Tintilia vino autoctono del Molise da abbinare a capretto e castrato…

La Capra Enoica (Fabrizio Capra)
Il Molise è l’ultima regione del secondo giro tra le regioni italiane, parlando di vino naturalmente. Dalla prossima settimana la rubrica cambia “pelle” e cercheremo di contestualizzare i vini sul suo territorio tra cultura, arte, storia, curiosità. Un rubrica che si evolve.

tintilia del moliseEccomi giunto con il Molise al termine del mio secondo giro d’Italia enoico e torno a parlare di una regione mai visitata, di cui avevo assaggiato un solo vino.
Ora i vini molisani degustati sono diventati due: in una fiera ho avuto la possibilità di fare un assaggino di Tintilia del Molise Rosso, l’unica Doc autoctona della regione.
E mi si è aperto un mondo davanti perché si tratta di un vino che è stato capace di far viaggiare la mia fantasia alla ricerca di immagini di luoghi mai visti e credo che sia un po’ tipico di noi razza italica… viaggiare con le mente.
grappolo tintiliaNaturalmente mi sono un po’ documentato, sul vino chiaramente, e ho letto che l’introduzione di vitigni più produttivi ha rischiato di portare il Tintilia alla estinzione, un vitigno che per secoli è stato considerato l’eccellenza qualitativa della produzione enologica del Molise.
Fortunatamente, di recente, un agronomo ha avviato una campagna di recupero che ci permette di poter ancora degustare questa meraviglia.
tintilia-del-molise_O1Però sono rimasto un poco titubante quando ho letto gli abbinamenti consigliati con la cucina tradizionale regionale: il capretto e il castrato.
Devo dire che qualche dubbio sul recarmi in Molise mi è venuto: vabbè! Il rischio di essere cucinato si può anche correre, si parla di capretto e io inizio ad avere i miei anni, non sono più molto capretto… ma quello di diventare castrato un po’ (tanto)  mi lascia interdetto.
Meglio non andare incontro a rischi e se mi trovo un buon Tintilia dalle mie parti me lo gusterò con piacere.

Dalla prossima settimana la rubrica “La Capra Enoica” cambia pelle… qualche ricordo personale ci sarà sempre ma proverò a collegare un vino al suo territorio, alla sua cultura e alla sua storia, all’arte e alle curiosità, in un modo un po’ particolare che scoprirete venerdì prossimo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: