Riceviamo e pubblichiamo
Stefania Santolli sarà protagonista al Caffè Letterario del mese di novembre in programma sabato prossimo alla Biblioteca Civica di Casale Monferrato (Al) dove presenterà il suo secondo romanzo “L’ultima Stanza”.

ultima stanzaIl ciclo di incontri del Caffè Letterario iniziato nella primavera del 2019 riprende con due incontri nei mesi di novembre e dicembre e proseguirà poi l’anno prossimo con un intenso programma.
La rassegna, organizzata dalla Biblioteca Civica Giovanni Canna di Casale Monferrato (Al) e curata da Paola Casulli e da Roberto Botta, prevede per sabato 23 novembre alle ore 10,00 l’incontro con un’autrice monferrina, Stefania Santolli, che presenterà il suo secondo romanzo: L’ultima Stanza (Gallo, 2019).
L’autrice è laureata in Dietistica con Master sui Disturbi del comportamento alimentare in età evolutiva. Dopo essere stata Docente di Scienze Tecniche Dietetiche – Università del Piemonte Orientale – per più di dieci anni,  attualmente è in servizio come dietista al Dipartimento di Prevenzione – ASL AL – Casale Monferrato dove si occupa di dietetica preventiva, counseling nutrizionale, formazione.
stefania santolliIl suo esordio letterario è la pubblicazione del romanzo Rewind edito nel 2010 e scritto per far luce sul diabete giovanile. Il suo secondo romanzo, L’ultima stanza, invece, è un viaggio nel desiderio di vendetta, il piacere di farsi giustizia da soli e restituire ai nostri carnefici tutto il male inferto, senza sconti. Un libro che parla del lato oscuro di ognuno di noi che, se lasciato a briglie sciolte, può condurci negli abissi dell’esistenza.
Al termine dell’incontro, che si terrà nella Sala Multimediale della Biblioteca Civica, come è tradizione, si potranno gustare brioche e cappuccino. L’ingresso, come sempre, è libero e gratuito.
A dicembre è previsto il prossimo incontro del ciclo: ne sarà protagonista Ilaria Leccardi, una giovane editrice alessandrina che ci parlerà del suo mestiere e della sua passione per la lettura che l’ha convinta a dedicare il suo impegno ai “libri degli altri”.