a cura della Redazione
Nuovo appuntamento alla Lavanderia a Vapore di Collegno (To) con la stagione “Quello che ci muove”. Martedì 28 maggio, alle ore 21, in scena Luci di Carni, coreografie di Amina Amici, artista associata alla compagnia Zerogrammi.

Luci di Carni dal TeaserMartedì 28 maggio, alle ore 21, Amina Amici, porta in scena alla Lavanderia a Vapore di Collegno (To), “Luci di carni”.
Lo spettacolo è proposto nell’ambito della Stagione 2018/2019 “Quello che ci muove” organizzata dalla Fondazione Piemonte dal Vivo.
Amina Amici, artista associata della compagnia Zerogrammi, debutta il 28 maggio a Collegno con il nuovo lavoro Luci di Carni, dopo un percorso che l’ha vista lavorare a tappe intorno ad un trittico ispirato ai chiarioscuri di Caravaggio, alle mani e ai lupi.
Amina Amici ha attraversato, sapendone sfruttare tutte le potenzialità, i progetti che Piemonte dal Vivo sostiene e sviluppa in Lavanderia quali Workspace Ricerca X, nato nel 2015 con l’obiettivo di offrire ad artisti, attivi soprattutto nelle arti performative e coreografiche, il sostegno specifico alla fase di ricerca e Permutazioni, progetto di coworking coreografico promosso insieme a Casa Luft/Zerogrammi.
Con Permutazioni, Piemonte dal Vivo ha deciso di sostenere gli artisti regionali in residenza creativa, con un articolato programma di coworking artistico e formazione professionale per la creazione di un osservatorio sulla migliore produzione coreografica regionale.

LUCIDICARNI ph caterina cardinali
foto di Caterina Cardinali

La performance LUCI DI CARNI gioca su una celata modifica di ruoli all’interno di un “ecosistema”, una continua variazione di configurazione geografico-spaziale. In natura avvengono cambiamenti rilevanti provocati dalla perdita o dall’introduzione di una specie animale, come lo è stato per il parco di Yellowstone, dove un gruppo di lupi venne reintrodotto dopo una loro lunga assenza. Una specie chiave, preziosa, “rimossa” da tempo. Dopo che i lupi furono reintrodotti, si verificò una delle più significative cascate trofiche che innescarono una serie di cambiamenti positivi in grado di cambiare l’assetto vegetativo, idrografico e geografico del parco.Partendo da questo sostrato, in cui gli elementi sono interconnessi, in continua trasformazione e in relazione causale tra loro, affiorano situazioni, fatti, manifestazioni di queste tre salienze iconografiche: i quadri di Caravaggio, i branchi di lupi, il potere di trasmissione delle mani. Come se da un continuo e denso movimento emergessero, affiorassero dualità come: animalità e tecnica, effimero e seduzione, luce e ombra.
La stagione QUELLO CHE CI MUOVE si chiude il 30 maggio con la serata realizzata in collaborazione con il Festival Interplay alla Lavanderia a Vapore, con un programma composito a partire dalle ore 19.30.

QUELLO CHE CI MUOVE
Stagione 2018/2019
LAVANDERIA A VAPORE, COLLEGNO (To)
Martedì 28 maggio ore 21
LUCI DI CARNI
coreografie di Amina Amici
in collaborazione con Francesca Cinalli, Andrea de Luca, Riccardo Micheletti, Cinzia Sità
con Amina Amici, Francesca Cinalli, Andrea de Luca, Riccardo Micheletti, Cinzia Sità
consulenza drammaturgica Carlotta Scioldo | musiche originali di Bruno de Franceschi
disegno luci di Francesco Dell’Elba
produzione Zerogrammi  Autori Associati 2019
con il sostegno di Regione Piemonte, MIBAC-Ministero per i Beni e le Attività Culturali
progetto vincitore di Permutazioni ed. 2017/2018 - coworking coreografico a cura di Zerogrammi/CASA LUFT e Fondazione Piemonte dal Vivo, con il sostegno di HOME Centro Creazione Coreografica – progetto residenze Dance Gallery Perugia
con il sostegno di Workspace Ricerca X, Research & Dramatury edizione 2017

Biglietteria: Intero € 12,00 - Ridotto € 9,00
Informazioni 011/4322902 – biglietteria@piemontedalvivo.it
Online: vivaticket.it
Servizio gratuito di navetta A/R dalla fermata FERMI della Metropolitana.
La Lavanderia a Vapore di Collegno è la casa della danza in Piemonte e nuovo membro di EDN – European Dancehouse Network, prestigiosa rete europea delle Case della Danza. Un luogo che ha fatto della ricerca e della cultura della danza il proprio centro d’azione, con relazioni che partono dal territorio e arrivano all’internazionale. Uno spazio dove il dialogo tra il passato e il presente è vivo e manifesto, in una tensione continua verso la creazione contemporanea e la sperimentazione.
QUELLO CHE CI MUOVE è il titolo delle attività 2018 2019 (ispirato al libro Quello che ci muove. Una storia di Pina Bausch di Beatrice Masini, edito da Rueballu), un omaggio che la Lavanderia vuole rivolgere alla grande danzatrice e coreografa del 900 in vista dell’imminente decennale della sua morte. Ma non solo. Quello che ci muove è l’ispirazione che guida tutte le attività della Lavanderia, dove a tutti è data la possibilità di esplorare i temi della creazione contemporanea, della danza e del benessere.
Spettacoli, residenze artistiche, progetti partecipati e formazione – programmati da Piemonte dal Vivo in collaborazione con diversi soggetti – animano i tanti spazi di quella che era la lavanderia del più grande ospedale psichiatrico d’Italia. A 40 anni dalla promulgazione della Legge Basaglia, la Lavanderia a Vapore è un Centro di Residenza, dedicato alla danza e alla creazione contemporanea, unico caso in Piemonte. Un importante riconoscimento stabilito dal Mibac per differenziare quei luoghi in cui l'attività di residenza artistica è il focus del progetto, portata avanti con continuità e con relazioni nazionali e internazionali.
Piemonte dal Vivo, nella gestione della Lavanderia, è il capofila di un Raggruppamento Temporaneo di Organismi (RTO), che coinvolge nella governance i principali soggetti territoriali di promozione della danza. Per il triennio 2018 – 2020, partecipano alla RTO l’Associazione Culturale Mosaico Danza, l’Associazione Culturale Zerogrammi, l’Associazione Coorpi e l’Associazione Didee Arti e Comunicazioni. Il progetto è realizzato con la collaborazione di MiBAC, Regione Piemonte, Città di Collegno e con il sostegno della Compagnia di San Paolo.