rubrica a cura di Fabrizio Capra
articolo di Jacopo Scafaro
Il nostro redattore Jacopo Scafaro ha assistito venerdì scorso, 11 ottobre, al concerto di Francesco Renga al Teatro Arcimboldi di Milano. Ecco il suo articolo.

WhatsApp Image 2019-10-14 at 21.35.35Guardarsi allo specchio, soffermarsi su quello che il passato ci ha insegnato, su cosa il presente ci sta offrendo e ragionare sulle possibilità e opportunità che il futuro avrà da offrirci.
Perché in fin dei conti guardarsi dentro agli specchi, vuol dire anche guardare dentro se stessi, mettersi a nudo a 360 gradi, con la consapevolezza che dopo tanti anni si è in grado sia di ammettere i propri successi e perché no, anche i propri sbagli, per mostrare al pubblico la parte migliore di sé.
Francesco Renga ha inaugurato venerdì 11 ottobre 2019L’Altra Metà Tour” dal Teatro Arcimboldi di Milano, con una scenografia – fatta di specchi –  che aiuta a veicolare il messaggio che vuole trasmettere ai propri fans durante il lungo tour che è appena partito.
La prima data milanese ha messo in evidenza un impatto emozionale e sentimentale molto profondo, che la musica di Renga è riuscita a trasmettere.
La dote più importante di Francesco, che salta subito all’occhio, è la sua generosità ed energia, ma anche la straordinaria sensibilità, una presenza scenica importante e la facilità con cui riesce ad affrontare cambi di registro e tonalità vocali che solo una voce delicata e ben curata può effettuare.

FRANCESCO RENGA_S03_0631_ foto di Toni Thorimbert
foto di Toni Thorimbert

Più che un concerto è un viaggio musicale intimo tra l’artista e il pubblico: il tempo passa tra racconti di piccoli aneddoti, al rapporto e l’importanza della famiglia, fino alla perdita della madre, la quale ricopre una parte importante sempre nella discografia del cantante; le riserva sempre varie poesie, tra cui Ancora di leiTracce di teAspetto che torni e Angelo.
Proprio sul brano vincitore di Sanremo il muro dell’emozionalità viene abbattuto, vedere un intero teatro cantare una canzone – con un pathos emotivo sorprendente – ad un volume altissimo, con Francesco Renga che porge il microfono al pubblico, fa capire quanto in questo brano molte persone si rispecchiano.
Lo show non colpisce solo la parte emotiva con delicatezza, ma prende ritmo anche in modo particolare con Nuova luce e Guardami amore.
Tra nuove hits – tratte dall’album L’altra Metà, che dà il nome a questo tour – e brani indimenticabili, il lunghissimo repertorio di Francesco Renga è un crescendo di emozioni.
Si spazia da  L’amore del mostro e  L’unica risposta, a  Ferro e cartoneA un isolato da teImprovvisamente ed  Era una vita che ti stavo aspettando.
Sul palco Francesco Renga viene accompagnato dalla sua band storica: Fulvio Arnoldi (chitarra acustica e tastiere), Vincenzo Messina (pianoforte e tastiere), Stefano Brandoni (chitarre), Heggy Vezzano (chitarre), Phil Mer (batteria) e Gabriele Cannarozzo (basso).
Mentre lo spettacolo procede tra brevi medley, pezzi storici e cambio d’abito veloce, ci inoltriamo verso l’ultima parte della serata e quindi alla conclusione.
Francesco interagisce sempre con il suo pubblico, lo ringrazia, per tutta la sera cerca un contatto diretto con le prime file e lo guarda appagato e sorridente.
WhatsApp Image 2019-10-14 at 21.35.36Un sorriso che non si rovinerà mai per tutto il suo lungo concerto. Oltre due ore di esibizione per circa trenta canzoni cantate. Si possono considerare accontentati i suoi numerosi fans intervenuti.
Ma Renga, si capisce bene, ha un rispetto ed un amore illimitato del suo pubblico. Ecco perché si concede con generosità anche al loro contatto fisico, diciamo che fa il pieno di energia umana e lo riflette nel suo pop contemporaneo, molto immediato e quindi efficacemente comprensibile.
Perché in fondo come dichiarato dallo stesso cantante: Chi ti sceglie e compra un biglietto per venirti a vedere e condividere la tua voglia di stare in scena ha diritto ad avere il massimo da te.
Obbiettivo raggiunto Francesco.

Queste le date de “L’Altra Metà Tour” (prodotto e organizzato da Friends & Partner):
16 ottobre  FIRENZE  Teatro Verdi
18 ottobre – BORGOMANERO (NO) – Teatro Nuovo
19 ottobre – MESTRE (VE)  Teatro Toniolo
21 ottobre  LEGNANO (MI) – Teatro Galleria
23 ottobre  BERGAMO  Teatro Creberg
24 ottobre  BERGAMO  Teatro Creberg
26 ottobre  BASSANO DEL GRAPPA (VI) – Palabassano 2
28 ottobre  BRESCIA  Teatro Dis_Play
29 ottobre  BRESCIA  Teatro Dis_Play
31 ottobre  MONTECATINI (PT)  Teatro Verdi
3 novembre  ROMA  Auditorium Parco della Musica
4 novembre  ROMA  Auditorium Parco della Musica
5 novembre  CESENA  Nuovo Teatro Carisport
7 novembre  ANCONA – Teatro delle Muse
8 novembre – SANREMO (IM) – Teatro Ariston
9 novembre – SAINT VINCENT (AO) – Palais (NUOVA DATA)
11 novembre – ALESSANDRIA – Teatro Alessandrino
12 novembre  GENOVA  Teatro Carlo Felice
13 novembre  GROSSETO – Teatro Moderno
15 novembre  ATENA LUCANA (SA)  Gran Teatro Paladianflex
16 novembre  AVELLINO  Teatro Gesualdo
18 novembre  NAPOLI  Teatro Augusteo
19 novembre  NAPOLI  Teatro Augusteo
21 novembre  BARI  Teatro Team
22 novembre  BARI  Teatro Team      
23 novembre  CROTONE  Pala Milone
25 novembre – PALERMO  Teatro Golden
27 novembre  CATANIA  Teatro Metropolitan
28 novembre – MARSALA – Teatro Impero
1° dicembre  LUGANO  Pala Congressi
2 dicembre – BERNA – Theater National
3 dicembre – PIACENZA – Teatro Politeama
5 dicembre  VARESE  Teatro Openjobmetis
6 dicembre – TRENTO – Auditorium Santa Chiara
7 dicembre  MANTOVA  Grana Padano Theatre
9 dicembre  TRIESTE  Teatro Rossetti
10 dicembre  BOLOGNA  Europauditorium
12 dicembre  TORINO  Teatro Colosseo
13 dicembre  TORINO  Teatro Colosseo
14 dicembre  PARMA – Teatro Regio
16 dicembre  BIELLA – Teatro Odeon
17 dicembre  BOLOGNA  Europauditorium
19 dicembre  REGGIO EMILIA  Teatro Romolo Valli
20 dicembre – LA SPEZIA – Teatro Civico 
22 dicembre  SASSARI  Teatro Comunale
23 dicembre  CAGLIARI  Fiera
I biglietti per tutte le date del tour sono già disponibili sul sito di TicketOne e nei punti vendita abituali.