Riceviamo e pubblichiamo
Grazie all’impegno di volontari e il contributo della Città Metropolitana di Torino sono stati rimessi a nuovo alcuni sentieri escursionistici.

sentieri_4La manutenzione dei sentieri escursionistici  rappresenta spesso per i Comuni un rilevante impegno organizzativo ed economico e richiede la partecipazione delle associazioni locali a titolo di volontariato. La Città Metropolitana di Torino ha pubblicato nel mese di ottobre un bando rivolto ad associazioni, comitati e organizzazioni no profit, per mettere a disposizione risorse economiche per interventi di manutenzione ordinaria sulla rete sentieristica locale.
Il bando prevedeva un ammontare complessivo di 10.000 euro e per ciascun beneficiario un contributo a fondo perduto massimo di 2.000 euro, che può coprire il 90% delle spese per l’acquisto di vernici, pennelli, mascherine, carburanti, lubrificanti, pali, tavolame, graffe, chiodi, viti, profilati metallici, il noleggio di motoseghe e decespugliatori, l’acquisto di piccoli utensili, la realizzazione di cartelli segnaletici conformi alle sentieri_5disposizioni della Regione Piemonte e di dispositivi di protezione individuale, le spese di trasporto, vitto e alloggio dei volontari. I progetti di manutenzione della sentieristica, concordati fra i partecipanti al bando e i Comuni interessati dagli interventi, dovevano essere presentati entro il 30 ottobre e realizzati entro il dicembre di quest’anno.
La graduatoria dei soggetti ammessi al finanziamento comprende i progetti presentati dall’Associazione Sentieri Alta Val Malone di Corio (2.000 euro), dalla sezione del CAI di Lanzo Torinese (1.440 euro), dalla sezione CAI-UGET di Bussoleno (2.000 euro), dall’Associazione Terre dell’Erbaluce di Candia Canavese (1.980 euro), dai gruppi A.I.B. di Bussoleno e di Giaglione (rispettivamente 2.000 e 580 euro).
Valorizzare il patrimonio escursionistico significa contribuire allo sviluppo socio-economico dei Comuni montani e rurali, favorendo le attività di promozione turistica – sottolinea il Consigliere metropolitano delegato allo sviluppo montano, Dimitri De Vita – Si tratta di un patrimonio con una diffusione capillare su cui non è possibile sentieri_1intervenire senza una partecipazione attiva dei cittadini, attraverso il coinvolgimento del volontariato locale. Il bando recentemente chiuso ci è stato utile per capire se questo tipo di sostegno fosse considerato utile e accessibile da parte dei destinatari. La risposta avuta ci ha confermato che l’esigenza è sentita: abbiamo avuto richieste doppie rispetto alla disponibilità e non è stato purtroppo possibile soddisfarle tutte. Stiamo quindi lavorando perché il prossimo bando possa essere pubblicato all’inizio del 2020, consentendo alle associazioni interessate a partecipare di programmare le operazioni di manutenzione tenendo conto di una disponibilità di risorse che contiamo di aumentare”.
Per consultare il bando e la graduatoria: http://www.cittametropolitana.torino.it/cms/agri-mont/percorsi-escursionistici/bandi-contributi-escursionismo/bando-2019