Torna con un altro suo scritto, un intervento tra il pensiero e il brevissimo racconto, cimentandosi su un tema che Vinicio Capossela ha trattato nella sua canzone “Che coss’è l’amor”… “L’amore è…”.
L’amore è...
di Anonimo

L’amore non è le farfalle nello stomaco, non è nessuna discoteca, non sono i fuochi d’artificio, non sono i pupazzi, non sono i regali, non sono i palloncini ne tanto meno Romeo e Giulietta.


L’amore è poter ridere a crepapelle e poter piangere senza vergogna, sono le conversazioni a qualsiasi ora del giorno per dirsi tutto ed è poter essere se stessi senza doversi nascondere.
È quell’abbraccio che ti fa sentire al sicuro, quello sguardo che non ha bisogno di riempirsi di parole, quel messaggio che racconta quanto sia disastroso il tuo giorno.

L’amore non è morire per nessuno  né per te, l’amore è sapere senza alcun dubbio che in qualsiasi ora, in ogni circostanza, puoi contare su qualcuno.
L’amore è semplicemente quella persona che fa smettere ai fantasmi del tuo passato di tormentarti, che torni a fidarti della tua ombra e che una volta per tutte tu possa perdonare e perdonarti.


L’amore è chi ti fa ridere soprattutto quando non ti va, che ti ami senza chiedersi perché, che ti ammiri dentro, che ti guarisca, che ti salvi, anche se non ne hai bisogno.