di Roberta Pelizer
Come ogni giovedì Roberta Pelizer, titolare del brand RP, ci racconta la puntata appena terminata su Radio Vertigo One, Roby Sing & Song da lei condotta.

Ciao carissimi lettori, oggi finalmente ho realizzato un sogno nel cassetto che cullavo da molto tempo, ossia, realizzare un’intera puntata con solo colonne sonore di film famosi che mi ricordano qualcosa e, quindi, mi regalano una forte emozione…

La scaletta non è stata fatta con una logica in particolare ma ho scelto alcuni pezzi ai quali sono legata tipo la canzone con la quale John Travolta in Staying Alive si presenta al famoso provino dal quale viene poi bellamente sbattuto fuori.
Da piccola ho praticato danza e la mia insegnante ci aveva fatto realizzare le coreografie cult degli anni ‘80 e ‘90 tra cui, appunto, questa che ha fatto davvero epoca e chi ha la mia età non può non conoscere questo film che ha fatto sognare intere generazioni.

Tra i vari saluti, ringraziamenti, uno sketch e l’altro assieme al mio fidato Jacopo, insieme al quale non sono mancate la varie “frecciatine”, ai nostri carissimi amici (si fa per dire) con i quali siamo un po’ arrabbiati mentre di altri , invece, sosteniamo che portino jella… ed è proprio così perché disgraziatamente ne abbiamo le prove.
Oh ma le song??? Gli altri pezzi “storici” che ho deciso di far ascoltare agli ascoltatori di Radio Vertigo One sono stati principalmente anni ’80: “Danger zone” di Top gun, ad esempio, ha fatto entrare nella storia questo film con le scene indimenticabili di Tom Cruise nei panni del ribelle pilota di Caccia F-14 che si innamora del suo istruttore donna (Kelly McGillis) e che con i suoi immancabili Ray Ban ha dettato legge in fatto di stile in quanto icona di bellezza maschile.

Ma vogliamo parlare del “pezzone” degli Aerosmith che ha fatto fa colonna sonora di Armageddon??? No dai parliamone perché anche in questo caso il film ha fatto sognare le donne di tutto il mondo,  un po’ per la storia d’amore tra la figlia del comandante della missione ed uno dei ragazzi della squadra scelta per andare a “silurare” un meteorite che da lì a poco si sarebbe schiantato sulla terra e un po’ per come si svolge il finale dove l’ultima scena è davvero struggente.
Ne abbiamo ascoltate molte altre di colonne sonore e tutte quante sono legate ad un pezzettino della vita di tutti noi, un po’ per la danza, un po’ per l’amore e un po’, semplicemente, per il fatto che sono legati alla nostra infanzia e quindi ci rimandano a ricorsi indelebili nei nostri cuori e nelle nostre menti.
Io vi aspetto giovedì prossimo sempre dalle 16,00 alle 17,00 e mi raccomando mettete il like a tutte le nostre pagine ufficiali Facebook e Instagram… un abbraccio dalla vostra Roby.