Riceviamo e pubblichiamo
Il rapporto WWF Italia e scuole è sempre molto legato grazie, anche, al Contest Urban Nature che coinvolge le scuole. Il contest giunto alla sua terza edizione rappresenta una nuova sfida per aumentare la biodiversità urbana. 

urban natureIl WWF Italia continua a dedicare tante iniziative alla natura in città, per generare un nuovo modo di pensare gli spazi urbani, che sappia dare più valore alla biodiversità. L’obiettivo è quello di promuovere azioni virtuose da parte di amministratori, comunità, cittadini, imprese e scuole per proteggere e incrementare la biodiversità del proprio territorio, facendone comprendere l’importante. La partecipazione delle scuole in questo progetto è insostituibile, perché la scuola può diventare il luogo in cui i bambini e i ragazzi possono vivere un’esperienza di valorizzazione e cura del bene naturale comune. Partire dai luoghi di vita può essere un primo passo per un futuro atteggiamento protettivo verso gli esseri viventi e l’ambiente. Il verde urbano è spesso l’unica occasione che i più giovani hanno per vivere la natura nel quotidiano, che sia l’edificio scolastico, il suo giardino o un’area limitrofa della scuola. La cosa più importante è attivarsi.
Per questo motivo, il WWF propone alle scuole di ogni ordine e grado di individuare un’azione che possa aumentare la biodiversità urbana e favorire la presenza di natura in città. Come? Partecipando con un progetto alla terza edizione del contest Urban Nature  “L’impegno delle Scuole per la Natura delle nostre Città”.
Il nuovo regolamento è già online sul sito del WWF. Per partecipare con la propria classe al contest è necessario fare una prescrizione entro il 30 marzo 2020, mentre i progetti dovranno essere inviati entro il 15 luglio 2020 all’indirizzo mail promozioneurban_nature@wwf.it.
urban_nature_evento_centraleGli otto migliori progetti realizzati o da realizzare entro il 2020 che parteciperanno al Contest, riceveranno un premio da 1.000 euro o 500 euro, che servirà a sostenerli. L’iniziativa è proposta dal WWF nell’ambito del Protocollo di intesa con il MIUR, in collaborazione con l’Arma dei Carabinieri e con l’Associazione Nazionale Musei Scientifici ( ANMS).
Il “giardino delle farfalle” degli alunni dell’Istituto Comprensivo di Crema 3,  il “sentiero degli odori” con erbe aromatiche e officinali  per attirare gli insetti dell’Istituto Comprensivo di Chieti, insieme all’installazione della “parete e del tetto  verde” del Liceo Scientifico Keplero di Roma, sono solo alcuni dei progetti  vincitori dello scorso anno (LAVORI VINCITORI 2019).
Regolamento https://www.wwf.it/urban_nature.cfm