a cura della Redazione
Questo è il periodo delle influenze  cosa si può fare quando si ha ancora qualche linea di febbre e si cerca un aiuto naturale che si può trovare nelle tisane e, in particolare, mangiando frutta e verdura.

L’influenza normalmente porta all’inappetenza e alla disidratazione dovuta al sudore centrifugatiche perdiamo in modo anomalo per cercare di raffreddarci.
Sudare rimane uno dei modi per raffreddare l’organismo, ma facendo questo porta alla disidratazione e, di conseguenza, alla perdita di molte sostanze utili alla nostra salute.
La soluzione è quella di bere spesso e in piccole quantità, ma la sola acqua potrebbe essere insufficiente per cui possiamo trovare aiuto nei centrifugati freschi o con particolari tisane o degli frutta e verdurainfusi.
Nessun imbarazzo nella scelta di frutta e verdura, quindi centrifugati, frutta fresca, frullati etc. vanno tutti bene completando con insalate fresche, zucchine, cavolo o peperoni.
Si può assumere anche qualche frutto secco come mandorle o noci.
Lo scopo è  quello di reintrodurre vitamina C e vitamina E, molecole necessarie quando tisana tigliosi è sotto stress influenzale.
Sono cibi che ci permettono di far lavorare fegato, reni e altri organi anche a ritmi metabolici superiori per potere recuperare lo stato di stress influenzale per quel periodo chiamato convalescenza, parola che deriva dal latino e vuol dire rinforzarsi.
Le tisane consigliate sono quelle di tiglio e anche di fiori di sambuco che combinano il sapore gradevole e la capacità di facilitare la sudorazione.