rubrica a cura di Fabrizio Capra
foto di Azzurra Primavera
L’intero ricavato della vendita del brano di Manuel Aspidi, in uscita oggi in rotazione radiofonica e disponibile in digitale, sarà devoluto a sostegno dei progetti WWF. Online il video.

Da oggi, venerdì 5 giugno, è in rotazione radiofonica e disponibile in digitale “LAST CALL”  (Thomas Music & Art) il nuovo singolo di MANUEL ASPIDI. Il brano esce in occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente 2020 (World Environment Day), festività proclamata nel 1972 dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite, e l’intero ricavato dalle vendite della canzone, che lo stesso giorno sarà lanciata anche nel mercato statunitense, verrà donato al WWF Italia.
Il brano scritto da Phil Palmer (Dire Straits) e Julian Hinton (autore, arrangiatore e produttore britannico che ha collaborato con nomi del calibro di Robbie Williams, Trevor Horn, Seal e molti altri) con la direzione artistica di Numa, lancia un messaggio di speranza per il pianeta devastato dall’uomo.

A proposito del singolo, Manuel commenta: «Tornare a lavorare con Phil Palmer, Numa e Julian Hinton è sempre una grande emozione. Come si dice: “squadra che vince non si cambia”. Ho imparato molto da loro ed è sempre stimolante, perché so che le aspettative nei miei confronti sono alte e non voglio deluderli. Phil e Julian hanno scritto “Last Call”, un brano che sento molto, perché parla del nostro pianeta, nel quale viviamo e che per mano dell’uomo sta venendo distrutto. Fin da bambino ho sempre amato e rispettato gli animali e la natura, perché non bisogna essere distruttivi nei loro confronti ma protettivi, ma molto spesso lo dimentichiamo. Sono felice che il WWF supporti questo progetto, al quale dedico interamente tutto il mio tributo».

«Quello di Manuel Aspidi è un gesto importante che sottolinea, ancora una volta, la sua sensibilità verso l’ambiente. Ci auguriamo che Last Call possa diventare un grande amplificatore della richiesta di agire nei confronti della crisi climatica e della perdita di biodiversità a cui è necessario porre al più presto un argine, attraverso scelte concrete, efficaci e soprattutto immediati. Proprio come dice il pezzo di Manuel siamo arrivati all’ultima chiamata: non c’è altro tempo da perdere, questo è il momento di invertite la rotta per costruire un futuro sostenibile ed in armonia con la natura. E proprio per costruire il nostro futuro il WWF Italia ha lanciato la grande consultazione Il Mondo che verrà, a cui tutti possono dare il proprio contributo di idee su wwf.it», afferma Donatella Bianchi, Presidente del WWF Italia.

Il video diretto e montato da Giulio Barlucchi e Pietro Beltrami è stato girato presso il Godzilla Burger Studio di Sovicille (SI).
«Il video mette in mostra i problemi del pianeta per lanciare un messaggio di speranza e di cambiamento. Animali sofferenti, incendi, ghiacciai che si sciolgono e montagne di rifiuti, si alternano a Manuel, portavoce del messaggio, in uno spazio e in un tempo indefinito avvolto da luci crepuscolari e intense, ora fredde, ora calde, come a richiamare gli elementi della natura», commenta il regista.