Riceviamo e pubblichiamo
Bookabook rende note le abitudini di lettura: i dati forniti dalla prima casa editrice italiana che pubblica testi attraverso il crowfunding.

7 lettori su 10 sono donne, l’80% sceglie ancora libri in formato cartaceo, ma il 67% acquista da smartphone. È questa la fotografia che emerge dall’analisi delle abitudini unnameddi lettura della community di bookabook, la prima casa editrice italiana che pubblica i testi attraverso il crowdfunding e rende il lettore protagonista della vita dei libri.
Oltre 2 lettori su 3 preferiscono la narrativa e più dell’80% sceglie il cartaceo.
Nata nel 2014, ha raccolto 85500 lettori, pubblicando 250 libri e vendendo più di 50mila copie nel solo 2019: questo è bookabook.
A leggere sono soprattutto le donne, che rappresentano il 70% del campione analizzato da bookabook; in generale il lettore italiano ha un’età compresa tra i 46 e i 54 anni (21%), seguito a breve distanza da lettori di età compresa tra i 36 e i 45 anni (19%) e tra i 26-35 (17%).
Nonostante gli acquisti avvengano nel 67% dei casi tramite smartphone, a resistere è ancora il supporto cartaceo, scelto dall’84% dei lettori, mentre il restante 16% usufruisce del formato digitale degli ebook.

Tomaso Greco _ Emanuela Furiosi _ fondatori bookabook
Tomaso Greco e Emanuela Furiosi

La narrativa si conferma il genere più apprezzato, con il 70% di preferenze: piacciono soprattutto le opere come i gialli o i fantasy o le storie vere familiari, che riescono a raccogliere intorno allo scrittore comunità forti ed interessate.
Nel 2020 si leggerà ancora molto su carta, con una lenta ma costante crescita dell’ebook – spiega Tomaso Greco, co-fondatore di bookabook insieme a Emanuela FuriosiPrevediamo un anno molto buono per la non fiction e per la narrativa, soprattutto quella che sperimenta di più rispetto ai paletti di genere. Ma l’editoria rimane un terreno di grandi sorprese, in particolare quando ad incidere sulle logiche di pubblicazione sono le preferenze dei lettori, come accade con bookabook”.
Quella di bookabook è infatti un’editoria innovativa che mette al centro il lettore. Dopo una selezione condotta da editor professionisti, i manoscritti inediti vengono proposti alla community tramite campagne di crowdfunding. I lettori possono leggerne l’anteprima e partecipare all’intero processo di pubblicazione, dalla fase di editing alla distribuzione nelle librerie: i testi che raggiungono l’obiettivo di 200 copie pre-ordinate arrivano infine sugli scaffali delle librerie. “Di fatto – aggiunge Greco –  abbiamo creato anche uno strumento di scouting per la grande editoria: nel tempo abbiamo lanciato autori che hanno poi continuato il loro percorso con Mondadori, Rizzoli, Giunti e Longanesi”.

Tomaso Greco _ co fondatore bookabook
Tomaso Greco

È il caso de “L’influenza del Blu”, romanzo d’esordio di Giulio Ravizza, che su bookabook ha aggregato una comunità di diverse centinaia di lettori con la campagna di crowdfunding: il romanzo sarà distribuito a partire da gennaio 2020 in tutti gli store online e nelle librerie aderenti al circuito di Messaggerie Libri e le royalties saranno devolute ad Emergency.
Per noi è fondamentale il coinvolgimento dei lettori, per questo stiamo sviluppando nuove esperienze che li mettano in gioco in prima persona, anche attraverso i canali social – sottolinea Tomaso GrecoIl nostro obiettivo è duplice: da un lato fornire contenuti multimediali che arricchiscano l’esperienza di lettura, dall’altro stimolare la fantasia del lettore e il suo desiderio di scambiare opinioni e consigli”.

bookabook
bookabook è la prima casa editrice italiana che pubblica libri attraverso il crowdfunding. Nata nel 2014, quella di bookabook è un’editoria innovativa in cui i lettori sono logo bookabookprotagonisti della vita dei libri: dopo una pre-selezione qualitativa delle proposte a cura di editor professionisti, i libri vengono proposti alla community di lettori che può accedere alle bozze, interagire con l’autore, scambiare opinioni, mettersi a disposizione per eventi di presentazione. I lettori possono scaricare l’anteprima di un libro e, se desiderano, continuare la lettura possono pre-ordinare i manoscritti inediti nel formato che preferiscono (cartaceo o ebook), contribuendo così a renderne possibile la pubblicazione: i libri che raggiungono durante la campagna di crowdfunding l’obiettivo di 200 copie vengono infatti pubblicati da bookabook.