Riceviamo e pubblichiamo
Dal 22 al 24 novembre a Lingotto Fiere di Torino incontri, laboratori, educational per operatori,  produttori e grande pubblico.

IMG_2486Torna a Lingotto Fiere di Torino, dal 22 al 24 novembre 2019, Gourmet Food Festival, un evento dedicato al mondo del food in cui visitatori, produttori e operatori del settore si incontrano per scoprire e scambiare conoscenze, segreti e ricette del mondo enogastronomico. Il festival, alla sua seconda edizione, nasce a Torino, una delle culle mondiali dell’enogastronomia, con l’obiettivo di promuovere e narrare il rapporto fra cibo e territorio (regionale, italiano, internazionale) attraverso il minimo comune denominatore della qualità e dell’eccellenza. Grazie al ricchissimo calendario di appuntamenti ed eventi, il pubblico può conoscere tesori enogastronomici o seguire corsi e lezioni di cucina e assaggiare i migliori piatti, vini e birre selezionati a Gourmet Food Festival.

LE AREE TEMATICHE
Gourmet Food Festival si articola in diverse aree tematiche.
_MG_9796Il mercato: una ampia area espositiva in cui i produttori incontrano un pubblico numeroso di appassionati e curiosi. Una vetrina ideale per scoprire e acquistare prodotti di qualità della tradizione.
Le cucine di strada: la zona in cui il pubblico può assaggiare i prodotti cucinati al momento o degustare una selezione di vini, birre e bevande provenienti da tutta Italia con qualche piacevole sorpresa dal mondo.
Gli spazi eventi: qui il pubblico può assistere a showcooking, presentazioni, appuntamenti e momenti formativi con esperti del mondo del food, oltre che partecipare alle numerose degustazioni.

Goumet Food Festival – II edizione
22-24 NOVEMBRE 2019
ORARI:
venerdì 22 e sabato 23: dalle ore 10.00 alle ore 22.00
domenica 24: dalle ore 10.00 alle ore 20.00
PADIGLIONE 1 | LINGOTTO FIERE TORINO
Via Nizza 294, Torino
Ingresso 5 euro
Scarica dal sito il coupon per ottenere una Gourmoneta sconto per partecipare a moltissime attività all’interno del festival
info@gourmetfoodfestival.it
www.gourmetfoodfestival.it

IL PROGRAMMA
Durante i tre giorni di festival sono tantissimi gli appuntamenti e le opportunità di formazione e conoscenza, organizzate in progetti e proposte speciali.

European Tea Show: i migliori tea taster del mondo si ritrovano a Torino
Gourmet Food Festival ospita lo speciale European Tea Show, l’evento esclusivo dedicato al mondo del tè. Gli appassionati italiani e stranieri e i professionisti del tè si incontrano con l’obiettivo di esplorare le novità e acquisire gli strumenti per approfondire la conoscenza e le opportunità di business legati al mondo degli infusi.  Il Tea Village internazionale: è lo spazio espositivo per entrare in contatto con le differenti realtà del settore e partecipare alle numerose iniziative proposte nell’area Academy: attività didattiche, workshop e masterclass in italiano e in inglese.  Tra gli ospiti, personalità internazionali del mondo del tè, come l’inglese Kevin Gascoyne, uno dei tea taster più famosi e riconosciuti al mondo, la brasiliana Juliana Montagner e la maestra giapponese Junko Hosomi. Domenica 24 si svolge inoltre la Tea Masters Cup, competizione che coinvolge i professionisti e gli appassionati nella prova di Tea Mixology.

VIII Campionato mondiale di Pesto al mortaio - a Gourmet le gare eliminatorie
Gourmet ospita la 32° Gara eliminatoria valida per la qualificazione VII campionato mondiale di Pesto al mortaio. Secondo il regolamento, possono essere utilizzati solo ed esclusivamente gli ingredienti e gli strumenti messi a disposizione dall’organizzazione (ad eccezione del proprio mortaio): basilico genovese DOP, pinoli italiani, aglio di Vessalico (Imperia), parmigiano reggiano DOP, fiore sardo DOP, sale marino delle saline di Trapani e olio extravergine di oliva DOP della Riviera Ligure. Il vincitore parteciperà al prossimo Campionato Mondiale – in programma il 28 marzo 2020 al Palazzo Ducale di Genova - per aggiudicarsi il titolo di Campione, attualmente detenuto dal milanese Emiliano Pescarolo. 

La vera cucina giapponese spiegata in una lezione-riflessione dello Chef Hiroto Akama
Grandissima attesa per lo chef Hiroto Akama, il Maestro Viaggiatore della Cucina Giapponese che da alcuni anni gira il mondo, dagli Stati Unititi all’Australia, dall’Europa all’Asia, per insegnarla. Il 24 novembre alle ore 16.30 presso la Sala Forchetta, Hiroto Akama spiega i sapori, colori e profumi della cucina giapponese utilizzando i prodotti tradizionali di Wakayama, regione del Kansai definita “cuore spirituale” del Giappone. Attraverso la spiegazione e l’assaggio di alcune semplici ricette e prodotti tradizionali, lo chef  fa “viaggiare” i partecipanti nel raffinatissimo mondo della cucina giapponese.

Cucina vegetale, formaggi, pesce: gli eventi in collaborazione con Slowfood
Slowfood organizza sei incontri di approfondimento sui temi legati alla sostenibilità, alla qualità dei prodotti e alla tradizione. Venerdì alle ore 11.00 A scuola di insalata, con Antonio Chiodi Latini, Alle ore 13.00 ancora Antonio Chiodi Latini parla di cucina vegetale creativa. Sabato Luigi Acciaio della pizzeria Com’era… è porta a Gourmet l’idea di cotture alternative e di condimenti – anche inconsueti, come ad esempio l’olio di argan – con i Presìdi Slow Food nell’incontro Impasti, topping e cotture alternative della pizza. Le produzioni casearie di montagna sono protagoniste dell’evento  Alti pascoli e grandi vigne: i formaggi a latte crudo di alpeggio. Domenica ci si sposta a Sud con Salento soul food, focus sui sapori della cucina di mare salentina con Gigi Megliola, che a Torino guida tre locali – Ristorante il Bastimento, La cambusa e La cabane, bar à huitres.  Beppe Gallina, della omonima pescheria-ristorante di Porta Palazzo, mostra come trattare le acciughe al meglio, preservandone anche l’aspetto, nell’incontro La salagione delle acciughe.

La pasta in 3d di BluRhapsody, la start up di Barilla
A Gourmet spazio all'innovazione con BluRhapsody, il brand che sfruttando la tecnologia della stampa 3d realizza formati di pasta dal design unico. Con BluRhapsody nasce un nuovo artigianato per la Pasta, piccole produzioni di altissima qualità, il cui design è stato sviluppato collaborando con designers internazionali, dove ogni lavorazione è una serie limitata. Una novità senza precedenti, che rivoluziona totalmente il concetto stesso di pasta: per lo chef è uno strumento per dare forma all’immaginazione, con la creazione di piatti che sono vere e proprie opere d’arte, per il commensale un’inedita e affascinante esperienza multisensoriale.

Oltre il BIO: gli alimenti restano vivi fino alla tavola con Agricooltur
Agricooltur è una startup innovativa piemontese nata con l'obiettivo di creare un nuovo mercato che superi il BIO e che riduca la filiera del Km0, grazie a un sistema per la coltivazione di ortaggi in aeroponica su apposite piastre preseminate, affiancato da un sistema di trasporto e vendita che consente di mantenere in vita i prodotti coltivati (micrortaggi, insalate e piante aromatiche) fino all'utilizzo.  La start up presenta al pubblico di Gourmet Food Festival quella che potrebbe essere una nuova tendenza in fatto di food e salute. Venerdì 22 è in programma una Food Experience con degustazione realizzata dal Concept Vegetarian Food La Fata Verde dello chef stellato Marcello Trentini che, insieme a Alessandro Boniforte, cofondatore di Agricooltur, spiega al pubblico i benefici nutrizionali e di freschezza derivanti dall'utilizzo in cucina di prodotti agricoli vivi, ottenuti solo grazie ai sistemi innovativi di coltivazione e conservazione brevettati dall'azienda.

Sala shaker: degustazioni e workshop per tutti
A Gourmet spazio anche alla Mixology. In sala shaker si possono creare e degustare cocktail “fai da te” sotto la guida di esperti barman, assistere a masterclass di latte art, gare di moka ed eventi sul caffè. Diverse le proposte di Casa Martini con il brand ambassador Davide Colombo e la sua Vertical Tasting, un viaggio nel tempo per scoprire tutta la gamma di Vermouth Martini. Un tasting finale con un food pairing dedicato conclude la prima parte dell’educational, a cui segue la Vermouth Class, una lezione in cui i partecipanti si mettono alla prova nel ricercare l’equilibrio tra le note aromatiche necessarie a creare il Vermouth. Per concludere, i visitatori possono diventare barman per un giorno, con la dimostrazione della Martini Cocktail ExperienceCocktail tra i fornelli è l’appuntamento con Mirko Turconi dove, con l’utilizzo di alcune semplici regole e strumenti presenti in ogni cucina casalinga, i partecipanti possono imparare a preparare un cocktail di benvenuto che possa stupire per gli ospiti in qualsiasi occasione.

My Personal Beer Corner: a Gourmet il meglio del mondo della birra artigianale italiana
Gourmet dedica ampio spazio alla cultura brassicola, per far crescere attenzione, conoscenza e consapevolezza del prodotto tra il pubblico. Il focus di quest’anno è sulle birre artigianali italiane con prevalenza piemontese, a cui è dedicata un’area espositiva collettiva, realizzata in collaborazione con l’associazione My Personal Beer Corner. Inoltre, durante i tre giorni di festival vengono proposti laboratori e degustazioni guidate: AB cheers, introduce il pubblico al mondo delle birre artigianali; Homebrewing è un focus sulla produzione casalinga di birra, con realizzazione di una cotta dimostrativa. Domenica 24 ospite Teo Musso di Baladin per scoprire il percorso della birra “dalla terra al bicchiere”. A seguire, viene presentata la guida Atlante dei Birrifici Italiani. Non manca l’abbinamento con il food: lo chef Luca Barbiero propone lo showcooking La cucina a legna dalle montagne piemontesi alle praterie del sud degli Stati Uniti. Ogni giorno sono inoltre in programma degustazioni guidate dedicate alle birre di Natale, per accompagnare il pubblico alla scoperta delle produzioni brassicole realizzate per le festività dai birrifici presenti nel Beer Corner.

Sca Italy per diffondere la cultura degli specialty coffee
A Gourmet SCA Italy, la comunità italiana del caffè specialty, allestisce due aree. La prima ospita un banco di degustazione gratuito che coinvolge i visitatori in un assaggio “alla cieca” tra due espressi: un caffè specialty e una miscela molto commerciale. L'obiettivo è quello di dare l'opportunità al pubblico di sperimentare i propri sensi, valutando autonomamente e senza condizionamenti il grado di piacevolezza delle due tazze. La seconda area ospita masterclass specifiche dedicate agli operatori del settore e approfondimenti su latte art, coffee mixology, e la classica moka. Tra i protagonisti i campioni Manuela Fensore, World Latte Art Champion 2019 Francesco Corona, pluricampione italiano di Coffee in Good Spirits. Appuntamento inoltre con Fabio Verona in Come preparare la moka perfetta! con preziosi consigli e degustazione di caffè di ottima qualità.

Il vino e i cambiamenti climatici
Tutto dedicato al vino l’appuntamento di sabato 23 a cura di CIA Agricoltori italiani Torino e Camera di commercio di Torino. Di grande attualità il tema del confronto: quali effetti stanno producendo i cambiamenti climatici sui vigneti? Quali saranno le produzioni del prossimo futuro? Come cambieranno i vini del nostro territorio? Le produzioni viticole degli ultimi anni hanno evidenziato una tendenza all’aumento della concentrazione zuccherina dei grappoli che si traduce in cantina in un deciso aumento della gradazione alcolica. Il tutto per effetto dell’innalzamento della temperatura e dei più prolungati periodi di siccità, persino in zone in passato poco vocate alla produzione vitivinicola.