Riceviamo e pubblichiamo
Nello showroom milanese (via Larga 4) di minotticucine il 17 ottobre 2019 (ore19) verrà inaugurata la mostra “Una ricetta per il mondo”, aperta gratuitamente al pubblico fino al 23 novembre 2019, dal lunedì al sabato dalle 10 alle 19. Una ricetta per il mondo vuole essere spunto e momento di riflessione su uno dei grandi temi dei nostri giorni: il riciclo come via per ridurre lo sfruttamento delle risorse del pianeta e la fame nel mondo, uno dei suoi principali effetti. L’evento si svolgerà grazie alla partecipazione di due partner di eccezione: l’artista EriKa Trojer con le sue opere che si muovono in mezzo al trash organizzando il mondo in nuove immagini simboliche e Cesare Marinoni, che con i Padri Cappuccini Missionari di piazza Cimitero Maggiore a Milano organizza ogni anno la manifestazione benefica “Pane in Piazza” e che nel corso della serata distribuirà ai presenti pane prodotto dal panificatore Luca Piantanida con un simbolo che richiama l'Africa e il grano. L’evento è parte del calendario della Milano Fall Design City.

AFRICA_ERIKA TROJER_ 02In occasione della Fall Design City 2019, minotticucine organizza giovedì 17 ottobre 2019, alle ore 19, all’interno dello showroom di Via Larga a Milano una serata dedicata ai temi della sostenibilità, del riciclo e della solidarietà. Ingresso libero.
Il design ha la responsabilità di ridurre quanto possibile l’impronta ecologica, assicurando al prodotto un ciclo di vita sostenibile e una maggiore durabilità – afferma Monica Venturini, responsabile marketing del Gruppo Assole minotticucine durano negli anni perchè la qualità delle materie prime e il loro design essenziale in grado di andare oltre le mode vivono a lungo, diminuendo quindi la creazione di rifiuti difficilmente smaltibili”.
Percorso naturale quindi, per minotticucine, ospitare all’interno del proprio flagshipstore di via Larga a Milano l’evento “Una ricetta per il mondo”, che diventerà poi anche una mostra aperta gratuitamente al pubblico fino al 23 novembre 2019.
17 october 2019 minotticucinemilano evento milano fall design city-1Una ricetta per il mondo vuole essere spunto e momento di riflessione su uno dei grandi temi dei nostri giorni: il riciclo come via per bloccare lo sfruttamento delle risorse del pianeta e per ridurre la fame nel mondo, uno dei suoi principali effetti. L’evento si svolgerà grazie alla partecipazione di due partner di eccezione: l’artista EriKa Trojer con le sue opere che si muovono in mezzo al trash organizzando il mondo in nuove immagini simboliche e Cesare Marinoni, che con i Padri Cappuccini Missionari di piazza Cimitero Maggiore a Milano organizza ogni anno la manifestazione benefica “Pane in Piazza” e che nel corso della serata distribuirà ai presenti pane prodotto dal panificatore Luca Piantanida con un simbolo che richiama l’Africa e il grano.

Erika Trojer : Dallo scarto all’arte
http://www.erikatrojer.com/
Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma”: Erika Trojer vive la Legge della conservazione della massa enunciata da Lavoisier nella quotidianità della propria foto-home-2-1500ricerca. Nell’opera di Erika Trojer ogni pezzo ha origine dall’assemblaggio di relitti, pezzi di vita sfollati, scarti di lavorazione, errori di produzione, scorie che chiedono asilo.
Dice l’artista: “Se si vuole cercare un filo conduttore nelle mie opere, così apparentemente diverse l’una dall’altra, così uniche perché nate tutte da oggetti diversi, è proprio nel desiderio di stabilire un ordine nuovo e diverso alle cose, e governarle con spirito logico. Io sono molto meticolosa e metodica. Voglio tenere sempre tutto sotto controllo. Emergono anche qui le mie radici altoatesine. E in questo senso sento davvero mio ogni lavoro, al cento per cento”.
Il suo lavoro non si limita a una sorta d’ingenuo spirito “ecologico” ma riscrive le tracce segnate dal vissuto. Esso infatti incita a riflettere tutti sul senso stesso dell’esperienza umana. Nel dialogo con i materiali Erika ci dà quindi una grande lezione etica.

Pane in Piazza
Pane in Piazza 2019
'Pane in piazza' nacque 30 anni fa per iniziativa di Antonio Marinoni, panificatore che ricoprì le massime cariche rappresentative fino alla presidenza dei panificatori a livello mondiale, e continua oggi con il figlio Cesare, che lo ha riproposto con i Padri Cappuccini Missionari di Piazzale Cimitero Maggiore a MIlano, e il Patrocinio del Comune di Milano. A maggio, in un hangar in Duomo di oltre 400 metri quadri, centinaia di panettieri convenuti da tutta Italia come volontari, sfornano h 24 tutte le specialità regionali dolci e salate per raccogliere offerte da devolvere interamente al progetto della costruzione di un panificio industriale a Dire Dawa, nella diocesi di Harar, in Etiopia, guidata dal Cappuccino SE Mons. Angelo Pagano. I numeri di Pane in Piazza 2019: 150 quintali di farina, 700 litri d’olio, 500 kg di mozzarella utilizzati, 13.700 arancini per 250.000 visitatori; 900 persone al lavoro di cui 225 fornai, 95 studenti delle scuole di panificazione lombarde e 200 volontari del gruppo missionario.
GRUPPO ASSO
ASSO è un'azienda nata nell'88 che da quasi trent'anni opera nel settore della produzione, realizzazione e vendita di arredamenti per negozi. Oltre ad Asso SPA, fa parte del Gruppo HPL System for Life, soluzioni di arredamento in HPL e altri materiali innovativi e resistenti ai graffi, urti, abrasioni, sostanze chimiche e calore, igienico ed estremamente adatto in varie tipologie di ambienti: dalle aree fitness e wellness, dagli ambienti di lavoro agli hotel e agli aeroporti. Si sono aggiunte poi due nuove realtà produttive che si muovono sempre all'interno del settore dell'arredamento, grazie all'acquisizione di due marchi simbolo del Made in Italy: Maistri, con un target medio-alto destinato a un mercato prevalentemente nazionale ed europeo, e minotticucine, icona mondiale del design e del lusso in cucina. Giovanni Venturini, presidente e amministratore, e il socio nonché vice presidente Vittorio Zardini, rappresentano la spina dorsale dell’azienda la cui forza è data dal contributo portato quotidianamente dai due nuclei familiari. I figli dei titolari seguono i diversi aspetti dell’attività aziendale risultando determinanti nella gestione ordinaria dell’impresa. Inoltre, radicato nel territorio, il Gruppo, che oggi conta oltre una novantina di dipendenti interni, dispone di tutta una serie di collaboratori esterni, produttori e artigiani che sono cresciuti parallelamente ad Asso e che collaborano fattivamente sia nella fase produttiva degli elementi d’arredo che in quella dell’allestimento.
MAISTRI
Maistri nasce nel cuore della Valpolicella come piccola falegnameria familiare. Da oltre trent’anni produce le sue cucine nell’impianto industriale di 45mila metri quadrati di superficie con un sistema produttivo completamente automatizzato che permette e garantisce una produzione di qualità e un efficace servizio al cliente, senza rinunciare alla flessibilità e alla rapidità produttiva tipiche delle realtà artigianali. Questi numeri fanno di Maistri una delle aziende leader del mercato nazionale ed in continua espansione nel panorama internazionale, sia europeo che mondiale. Oggi, la storica azienda è guidata da Asso che ha aggiunto allo spirito di Maistri un importante patrimonio di storia, competenze industriali e cultura del prodotto.
minotticucine
Fondata da Adriano Minotti, minotticucine nasce nel 1949 in Valpolicella. Dagli anni ’60, e per circa trent’anni, vengono realizzate cucine moderne, sul modello classico della cucina americana. Agli inizi degli anni ‘90 Adriano passa il testimone al figlio Alberto grazie al quale, nel 1999, avviene un cambiamento di stile. Alberto Minotti individua un percorso progettuale, all’interno della filosofia minimalista. Oggi, minotticucine fa parte del Gruppo Asso, gruppo imprenditoriale al tempo stesso tecnico e artigiano del mobile. L’azienda, nata nell’88, ha dato vita alla propria attività nel settore della produzione, realizzazione e vendita di arredamenti per negozi. Nel 2015 viene inaugurato il via Larga a Milano lo showroom cui fanno seguito le più recenti aperture di negozi monomarca a Miami, Algarve, Vancouver, Vienna, e Seoul, il posizionamento a Barcellona, a New York e l’implementazione di spazi multimarca già esistenti, come Stoccolma, Hong Kong, Tokyo.