di Novellus Apicio
La rubrica “Arte Culinaria” oggi fa un viaggio a ritroso nel tempo e va a scoprire un ricetta dell’Antica Grecia tramandata da Timachida di Rodi: Gamberi al sesamo e mykés.

gamberiOgni tanto mi piace fare un salto indietro nel tempo e cercare, per la rubrica arte culinaria, qualche ricetta che abbia radici nel passato.
Oggi ho deciso di orientarmi in direzione Grecia Antica e proporre una ricetta di Timachida di Rodi.
Timachida è stato uno storico, poeta e grammatico greco antico vissuto nel I secolo a.C.; una sua opera poetica intitolata I banchetti fu tradotta dal Principe Arnaldo Zamperetti da Cornedo (XI-XII secolo d.C.) che trasformo i versi in ricettario.
Una ricetta mi ha particolarmente colpito perché anche oggigiorno è proponibile: Gamberi al sesamo e mykés.
Ulteriore premessa: i semi di sesamo potrebbero essere considerati come il primo doping della storia.. Fin dal VI secolo a.C. se un atleta greco partecipante alle Olimpiade veniva sorpreso che possedeva un sacchetto di semi di sesamo veniva, innanzitutto, escluso dai Giochi, poi poteva incorrere in pesantissime sanzioni compresa la condanna a morte.
semi di sesamoPerché tutto ciò?
Gli antichi Greci ritenevano che questi semi fossero portatori di energia e salute, pertanto se ne faceva ampio uso nei banchetti nuziali, mescolati sia a vari tipi di pane sia nei condimenti delle pietanze, al fine di stimolare le forze degli sposi.
Questa ricetta è una unione tra gamberi, sesamo e funghi che fu adottata anche dalla cucina cinese in quanto capace di ottenere l’equilibrio perfetto tra Yin e Yang.
Veniamo ora alla ricettea.

Ingredienti per 4 persone
500 gr. di gamberi sgusciati
200 gr. abbondanti di mykés (funghi porcini) ben tritati
5 cucchiai di olio di oliva extra vergine
3 cucchiai una mano di prezzemolo tritato
gamberi-al-sesamo-320x3743 cucchiai di dolce vino di Rodi (si può sopperire con del Marsala)
1 limone spremuto
2 cucchiai di semi di sesamo in abbondanza.

Preparazione:
Scaldare in padella l’olio e, a fuoco sostenuto, imbiondire per poco i funghi tritati (qualche secondo).
Aggiungere quindi i gamberi sgusciati ben ricoperti di semi di sesamo.
Fare cuocere non per molto (circa 10 minuti) e,  mescolando sempre, aggiungere il vino, il limone ed il prezzemolo.
Questo piatto servito molto caldo delizierà tutti i commensali e fornirà agli sposi le forze necessarie all’occasione.