rubrica a cura di Fabrizio Capra
Dopo lo straordinario successo di “Mediterranea” esce il 28 agosto, per Warner Music, “Crepe” il nuovo EP di Irama.

Dopo lo straordinario successo di “Mediterranea” il nuovo singolo colonna sonora dell’estate 2020, già certificato doppio platino, con oltre 60 milioni di stream e salito in vetta a tutte le charts posizionandosi al numero1 della classifica di vendita per quattro settimane e al primo posto della classifica earone dei brani più trasmessi dalle radio italiane, Irama presenta il suo nuovo EP “Crepe”.
Il nuovo lavoro rispecchia le caratteristiche di un artista eclettico che spazia dal latin all’urban a elementi rock, generi che contribuiscono a creare questo puzzle che è il nuovo EP e che rappresenta l’insieme di quello che è oggi Irama, l’estensione della sua personalità e della sua forma artistica.

foto Rebecca Alison

C’è una pratica giapponese che è una metafora perfetta di quello che Irama vuole rappresentare con il suo nuovo lavoro e che è stata di ispirazione nella creazione della copertina del disco.
La pratica si chiama Kintsugi e consiste nell’utilizzo di oro o argento liquido per la riparazione di oggetti in ceramica che si rompono e che, una volta riparati, acquistano un valore maggiore.
Metafora del come da una ferita o un’imperfezione possa nascere qualcosa di prezioso ed unico.