di Alice Sansebastiano
Proseguiamo con il farci raccontare le vacanze vissute… oggi spazio ad Alice Sansebastiano e alla Sicilia.

siciliaQuest’anno, per la terza volta… la meta della mie vacanze estive è stata la regione Sicilia.
Siamo stati accolti come sempre da molta allegria e calore tipico di questa regione.
Ho avuto modo di visitare sia una parte che l’altra dell’isola, abbiamo percorso più di 3000 km. Abbiamo iniziato dalla parte di Avola (dove alloggiavamo) vicino a Noto. Siamo stati accolti dalla cultura barocca di Noto e dalla magia di Ragusa Ibla, fino ad arrivare a Taormina, senza dimenticare Modica, Ortigia e Siracusa.
templi agrigento 2Meravigliosi anche i templi di Agrigento. Visitati all’imbrunire creano una magia e un’atmosfera unica ed inimitabile.
Sono rimasta estasiata dalla Scala dei Turchi, da Isola Bella, da Vindicari e San Lorenzo, Punta Capo Passero con la Spiaggia delle Formiche.
Tutte spiagge da togliere il fiato.
Ho avuto anche la fortuna di visitare Marzamemi un incantevole paesino di pescatori, una meraviglia e caratteristico da “matti”.
Ci siamo dedicati anche alle Gole dell’Alcantara e ai Laghi di Cavagrande.
palermo cattedraleNella seconda settimana ci siamo spostati a Palermo e abbiamo visitato la stessa città sia in notturna che in versione diurna.
La Cattedrale toglie il fiato.
In seguito abbiamo visto diverse altre cittadine come Erice e Monreale spettacolari e caratteristiche, abbiamo visitato le spiagge di Santa Margherita Monte Cofano, San Vito Lo Capo, senza dimenticare Mondello e Isola delle Femmine.
La meravigliosa Trapani con il suo buon cibo e il mare stupendo, da li, infatti, siamo salpati alla volta di Favignana e di Levanzo dove abbiamo trovato un’acqua spettacolare e il paesino molto caratteristico.
favignanaSiamo stati anche a Cefalù, paese veramente bellissimo.
Come ultima tappa ci siamo tenuti il paesino natio di mio suocero: Caltavuturo, con la Rocca di Sciara unica al mondo.
La Sicilia é una terra magica che regala tanto a chi la visita ma ha purtroppo al suo interno molte aree tenute in maniera poco decorosa, centri storici splendidi che, girando nella via accanto, nascondono degrado e abbandono, senza parlare del fatto che in alcune realtà, sia piccole che grandi, vige una sorta di anarchia che permette a chiunque di comportarsi come meglio crede a partire da ragazzi con i genitori in giro senza casco in tre su uno scooter, a chi ti chiede soldi ai parcheggi.
Questo lo dico con molto rammarico e tristezza: sono sposata con un ragazzo siciliano e lui stesso ha notato tutto ciò.
É una terra che offre tantissimo a chi la visita ed è un peccato che ci siano questo tipo di situazioni. Comunque la consiglierei a tutti quanti come meta per le proprie vacanze.

Questo slideshow richiede JavaScript.