a cura della Redazione
Venerdì 12 luglio la sede dell’Associazione Artes ospiterà la presentazione del libro di Umberto Eco “Il Fascismo eterno” organizzata dall’Associazione Culturale Libera Mente-Laboratorio di Idee in collaborazione con l’Associazione F.I.M.A. 

umberto ecoVenerdì 12  luglio, alle ore 17, nella sede dell’Associazione Culturale e ASD ARTES in Alessandria, via Urbano Rattazzi 47, si terrà la presentazione, con commento e approfondimento, del libro di Umberto Eco dal titolo “Il Fascismo eterno”, a cura del Prof. Francesco Ingravalle, organizzata dall’Associazione Culturale Libera Mente-Laboratorio di Idee in collaborazione con l’Associazione F.I.M.A.
Sono previsti interventi musicali in armonia con il periodo trattato a cura dell’Associazione ARTES.
Fabrizio Priano, Presidente dell’Associazione Culturale  Libera Mente-Laboratorio di idee dichiara: «L’incontro ha come tema la presentazione e il commento del libro “Il Fascismo eterno”, breve saggio tratto dalla trascrizione di un discorso tenuto da Umberto Eco alla Columbia University. La Conferenza propone una riflessione sul passato cercando analogie con il presente attraverso la presentazione del Prof. Francesco Ingravalle, già ospite della nostra Associazione e  della cui collaborazione siamo molto orgogliosi».
image2Pier Luigi Cavalchini, Membro Direttivo Nazionale  F.I.M.A. comenta: «IL FASCISMO ETERNO Una occasione di riflessione e approfondimento sulla mentalità del popolo italiano, sulla sua attitudine al cambiamento e all’evoluzione in senso democratico».
“Ritengo sia possibile indicare una lista di caratteristiche tipiche di quello che vorrei chiamare l”Ur-Fascismo’, o il ‘fascismo eterno’. L’Ur-Fascismo è ancora intorno a noi, talvolta in abiti civili. Sarebbe così confortevole, per noi, se qualcuno si affacciasse sulla scena del mondo e dicesse: ‘voglio riaprire Auschwitz, voglio che le camicie nere sfilino ancora in parata sulle piazze italiane!’. Ahimè, la vita non è così facile. L’Ur-Fascismo può ancora tornare sotto le spoglie più innocenti. Il nostro dovere è di smascherarlo e di puntare l’indice su ognuna delle sue nuove forme – ogni giorno, in ogni parte del mondo.” (Umberto Eco).