di Fabrizio Capra
La foto di oggi è rappresentativa dei giorni nostri e ci fa riflettere anche sulla Fase 2 che oggi prende il via. 
emanuele artenio
foto Emanuele Artenio

Quando ho visto questa foto di Emanuele Artenio, scattata a Roma in piazza di Spagna, ho avuto due stati d’animo distinti dentro me stesso.
Il primo mi ha fatto sorridere nel vedere un luogo che solo fino a qualche mese fa pullulava di persone: un po’ di anni fa, era giugno, ho vissuto quasi la stessa situazione scendendo la scalinata di Trinità dei Monti verso piazza di Spagna che non erano ancora scoccate le sei del mattino e mi accorsi di come era bella con pochissime persone, soprattutto netturbini e un gabbiamo che passeggiava nella piazza.
Il secondo mi ha portato dentro una grande amarezza dovuta al periodo che stiamo vivendo e questo genera un pensiero decisamente inverso rispetto a quello vissuto nel giugno di anni fa. Una tristezza per quanto ci è stato proibito in questi lunghissimi giorni, ben più di una quarantena.
Lo scatto di Emanuele Artenio mi trasmette questo.
E oggi che prende il via la Fase 2 mi preoccupa: non vorrei che questi spazi oggi vuoti o semivuoti tornino a riempirsi in modo sconsiderato e, allora, presto ci ritroveremo nuovamente a vedere questi luoghi abbandonati e desolati.
Si tratta de “La Foto della Settimana” numero 90… e nella smorfia napoletana il numero 90 rappresenta la “Paura”: casualità?
Siamo responsabili: anche se inizia la Fase 2 #iorestoacasa.
Grazie Emanuele Artemio per questo scatto.

emanuele artenio
foto Emanuele Artenio