di Gian Giacomo William Faillace
Solitamente RP Fashion & Glamour News non si occupa di gossip e dintorni però, essendoci più volte battuti contro il dilagare di fake e di cattiveria gratuita abbiamo deciso di proporvi questo articolo dell’amico Gian Giacomo William Faillace nel quale Sara Tommasi e la sua manager Debora Cattoni smentiscono certe voci che sono girate e amplificate.

foto3Il mondo lavorativo, qualsiasi esso sia, ha sempre in serbo piccoli scogli, dovuti soprattutto ad invidie ed antipatie personali.
Nel mondo dello spettacolo poi, tali “voci”, alcune reali, altre meno, vengono amplificate per la notorietà dei personaggi coinvolti.
Proprio uno di questi casi riguarda Sara Tommasi e la sua manager Debora Cattoni: le due donne, da anni legate da una relazione lavorativa e amichevole, avrebbero per alcuni un rapporto che va al di là delle sfere citate.
Ovviamente la smentita di Sara e Debora non si è fatta attendere.
La fake news è circolata con insistenza nel web negli ultimi giorni, coinvolgendo il mondo del gossip sia cartaceo che virtuale.

debora cattoni
Debora Cattoni

Debora Cattoni ha scritto sul suo profilo Instagram che non ha una relazione sentimentale da circa un anno, anche se sembrerebbe che l’uomo dei suoi sogni si trovi a Dubai.
Tra me e la mia agente non c’è nessuna love story.” Le fa eco Sara Tommasi, che ha proseguito affermando: “È vero che stiamo sempre a contatto, ma solo perché lavoriamo tanto insieme. Per me Debora è una mentore, una guida, è una grandissima professionista. È questo che ci lega. Non ho problemi a dire che è una bellissima donna, ma questo non significa che io abbia una storia con lei.

sara tommasi
Sara Tommasi

Sono le parole di Sara Tommasi, che così stronca sul nascere queste dicerie, tra le tante bufale che girano sul web e che tendono a colpire l’immagine di una donna dello spettacolo che sta rilanciando la sua immagine.
Piccoli espedienti, che, come accennato prima, sono dovuti ad onanismi mentali di persone animate da invidie dovute ad una mancanza di forza interiore per perseguire obbiettivi di sviluppo professionale personale e che, con simili attacchi, cercano solamente di bloccare l’ascesa di chi, con sacrificio, si dimostra migliore.