenti o difficoltà di risoluzione del problema con un semplice cambio lenti possono essere campanelli d’allarme da non ignorare perché ci aiutano ad identificare e anticipare, in certi casi, la comparsa di complicazioni.
Mangiare sano e fare una vita attiva: specialmente per chi è affetto da diabete, mantenere una dieta sana ed equilibrata è importante e lo è soprattutto per tenere il livello di glicemia sotto controllo. Questa stabilità previene l’insorgenza di complicanze, tra cui, appunto quelle all’apparato visivo.

www.zeiss.itwww.zeiss.it/vision