di Fabrizio Capra
Riprendono da domani le visite guidate al Castello Sannazzaro a Giarole, in provincia di Alessandria, sospese per il blocco delle attività dovute al Coronavirus. Un’occasione per visitare uno splendido castello abitato dai discendenti dei Cavalieri Sannazzaro che nel 1163 furono autorizzati dal Barbarossa a costruirlo.
foto dal sito

C’era una volta un castello… ed è ancora lì da quasi 900 anni.
Per la precisione il prossimo 4 dicembre saranno 857 anni che l’imperatore Federico Barbarossa, in Pavia, concesse ai cavalieri di Sannazzaro – Guido, Burgundio, Assalito e Ranieri – di costruire un castello dovunque volessero nei loro possedimenti (ubicumque voluerint in possessionibus eorum).
E quel castello, trasformato nel trascorrere dei secoli e dei gusti dei proprietari, è ancora lì a Giarole, in provincia di Alessandria, abitato dal discendente (e famiglia) dei quattro cavalieri che ottennero il privilegio di costruire il maniero dal Barbarossa: il conte Sannazzaro Natta.
Ecco dunque la peculiarità riservata a pochi castelli in Italia: essere sempre stato di proprietà dei Sannazzaro, un qualcosa di estremamente raro.

Castello Sannazzaro – la Sala da Ballo (foto dal sito)

Il castello fa parte dell’Associazione Dimore Storiche Italiane, si organizzano visite guidate, è un’azienda agricola e fa servizio di ospitalità bad&breakfast.
Ma come tutte le attività ha sofferto il “lockdown”: però si è pronti a ripartire.
Mentre le camere (sei in tutto, quattro matrimoniali con bagno e due doppie con bagno condiviso, arredate e decorate con mobili e oggetti d’epoca) riapriranno dal 1° luglio con pernottamento minimo di due notti, da domani, domenica 14 giugno, riprenderanno le visite guidate.

foto dal sito

Le visite guidate si svolgeranno solo su prenotazione, in due turni e verranno effettuate al raggiungimento di almeno cinque visitatori per turno.
La prenotazione è possibile effettuarla telefonando ai numeri 3351030923 /3472505519 oppure scrivendo a info@castellosannazzaro.it.
Maggiori informazioni sul castello sul sito: http://www.castellosannazzaro.it/
Il castello Sannazzaro è a Giarole, in provincia di Alessandria, via Roma 5.

Visita guidata (tratta dal sito)

Salone d’ingresso (foto dal sito)

La visita parte dalla trecentesca chiesa di San Giacomo che ospita quadri e affreschi del Cinquecento, prosegue con l’ingresso e il cortile interno da cui si accede al grande salone d’ingresso con i suoi affreschi neogotici. Dal salone d’ingresso si accede all’archivio che è stato recentemente risistemato (aprile 2020), segue la stanza della musica di impianto tardo settecentesco e ricca di oggetti e cimeli di famiglia. Salendo per lo scalone principale, anch’esso neogotico si accede all’antisalone e alla sala da ballo. Quest’ultima molto ricca di decorazioni ottocentesche tra cui gli affreschi della volta che ricordano la figura del fantasma, il giovane pittore torinese Grosso che qui morì, vittima della sua arte.

Camera del baldacchino bianco (foto dal sito)

A lato della sala da ballo sono poi visitabili 4 camere da letto: la camera a fiori o camera verde, la camera blu o dei pizzi, la camera rosa e la suggestiva camera del baldacchino bianco che prende il nome da un letto francese del Settecento. Si passa poi al guardaroba grande che ancora mantiene il suo utilizzo originale e che ospita una piccola collezione di ferri da stiro di varie epoche. L’ultima stanza visitabile è il salottino della torre di nordovest o salottino cinese. Attraverso le scale della torre principale o torre di vedetta si riscende nel cortile interno. Uscendo è possibile visitare il giardino con un grande parco all’inglese e importanti alberi centenari e parte dei fondi e delle vecchie cantine.