Riceviamo e pubblichiamo
Domani, martedì 20 ottobre, a “Passato e Presente” si parlerà della Guerra di Crimea mentre per “Lady travellers” protagonista sarà Mary Kingsley, la Regina d’Africa.

A “Passato e Presente” la guerra di Crimea, il primo conflitto “moderno”
La guerra di Crimea, che vede contrapposta la Russia dello zar Nicola I e gli eserciti alleati di Turchia, Francia e Inghilterra, è il più grande conflitto internazionale dopo le guerre napoleoniche ed è considerata la prima guerra moderna: è la prima che viene documentata da un inviato e da un fotografo; la prima che impiega armi da fuoco efficaci, a canna rigata; la prima che usufruisce di un corpo di infermiere per assistere i feriti. Un conflitto ricostruito dal professor Adriano Roccucci e da Paolo Mieli a “Passato e Presente” in onda martedì 20 ottobre alle 13.15 su Rai3 e alle 20.30 su Rai Storia. In risposta a un tentativo di espansione russa a spese dell’Impero ottomano, gli alleati accerchiano l’esercito dello zar a Sebastopoli, sul Mar Nero, dove è ormeggiata la flotta russa. Decimati dal colera, iniziano un assedio logorante che durerà più di un anno. Anche il piccolo Piemonte entra in guerra, alla fine dell’inverno, per assicurare forze fresche agli eserciti alleati stremati. Cavour potrà così sedere al tavolo della pace e perorare la causa dell’indipendenza italiana in un consesso internazionale, stringendo un’importante alleanza con la Francia. Il prezzo della sconfitta russa sarà di quasi un milione di morti e darà all’Europa un assaggio di ciò che l’attende con la Prima Guerra Mondiale. 

Lady travellers: Mary Kingsley, la “Regina d’Africa”
Un’esploratrice, una scienziata, ma anche un’antropologa che per prima cerca di penetrare il segreto delle popolazioni indigene che abitano le rive dell’Ogowe: Mary Kingsley è la Regina d’Africa. Con il suo lungo abito vittoriano, ha attraversato la Sierra Leone, l’Angola e il Cameroon, prima di compiere un’impresa mai tentata prima da una donna: la scalata al Monte Cameroon. A Mary Kingsley è dedicato “Lady travellers”, in onda martedì 20 ottobre alle 22.40 su Rai Storia. Nata nel 1862 in una piccola città a nord di Londra, Mary è il prototipo della ragazza educata secondo la consuetudine vittoriana: riceve una formazione privata, ma ha a disposizione l’immensa biblioteca del padre, un medico che aveva viaggiato a lungo nel nord America. È tra quegli scaffali che nasce il suo amore per le scienze naturali e per l’etnografia, un amore che però può vivere solo su carta. Quando ha poco più di 30 anni, entrambi i genitori muoiono a brevissima distanza di tempo. Con la rendita che le spetta, Mary non ha dubbi: decide di partire per l’Africa. Imparerà a pagaiare come un indigeno, scoprirà nuove specie di pesci ancora oggi conservati al British Museum, vivrà per mesi con i cannibali in Gabon e sarà la prima donna a scalare il Monte Cameroon di oltre 4000 metri d’altezza.